Provincia

Basta morti sul lavoro, sindacati e Prefettura pensano ad un protocollo

Un centinaio i manifestanti dei sindacati Cgil, Cisl e Uil davanti alla Prefettura di Alessandria in occasione dello sciopero di quattro ore proclamato per chiedere misure di sicurezza sui luoghi di lavoro. Quattro gli incidenti da inizio anno in Provincia. L'ultimo alla Sli di Vignole dove ha perso la vita un giovane di 22 anni

LAVORO - "Zero infortuni" è l'obiettivo di Cgil, Cisl e Uil che ieri hanno proclamato uno sciopero di quattro ore in tutto il comparto industriale della provincia per chiedere misure di sicurezza sul lavoro.
Quattro gli incidenti registrati da inizio anno (dato Inail), oltre 300 in tutta Italia. L'ultimo in ordine di tempo è quello che si è verificato alla Sli di Vignole Borbera dove un lavoratore di 22 anni, Davide Olivieri, ha perso la vita dopo che era rimasto schiacciato da un muletto che si è ribaltato. Solo qualche mese fa a morire era stato un lavoratore del gruppo Itinera, travolto da un'auto in un cantiere autostradale. Due i feriti nel cantiere del Terzo Valico di Arquata Scrivia, dove un "concio" in cemento ha travolto due addetti alle lavorazioni.
I sindacati la definiscono "una strage" alla quale porre fine.
Ieri, davanti alla Prefettura di Alessandria, in piazza della Libertà, si è tenuta una manifestazione al termine della quale il prefetto Romilda Tafuri ha incontrato una delegazione di sindacalisti. 
I sindacati chiedono "misure urgenti e concrete", a tutela dei lavoratori e puntano il dito sulla prevenzione e sulla formazione. Troppo poche le risorse degli enti di controllo e troppo alto il rischio, soprattutto dei più giovani, spesso lavoratori precari, interinali, a termine.
"In tempi di crisi e di risorse limitate, aumenta il rischio di incidenti, per la mancanza di manutenzione, ma anche per la carenza di formazione" fa presente Franco Armosino, segretario Cgil.
"C'è l'impegno della prefettura di verificare con gli enti di controllo, Spresal e Ispettorato del Lavoro, se ci sono i presupposti per effettuare maggiori controlli – spiega Roberto Marengo, segretario del comparto chimico per Cisl – ma c'è soprattutto l'impegno per arrivare alla definizione di un protocollo d'intesa con le associazioni di categoria per individuare procedure e strumenti al fine di migliorare le condizioni di sicurezza".
Dopo un giro di consultazioni con Confindustria e altre associazioni, il Prefetto si è impegnato a convocare un nuovo tavolo di confronto per identificare le linee guida del protocollo. Massima attenzione alla formazione, soprattutto dei giovani e dei precari, che spesso "non sono messi nelle condizioni, anche psicologiche, di prestare attenzione ed utilizzare i presidi di sicurezza già previsti".
20/06/2018







blog comments powered by Disqus


La lotta prosegue: "Istituzioni unite per difendere la Pernigotti"

Novi Ligure | Le posizioni rimangono distanti: la proprietà vuole chiudere la fabbrica di Novi Ligure mentre tutto il mondo politico e sindacale chiede che la Pernigotti rimanga sul territorio. L'unità d'intenti di tutte le istituzioni lascia margini di speranza

Ilaria è la prima "studentessa-lavoratrice" alla Solvay: 3 giorni a scuola, 3 in azienda (con contratto)

Alessandria | E' lo stabilimento Solvay di Spinetta Marengo insieme all’Istituto Tecnico Industriale “Ascanio Sobrero” di Casale Monferrato ad aver sperimentato per primo il progetto di "apprendistato duale". Ilaria Mercadante è la studentessa che è stata "assunta" per trasformare una parte di studio in pratica, lavorando in azienda. Una pratica che unisce il mondo dell'istruzione con quello delle imprese su cui ha puntato e continua a farlo la Regione Piemonte

Pernigotti, i turchi non si presentano: il premier Conte li vuole a Roma

Novi Ligure | La Pernigotti non arretra di un passo: l'azienda intende chiudere la fabbrica. Il disappunto di Di Maio: "Mi aspettavo di vedere qui la proprietà, anche il premier Conte vuole un incontro". Per il ministro "il destino del marchio non può essere disgiunto da quello dello stabilimento"

Tutti a Roma per salvare la Pernigotti: operai al vertice con Di Maio

Novi Ligure | Sono partiti ieri alle 11 di sera gli operai della Pernigotti che questa mattina saranno sotto le finestre del ministero dello Sviluppo economico, a Roma, per far sentire forte la propria voce

Iolavoro: aperte le iscrizioni

Alessandria | Martedì 27 novembre la job fair nelle sedi del Disit e di Cultura e Sviluppo. Per le persone alla ricerca di opportunità d’impiego sono aperte le iscrizioni online