Alessandria

Borsalino: la città sfoggia orgogliosa il suo cappello!

Centinaia di persone si sono ritrovate sabato mattina davanti allo storico negozio Borsalino di corso Roma al suono di uno slogan e obiettivo comune dell'intera città: #SaveBorsalino. Un gesto di solidarietà verso i lavoratori dell'azienda dichiarata fallita dal Tribunale e anche uno "sfoggio" di orgoglio per un cappello conosciuto e amato in tutto il mondo

 ALESSANDRIA - La risposta della città nei confronti della sentenza del Tribunale di Alessandria che ha decretato il fallimento della azienda di cappelli Borsalino non si è fatta attendere. Nella mattinata di sabato 23 dicembre sono stati centinaia gli alessandrini che si sono dati appuntamento davanti lo storico negozio di corso Roma, la principale via dello shopping, sfoggiando con orgoglio un "Borsalino" sulla testa.

Una manifestazione nata su Facebook che ha richiamato l'attenzione della comunità intera: non solo politici e istituzioni, ma tanti signori alessandrini, giovani, famiglie. E tante le telecamere puntate sull'evento e sulla vicenda che sta toccando l'azienda alessandrina che porta il territorio provinciale e la qualità del Made in Italy, Made in Alessandria nel mondo.

Sono già centinaia anche le adesioni al Comitato a difesa della Borsalino, nato per volontà dell'associazione culturale Libera Mente - Laboratorio di Idee e del suo presidente Fabrizio Priano.

Tanta partecipazione al suono di "Borsalino, Borsalino, Borsalino" e con un obiettivo comune: #SaveBorsalino, essere vicini ai lavoratori dell'azienda e allo stesso tempo tenere viva l'attenzione per un nome che non può rischiare di scomparire da Alessandria. Come ha ricordato più volte, e anche ieri, il primo cittadino Cuttica di Revigliasco: "marchio, azienda e fabbrica sono qui da 160 anni e devono rimanerci".


Intanto, torna a parlare anche la Cisl, che nel pomeriggio di sabato 23 dicembre ha diffuso un nuovo comunicato che sottolinea come la priorità vada dai ai lavoratori. Ecco di seguito il testo integrale della comunicazione. 
BORSALINO: PRIORITÀ AI LAVORATORI

La CISL e la FEMCA/CISL di Alessandria Asti, prima sigla sindacale dello stabilimento Borsalino di Spinetta Marengo alle ultime elezioni RSU, esprimono forte vicinanza e solidarietà ai lavoratori e alle loro famiglie in questa fase complicata della vita aziendale, unitamente alla grande preoccupazione per il futuro della Società.
Nel pieno rispetto delle decisioni prese dalle competenti Istituzioni, le scriventi Organizzazioni continueranno a seguire lo sviluppo della vicenda da vicino e con estrema attenzione e adotteranno, in accordo con i lavoratori e d’intesa con le altre sigle sindacali, tutte le azioni che si renderanno necessarie per la difesa dell’attività senza escludere alcuna iniziativa utile.
A fronte delle numerose proposte che si stanno susseguendo in questi giorni, ribadiscono che la priorità sindacale è costituita dal mantenimento dell’occupazione, della produzione e della sede sociale nel territorio alessandrino.
Auspicano altresì che gli attuali curatori nominati dal Tribunale di Alessandria coinvolgano tempo per tempo le Organizzazioni Sindacali, per quanto di pertinenza, nella risoluzione positiva della vicenda.
Invitano le istituzioni alessandrine politiche, sociali ed economiche, le Associazioni di Categoria, nonché la cittadinanza, ad unirsi ai lavoratori nella comune difesa di un brand che, soprattutto grazie all’opera di dipendenti di altissimo profilo professionale ed indiscussa preparazione, rappresenta da 160 anni l’eccellenza produttiva di questo Paese nel campo della moda, nonché uno dei più noti ed apprezzati simboli del made in Italy a livello mondiale.
24/12/2017







blog comments powered by Disqus


Solvay: due ore di sciopero

Alessandria | Il gruppo Solvay di Spinetta Marengo aderisce allo sciopero indetto a livello nazionale (FILCTEM CGIL, FEMCA CISL e UILTEC UIL) per la vendita dello stabilimento di Porto Marghera. "Nessuna preoccupazione per Alessandria, ma certamente un impatto potrebbe esserci, visto che i semi lavorati di Porto Marghera vengono utilizzati anche qui da noi". Al centro dell'attenzione il "ripristino delle relazioni sindacali"

Macelleria Gastaldo a Serravalle: la carne migliore al prezzo giusto

Informazione dalle aziende | Alla macelleria di Maurizio Gastaldo a Serravalle Scrivia la tradizione è una sola: proporre ai propri clienti carni di alta qualità a prezzi accessibili. E per le famiglie un'offerta speciale che propone ben 5 chilogrammi di carne di vari tagli

Rimozione dell’amianto: ultimi giorni per partecipare al bando nazionale

Piemonte | Il 30 aprile scade il bando del Ministero dell’Ambiente a cui possono partecipare i Comuni e le pubbliche amministrazioni. Valmaggia: “Affrettatevi, queste opportunità non devono essere sprecate”

Oltre il reddito di cittadinanza: incontro con l'esperto Andrea Fumagalli

Alessandria | Il docente dell'Università di Pavia ospite al Laboratorio Sociale giovedì 19 aprile. Sostenitore della necessità di introdurre un reddito minimo di esistenza, ha anche studiato la fattibilità di politiche di sostegno al reddito

Beppe Sardi e la sua "lezione" d'imprenditoria: ecco il suo "bollitone" da gustare a casa

Alessandria | Dopo la decisione di chiudere il Grappolo, storico ristorante in città, per non cedere alla decisione di abbassarne la qualità, il grande chef alessandrino si dimostra un vulcano di idee ed attività: un bell'esempio di intraprendenza, essenziale per rilanciare il commercio. Questa volta la proposta è il bollito misto sottovuoto