Economia

Cia: Gian Piero Ameglio rieletto presidente provinciale

Si apre il secondo mandato di presidenza provinciale per Gian Piero Ameglio, agricoltore e allevatore, rieletto all'unanimità alla guida della rappresentanza agricola della Cia di Alessandria

 PROVINCIA - Si apre il secondo mandato di presidenza provinciale per Gian Piero Ameglio, agricoltore e allevatore, rieletto all'unanimità alla guida della rappresentanza agricola della Cia di Alessandria. L'Assemblea elettiva si è svolta nella giornata di venerdì 12 gennaio, alle ore 14 a Palazzo Monferrato, alla presenza del presidente nazionale Cia Dino Scanavino, degli agricoltori associati e dei vari delegati.

Commenta Ameglio: "Ringrazio i soci Cia che hanno confermato la loro fiducia nel mio incarico, che andrà nella direzione della prosecuzione dell'impegno verso la risoluzione dei principali problemi del mondo agricolo, due su tutti la gestione della fauna selvatica e lo snellimento burocratico, ma anche verso le opportunità che nascono sul territorio, come la collaborazione con l'Università del Piemonte Orientale, il consolidamento dei rapporti istituzionali, lo sviluppo di economie di rete e di sinergie aziendali tra associati. La Cia è un'Organizzazione viva e dinamica, staremo al passo coi tempi assecondando le esigenze, le iniziative e le segnalazioni che arrivano dai nostri imprenditori associati. Si apre un nuovo periodo dove il territorio e le nostre attività agricole saranno valorizzati e innovati, mantenendo comunque saldi i valori della tradizione".

Secondo lo Statuto della Confederazione, il Presidente deve essere un imprenditore agricolo e non dipendente del sistema CIA, rimane in carica per quattro anni e per non più di due mandati pieni e consecutivi. Tra le sue funzioni: rappresenta il sistema CIA; convoca e presiede la Giunta, la Direzione, presiede i lavori dell’Assemblea della Provincia CIA; è il rappresentante legale della Cia provinciale; firma e sottoscrive gli atti di straordinaria gestione ed amministrazione; assume, in via d’urgenza, delibere di competenza della Giunta, che sottopone poi a ratifica alla stessa. Gian Piero Ameglio resterà in carica per il quadriennio 2018/2021.
 

14/01/2018







blog comments powered by Disqus


Mense: "critiche sulla quantità e qualità del servizio ". Ma è un periodo di "transizione"...

Alessandria | Il confronto con Cgil e Uil, i consiglieri comunali, l'amministrazione comunale e le aziende che operano nel servizio c'è stato in commissione consiliare. Dalla direttrice di esecuzione del Comune la conferma "di segnalazioni su quantità e qualità del servizio, o ritardo nella consegna pasti". Le iscrizioni sono in calo dell'11%. Ma dalle aziende rassicurazioni sul controllo e sull'attenzione per la "qualità degli alimenti e delle derrate"

Licenziamento senza un motivo, che tipo di indennizzo?

Economia e Lavoro | Cosa può fare un lavoratore quando viene licenziato senza un motivo, ovvero in caso di licenziamento illegittimo? Quali passi fare per opporsi al licenziamento e soprattutto ha diritto a un indennizzo?

Idee-are: idee di ricerca e innovazione

Fondazione SociAL | Il contributo massimo erogabile per ogni idea di ricerca selezionata e che si svilupperà in un progetto, è di 70.000 euro oneri fiscali inclusi. La presentazione delle proposte avverrà in due fasi. Nella prima fase, con scadenza alle ore 12 del 31 gennaio 2019

Il miele migliore? Per Aspromiele è ancora quello di Corrado e Gabriele

Novi Ligure | Medaglia d'oro al convegno annuale Aspromiele per il miele d'acacia di Corrado Cassano e Gabriele Masucco, che nel 2017 avevano vinto il primo premio assoluto. Premi anche per diversi apicoltori di Novi, Bosio, Castelletto, Fresonara, Gavi, Grondona, Molare, Pozzolo e Voltaggio

Terzo Valico, Toninelli annuncia: andrà avanti

Grandi opere | Il ministro per le Infrastrutture Danilo Toninelli il Terzo Valico “non può che andare avanti”. Un eventuale recesso costerebbe circa 1,2 miliardi di Euro, a fronte di 1.5 miliardi già spesi, su un costo compressivo di 6,2. “Sarebbe uno spreco di risorse pubbliche”. Ma avverte: binari devono arrivare fin dentro il porto di Genova e bisogna poi rendere pienamente operativo lo snodo retroportuale di Alessandria