Novi Ligure

Agricoltori e strutture ricettive, "Cociv non paga"

Agricoltori e strutture ricettive di Novi Ligure in difficoltà per i mancati pagamenti da parte di Cociv, il consorzio di imprese incaricato di costruire il Terzo Valico. Alcuni coltivatori attendono da 6-12 mesi il pagamento dell'affitto dei terreni dati in uso a Cociv. Ritardi nei pagamenti anche per altre aziende locali

NOVI LIGURE – Agricoltori e strutture ricettive di Novi Ligure in difficoltà per i mancati pagamenti da parte di Cociv, il consorzio di imprese incaricato di costruire il Terzo Valico. Il problema è emerso l’altro ieri durante il consiglio comunale chiamato ad approvare il bilancio preventivo per il 2018.

Alcuni agricoltori, è stato detto in consiglio, attendono da 6-12 mesi il pagamento dell’affitto dei terreni dati in uso a Cociv. Ritardi nei pagamenti anche per altre aziende locali, come le strutture ricettive che ospitano gli operai del consorzio o che forniscono i pasti. «Siamo a conoscenza del problema – ha spiegato il sindaco Rocchino Muliere ai consiglieri – e abbiamo chiesto al commissario di Cociv Marco Rettighieri di provvedere al più presto a saldare quanto dovuto».

Il consigliere di opposizione Marco Bertoli, titolare di un’azienda agricola, ha chiesto ai colleghi di «esprimere solidarietà ai coltivatori» coinvolti dal problema. Fabrizio Gallo, capogruppo del Movimento 5 Stelle, ha considerato la richiesta fuori luogo: «La nostra posizione sul Terzo Valico è sempre stata chiara e il nostro giudizio sull’opera è nettamente negativo. Cociv deve rispettare i contratti che ha firmato, ma non me la sento di esprimere solidarietà». «Prendo atto che una parte del consiglio non è al fianco degli agricoltori», ha replicato Bertoli.

Lo scontro tra Bertoli e Gallo è proseguito per tutta la seduta. Il primo – criticando le continue richieste di precisazioni dei Cinque Stelle all’assessore alle Finanze Simone Tedeschi – ha detto che «la sede giusta per queste domande non è il consiglio comunale, ma le commissioni consiliari. In consiglio siamo chiamati a dare un giudizio politico sul bilancio, non ad analizzare le singole voci di spesa. Se non sapete usare le commissioni, tanto vale abolirle».

La provocazione non è piaciuta a Gallo: «Alle commissioni c’è chi non viene mai, se non quando c’è qualche argomento che gli interessa particolarmente – ha detto l’esponente M5s riferendosi proprio a Bertoli – E prendo seriamente il mio ruolo di opposizione, non come chi viene in consiglio per dire qualche battuta in dialetto, senza mai entrare nel merito e facendo la stampella della maggioranza». «Prova a farti eleggere per cinque volte come ho fatto io», ha replicato Bertoli. Anche la consigliera Maria Rosa Porta ha criticato le modalità di svolgimento delle commissioni, ma per motivi opposti: «Spesso mancano gli interlocutori da cui avere le risposte che ci servono, come assessori e dirigenti».
30/12/2017







blog comments powered by Disqus


Solvay:"nessuna chiusura. Vendita ad azienda con cui si intende definire rapporto commerciale"

Alessandria | Il Gruppo Solvay chiarisce e rassicura le organizzazioni sindacali e i lavoratori sulla vendita del sito di Porto Marghera. "E' stato siglato un accordo preliminare con Alkeemia, parte di Fluorsid Group,con cui si intende definire un rapporto commerciale ultradecennale per la fornitura di Acido Fluoridrico da parte del sito di Porto Marghera al Gruppo Solvay"

Esuberi alla EAA? Gli addetti protestano

Lerma | Sciopero di sei ore e incontro con il sindaco di Lerma in un momento di grande incertezza. La Fiom Cgil: "Prospettiva non chiara, la proprietà dica cosa intende fare"

Export, la Regione aiuta le piccole e medie imprese

Economia | Dodici milioni di euro per l'innovazione delle piccole e medie imprese piemontesi. Il bando scade il 24 aprile. Saranno "premiati" soprattutto i progetti rivolti all'export e alla partecipazione a fiere e mercati internazionali

Progetto 'Giovani e informati', due borse lavoro per i giovani della provincia

Provincia | Lo sportello nasce con l’obiettivo di soddisfare le esigenze di integrazione nel tessuto sociale e di partecipazione attiva alla vita della comunità locale dei giovani

Macelleria Gastaldo a Serravalle: la carne migliore al prezzo giusto

Informazione dalle aziende | Alla macelleria di Maurizio Gastaldo a Serravalle Scrivia la tradizione è una sola: proporre ai propri clienti carni di alta qualità a prezzi accessibili. E per le famiglie un'offerta speciale che propone ben 5 chilogrammi di carne di vari tagli