Alessandria

"Dov'è il reddito di cittadinanza?" Le richieste ai Centri per l'Impiego e i tre lavori che non ci sono

Dopo gli annunci alcuni si sono già presentati agli uffici pubblici di collocamento per 'battere cassa'. "Per come sono strutturati gli uffici non riusciamo a offrire tre lavori neppure a chi è in lista oggi. NOn sappiamo nulla, ma speriamo nel potenziamento del servizio"

 ALESSANDRIA - Serena Pasetti, responsabile del Centro per l’Impiego di Alessandria conferma che già da prima dell’estate alcune persone erano arrivate per chiedere come fare ad avere il reddito di cittadinanza. “Ne sono passati di qua anche recentemente, dopo le notizie di attualità”, conferma. "Di solito non telefonano, si presentano, sicuri di poter rientrare nella tipologia degli aventi diritto".

C’è chi è entrato chiedendo dove dovesse firmare per i soldi, e chi ha chiesto solo informazioni, non si sa mai che il Governo del cambiamento abbia accelerato sulla burocrazia.
"collocamento" pubblici, chiamando come se avessimo i requisiti per il reddito di cittadinanza, ci rispondono sempre allo stesso modo. Sono gentilissimi ma perentori: “Non sappiamo ancora nulla. In ogni caso, con i due mesi di iter ne parleremo ad inizio 2019”.
Qualcuno si sbilancia “Dopo tanto parlare si è passati ai fatti: è un buon segno...”

“In ogni caso verranno offerti loro lavori socialmente utili con il coinvolgimento degli Enti pubblici”, precisa la responsabile alessandrina, “con questa struttura è già difficile offrire oggi tre lavori a chi è nelle liste di collocamento… speriamo nel potenziamento dei Centri per l’Impiego… in ogni caso spieghiamo a chi lo domanda che esistono già altre forme di aiuto per la sussistenza”.

Per ora non è ancora chiaro cosa quegli uffici di via Cavour diventeranno: “Abbiamo spesso riunioni, ma circolano le stesse notizie che poi leggiamo sui giornali, non abbiamo ancora ben delineata la trasformazione e i miglioramenti”.
8/10/2018







blog comments powered by Disqus


Gig Economy: un "lavoretto" da 800 euro all'anno...e senza tutele

Economia e Lavoro | La ricerca sulla provincia di Alessandria realizzata dalla Uil e dall'Università del Piemonte Orientale, grazie alla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria ha fatto emergere un “fenomeno in espansione, che fa riferimento soprattutto alla fascia di età 19-34, con un titolo di studio di media superiore o inferiore, ma che non da alcuna garanzia o tutela e che è mal retribuito con una media di poco più di 5 euro all'ora”. Un incentivo al lavoro sommerso, se non si “norma”

I segreti degli stabilimenti manifatturieri si scoprono con "Fabbriche aperte"

Novi Ligure | Quanto è complesso produrre gli oggetti che utilizziamo quotidianamente? Per due giorni sarà possibile scoprire il funzionamento di una impresa manifatturiera grazie a "Fabbriche aperte", Coinvolti 16 stabilimenti in provincia, anche a Novi Ligure, Basaluzzo, Serravalle Scrivia e Borghetto Borbera

Gig Economy: lo studio del fenomeno in provincia

Alessandria | Lunedì 22 ottobre il convegno con la presentazione dei dati del progetto di ricerca realizzato dalla Uil con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e in collaborazione con l’Università del Piemonte Orientale. Nell'economia dei lavoretti non esistono prestazioni continuative con posto fisso, contratto a tempo indeterminato e nemmeno determinato, ma si lavora quando c’è richiesta

In piazza Malaspina inaugurato il nuovo mercato agricolo

Tortona | Gli acquirenti potranno trovare una vasta gamma di prodotti tra cui pane artigianale e prodotti da forno, riso, frutta e ortaggi di stagione, marmellate e composte, salumi, miele, erbe aromatiche essiccate, formaggi caprini e vaccini e vino

Gambero Rosso, la guida dei vini premia sette aziende del territorio

Novi Ligure | Sono ben sette i vini del basso alessandrino premiati con il massimo punteggio dalla guida "Vini d'Italia" di Gambero Rosso, tra Novi, Gavi, Ovada e Tortona