Provincia

Elezioni, presentato ai candidati il manifesto politico di Coldiretti Alessandria

Conclusi sul territorio gli incontri con gli esponenti politici. Dalle proposte a costo zero all’impegno contro gli accordi di libero scambio: hanno firmato e sottoscritto il documento Forza Italia, Lega Nord e PD mentre Movimento 5 Stelle e Liberi e Uguali hanno optato per una riflessione

PROVINCIA - Si sono conclusi sul territorio provinciale gli incontri con i candidati alle prossime elezioni. Ai rappresentanti dei maggiori schieramenti politici - Forza Italia, Lega Nord, Liberi e Uguali, Movimento 5 Stelle, PD - sono state presentate le “cinque proposte a costo zero per i primi cento giorni di governo” contenute nel manifesto politico di Coldiretti. 

Il manifesto, presentato singolarmente a ciascuno schieramento politico, indica le prime cinque misure che il prossimo Governo può mettere in atto per riequilibrare la filiera agroalimentare. Al primo posto l’etichettatura obbligatoria per tutti i prodotti agroalimentari. A seguire, la richiesta di istituire il ministero del cibo che accorpi risorse e funzioni del Mipaaf e quelle del Ministero per lo sviluppo economico relative all’agroalimentare. Il terzo punto la richiesta di semplificazione normativa e burocratica, il quarto punto è relativo al segreto di Stato sulle importazioni, che Coldiretti vorrebbe superato al fine di conoscere esiti di ispezioni e controlli, flussi commerciali internazionali e le loro destinazioni al mercato interno, quindi, e, infine, quella di una legge sui reati agroalimentari che sanzioni in maniera efficace frodi, contraffazioni e contrasti le infiltrazioni malavitose.  

Punti di interesse generale per tutta la società, non solo per il settore primario e quindi alla portata trasversale di tutti i candidati e partiti che stanno affrontando la campagna elettorale. Portare avanti un impegno comune: è questo, infatti, il proposito della richiesta di sottoscrizione del manifesto politico di Coldiretti, una firma che vale un impegno sostanziale nella direzione del rafforzamento della sovranità alimentare dell’Italia in Europa e nel mondo. “I candidati hanno dimostrato grande disponibilità, ma soprattutto condivisione delle battaglie che Coldiretti sta portando avanti da anni. – ha affermato il presidente provinciale Roberto Paravidino - Nonostante le loro diverse posizioni politiche, Coldiretti è riuscita a far convergere i candidati sui temi del futuro: cibo, agricoltura, trasparenza, ambiente, territorio”. Non solo l’impegno a sottoscrivere l'impegno a favore delle cinque proposte, ma anche contro la ratifica del CETA e di altri analoghi accordi commerciali. In particolare sulla vicenda degli accordi internazionali è stato chiesto ai candidati l’impegno a sostenere la riapertura dei negoziati per più attente valutazioni sugli impatti economici, sociali e ambientali. Una firma che non rappresenta un atto propagandistico elettorale, ma l'affermazione di un convincimento sentito verso il mondo agricolo, che nei fatti le diverse posizioni politiche hanno sempre sostenuto. L'attenzione e la sensibilità verso questi i temi rappresentano la base per far crescere l’Italia, per favorire la costruzione del bene comune, la conferma che stiamo lavorando insieme nella giusta direzione. 

Hanno firmato e sottoscritto l’accordo Forza Italia, Lega Nord e PD mentre Movimento 5 Stelle e Liberi e Uguali hanno optato per una riflessione. Coldiretti Alessandria augura un buon lavoro ai candidati che riusciranno a conquistare il ruolo di parlamentare, auspicando venga sempre garantita la giusta attenzione all’agricoltura, fondamento dell’economia italiana.
3/03/2018







blog comments powered by Disqus


Mense: da lunedì "tutti a tavola". E per i lavoratori (e i loro contratti)?

Alessandria | Il servizio di refezione scolastica parte lunedì 24 settembre: a fare il punto sulla questione "mense" che ha (sur)riscaldato i mesi estivi è l'assessore Straneo in occasione della presentazione del Documento unico di programmazione 2019-2021. A chiedere informazioni sulla possibilità di riduzione delle tariffe è il M5S. E sul fronte occupazionale? "Quasi tutti i contratti arrivati a buon fine, per alcuni con migliorie rispetto alle indicazioni iniziali"

Il rilancio dell'edilizia passa dai "vantaggi" ottenuti con il rinnovo del contratto

UILinforma | Ecco quali sono le novità e i vantaggi per i lavoratori del settore edile, apportati dal rinnovo del contratto nazionale di questa estate. A fare il punto della situazione durante il Consiglio regionale della Feneal Uil è stato il segretario nazionale, Vito Panzanella. Un quadro della situazione "drammatica" che sta vivendo la provincia è stato delineato invece dal segretario provinciale Paolo Tolu

Nuova vita per l'area di Bosco Piano grazie a Giovanni e Diletta

Borghetto Borbera | Giovanni Moro e Diletta Leale hanno presentato un progetto per la valorizzazione turistica dell'area di Bosco Piano a Borghetto Borbera, che ha ricevuto l'ok della Regione Piemonte e che si è aggiudicato un finanziamento grazie a un bando del Gal Giarolo Leader

Capannoni: nell'Ovadese 120 mila metri rimasti inutilizzati

Ovada | Secondi i dati, la cifra esatta si attesta sui 120 mila metri quadrati. Oltre al centro zona, anche gli edifici sfitti presenti nei Comuni di Tagliolo, Belforte, Capriata, Silvano e Castelletto completano una mappa in costante evoluzione

Cit, nuovi orari e confusione: la protesta arriva in municipio

Novi Ligure | Diversi utenti del Consorzio dei trasporti pubblici sono andati a protestare direttamente in municipio, a Novi Ligure, per i disservizi legati ai nuovi orari degli autobus. Anche i dipendenti del Cit sono sul piede di guerra e attendono l'incontro di lunedì in prefettura