Lavoro

ExpoTraining: le donne al lavoro si formano più e meglio degli uomini

Il 24 e il 25 ottobre a Fiera Milano si incontreranno, in oltre 200 eventi, imprese, politici, sindacalisti, esperti della formazione, accademici, giornalisti ed opinion leader, per discutere il futuro della formazione, presentare le buone prassi e riflettere su dati e ricerche

LAVORO - Donne al lavoro: si formano il 12% di più, migliorano di più, si re-impiegano più velocemente e fanno carriera. Le donne che lavorano si formano il 12% in più rispetto agli uomini. Ma non solo: mentre il 55% degli uomini che si formano lo fanno sulle materie “obbligatorie” come come sicurezza sul lavoro, il 54% delle donne ha partecipato negli ultimi 3 anni a corsi di formazione legati all’internazionalizzazione, alla comunicazione, al marketing e al settore HR. Su un panel di 500 formatori e formatrici (intervistati da Osservatorio ExpoTraining con metodo Cawi nel luglio 2018),il 59% ritiene che le donne abbiano avuto maggiori benefici o abbiano appreso meglio durante i corsi di formazione, migliorando le proprie performance. 

 Il 36% delle donne nella fascia di età dai 18 ai 30 anni mettono la “formazione” ai primi posti tra i requisiti del proprio posto di lavoro ideale. Interessanti anche i dati sul re-impiego: la donne che hanno seguito un percorso di formazione continua si re-impiegano in media in 18 mesi, meglio degli uomini egualmente formati, che impiegano 23 mesi e delle donne non formate che oltrepassano i 30. Le donne formate sono anche anche quelle che fanno più carriera secondo il 63% degli intervistati. 

“Ogni anno con l’Osservatorio ExpoTraining svolgiamo questa analisi sulle donne e la formazione ed ogni anno i dati ci confermano quanto la formazione sia l’unico vero strumento che possa agevolare l’ingresso e la crescita delle donne in ambito lavorativo.  - ha dichiarato Carlo Barberis, presidente di ExpoTraining -  Si parla molto in questi giorni dei dati dell’Ispettorato del Lavoro e dell’Istat, che segnalano un aumento del lavoro femminile ma anche dei molti ostacoli che ancora esistono. Ebbene, la soluzione a nostro avviso non passa attraverso progetti sociali, finanziamenti o quote rosa. La chiave è la formazione, che a quanto pare alle donne piace molto e che accresce la possibilità di fare carriera o di reimpiegarsi. Se ne parlerà ad ExpoTrainining il 24 e 25 ottobre a Milano, insieme ai principali sindacati, alle associazioni imprenditoriali, alle istituzioni, alle imprese, ai formatori ed ai giornalisti in più di 100 tavole rotonde, seminari e workshop”.

ExpoTraining è il maggiore evento italiano tutto dedicato al lavoro ed alla formazione. Dal 24 al 25 ottobre prossimi a Fiera Milano si incontreranno, in oltre 200 eventi, imprese, politici, sindacalisti, esperti della formazione, accademici, giornalisti ed opinion leader, per discutere il futuro della formazione, presentare le buone prassi e riflettere su dati e ricerche, che poi diverranno il “Libro Bianco della Formazione 2018”, ormai punto di riferimento di settore.
5/10/2018







blog comments powered by Disqus


Nuove speranze per chi cerca lavoro: a Serravalle apre il Santachiara

Serravalle Scrivia | C'è una nuova speranza per chi è in cerca di un lavoro. Ma anche per chi, al contrario, il lavoro lo offre ma non riesce a trovare il dipendente giusto o i fondi necessari per assumere. E' l'istituto Santachiara che ha aperto una sede anche a Serravalle Scrivia

Requisiti per Quota 100 e Opzione donna

Lavoro | Per ottenere la pensione anticipata con i requisiti di "Quota 100" sono necessari, sia per gli uomini che per le donne, 62 anni di età e aver maturato 38 anni di contributi, solo così è possibile raggiungere quota 100. Per quanto riguarda "Opzione donna", tutte le donne possono accedere alla pensione interamente calcolata con il sistema contributivo se in possesso dI determinati requisiti

Nuovi contributi ai comuni per la rimozione dell’amianto

Economia | L'assessore regionale all'Ambiente Valmaggia: “a breve potremo pubblicare il bando per finanziare interventi per oltre 2 milioni di euro”

Reddito di cittadinanza, "si rischia il caos se non arrivano direttive operative"

Economia | Di reddito di cittadinanza si parla ormai da mesi. Il provvedimento che lo introduce è stato approvato ed è ormai legge ma mancano direttive operative. Gli addetti ai Caf, ai centri per l'impiego e alle poste brancolano ancora nel buio. “In tanti ci chiedono informazioni, ma al momento non abbiamo altre indicazioni oltre a quelle descritte nel sito del ministero”

Confapi, Cgil, Cisl e Uil siglano l'accordo sulle molestie e la violenza nei luoghi di lavoro

Lavoro | I firmatari sottoscrivono che la dignità delle lavoratrici e dei lavoratori non può essere violata da atti o comportamenti che si configurino come molestie o violenze e che le stesse azioni debbano essere denunciate perchè inaccettabili