Economia e lavoro

"Facebook è il bar, Linkedin la fiera"

Le imprese e i professionisti sfruttano ancora troppo poco il web. La lezione di Andrea Boscaro di The Vortex al Cesi, il centro servizi di Confindustria. "Importante presidiare i social media che sono il nostro moderno biglietto da visita"

ECONOMIA – Ma le imprese conoscono bene gli strumenti che offrono i social media per acquisire i clienti? Se la tecnologia procede a passi da gigante, non appare, almeno mediamente, altrettanto veloce la classe imprenditoriale. “Scusate, ma quanti di voi usano Linkedin”? Platea silenziosa, poi qualcuno risponde, un po' sottovoce, così: “Poche volte, ci ricorriamo qualche volta per offrire lavoro”. Se la rete professionale in Italia conta circa nove milioni di utenti (sono trenta milioni quelli di Facebook), allora la risposta deve preoccupare perché vuole dire che solo una minima parte di professionisti e imprese utilizza in modo completo le molteplici potenzialità del web e dei social. Una conferma? La seconda domanda rivolta alla platea: 'Quanti di voi si sono cercati su Google'? Anche in questo caso poche le risposte affermative. E non manca chi si dichiara “quasi sconcertato” per essersi trovato su internet, con tanto di informazioni e alcuni dati personali. Eppure, “noi siamo quello che appaiamo su Google” ed è per questo che “è importante presidiare i social media che sono il nostro moderno biglietto da visita”. Le parole sono di Andrea Boscaro, alessandrino, cofondatore di The Vortex (società di formazione al digitale che mette in rete professionisti in grado di diffondere la cultura dei nuovi media), che ha svolto il primo di due incontri (il secondo è in calendario il 6 ottobre) sull'uso degli strumenti del social media marketing, organizzato dal Cesi, il Centro servizi di Confindustria Alessandria nell'ambito dell'attività di formazione aziendale (il responsabile del Centro è Fausto Pupo).

Le due ore di formazione, dai contenuti molto tecnici vista la platea, hanno permesso di fare capire ancora una volta come l'economia globale e digitalizzata determini ricadute concrete, a patto che non solo si sia attrezzati culturalmente, ma anche e soprattutto si utilizzino tutti gli strumenti a disposizione. Se Linkedin è il social del business per definizione, sarà fondamentale prepararsi alla rivoluzione di Facebook che si chiama Workplace, piattaforma in italiano dedicata alle aziende che arriva sul mercato con la forza del marchio ideato da Mark Zuckerberg. Se finora “Facebook è il bar e Linkedin è una fiera”, per usare le parole di Boscaro, da domani tutto sarà già diverso. “Ciò che non si deve mai perdere, anzi si deve rafforzare, è la reputazione aziendale e professionale” ammonisce Boscaro. Quella reputazione che la rete è in grado di riconoscere, apprezzare e rilanciare in un attimo, così come in modo altrettanto rapido può dissolvere. Senza avere paura di algoritmi e innovazione, è necessario dedicare “dieci minuti ogni giorno ai social, a partire da Linkedin, perché più tecnologia significa mettere in luce sempre meglio l'elemento umano e il tutto si traduce in più organizzazione, più spirito di squadra e più competenza”.  
15/07/2017







blog comments powered by Disqus


L'Europa destina 40 milioni ai progetti di cooperazione

Finanziamenti Europei | La Call for Proposal 31/2017 fa parte del programma Creative Europe (2014-2020). Per inviare le domande c'è tempo fino a gennaio 2018

Scuola: entro 20 dicembre domande di cessazione

Economia e Lavoro | Il termine deve essere rispettato da chi intende accedere alla pensione dal 1 settembre 2018, da chi intende cessare - anche senza i requiziti per la pensione - al 31 agosto 2018, da chi intende presentare istanze

Enoteca: ricerca di mercato su Dolcetto e Ovada

Ovada | La mappa della produzione del territorio, il contributi di tutti gli attori del settore. "L'obiettivo è avvicinare chi produce a chi vuole acquistare"

Il Vescovo con i lavoratori delle manutenzioni autostradali: "senza lavoro non c'è dignità"

Lavoro | Il Vescovo di Tortona, ricordano le parole del Papa, fa appello alla politica affinché "trovi una soluzione nel diritto di tutti, specialmente della famiglie". Tra venerdì e sabato la Camera sarà chiamata ad esprimersi sull'emendamento Bargero

Imposta di soggiorno, ecco come funziona la tassa sui "foresti"

Novi Ligure | Circa 50 mila euro all'anno: è quanto conta di incassare il Comune di Novi Ligure dall'applicazione della nuova imposta sui soggiorni alberghieri, che dovrebbe entrare in vigore a gennaio del 2018. La tassa sarà applicata solo sui non residenti che soggiorneranno nelle strutture ricettive cittadine