Finanziamenti Europei

Dall'Europa un sostegno ai costi di transazione per il finanziamento delle imprese sociali

La sovvenzione è rivolta a intermediari finanziari che effettuano investimenti a lungo termine in capitale di rischio in operazioni di taglia inferiore a 500 000 EUR sotto forma di finanziamenti equity, quasi-equity o ibridi (cfr. il glossario nell'allegato II) a imprese sociali nei paesi partecipanti a EaSI7

FINANZIAMENTI EUROPEI - Il programma europeo per l'occupazione e l'innovazione sociale (EaSI) 2014-20202 è uno strumento di finanziamento a livello europeo gestito direttamente dalla Commissione europea che concorre all'attuazione della strategia Europa 2020 fornendo un sostegno finanziario per la realizzazione degli obiettivi dell'Unione per quanto riguarda la promozione di un elevato livello di occupazione sostenibile e di qualità, la garanzia di un'adeguata e dignitosa protezione sociale, la lotta contro l'esclusione sociale e la povertà e il miglioramento delle condizioni di lavoro.

Il programma EaSI, nell'insieme dei suoi assi e delle sue azioni, si propone di:
a) prestare un'attenzione particolare ai gruppi vulnerabili, quali i giovani;
b) promuovere la parità tra uomini e donne;
c) combattere le discriminazioni fondate sul sesso, la razza o l'origine etnica, la religione o le convinzioni personali, la disabilità, l'età o le tendenze sessuali;
d) promuovere un elevato livello di occupazione sostenibile e di qualità, garantire una protezione sociale adeguata e dignitosa, combattere la disoccupazione a lungo termine e lottare contro la povertà e l'esclusione sociale.

Di conseguenza, in fase di progettazione, attuazione e rendicontazione dell'attività, i beneficiari devono affrontare le suddette questioni e nella relazione finale di attività dovranno fornire dettagli sui progressi e sui risultati conseguiti nella realizzazione degli obiettivi summenzionati.

Obiettivo

L'obiettivo dell'invito è di testare un programma di sostegno ai costi di transazione sotto forma di sovvenzione da aggiungere agli strumenti finanziari come mezzo per affrontare lo squilibrio di dimensioni necessarie e sostenibili delle operazioni. Più specificamente, esso mira a incentivare gli investimenti in capitale di rischio inferiori a 500 000 EUR, che altrimenti non verrebbero effettuati.
La sovvenzione è rivolta a intermediari finanziari che effettuano investimenti a lungo termine in capitale di rischio in operazioni di taglia inferiore a 500 000 EUR sotto forma di finanziamenti equity, quasi-equity o ibridi (cfr. il glossario nell'allegato II) a imprese sociali nei paesi partecipanti a EaSI7. Scopo della sovvenzione è ridurre i costi di transazione per tali operazioni di investimento contenute e contribuire così a superare un fallimento di mercato nell'ambito del mercato dei finanziamenti alle imprese sociali.

Tipologia di azioni ammesse a finanziamento
Nel quadro del presente invito a presentare proposte, possono essere finanziate attività relative alla preparazione, conclusione e seguito di investimenti a lungo termine in capitale di rischio in imprese sociali.
Tali attività possono includere:
 i viaggi per incontrare i (potenziali) beneficiari dell'investimento;
 l'esame e la selezione delle domande di investimento;
 la preparazione degli atti giuridici, eventualmente con la consulenza di un legale;
 l'esercizio della dovuta diligenza, inclusa la valutazione del (potenziale) impatto;
 la messa a punto di quanto necessario per assicurare prontezza degli investimenti, capacità di ridimensionamento o sostegno alla ristrutturazione aziendale;
 il coinvolgimento di altri investitori;
 la gestione degli investimenti e il monitoraggio dell'impatto sociale.
Gli investimenti a lungo termine in capitale di rischio possono essere effettuati sotto forma di finanziamenti equity, quasi-equity o ibridi (cfr. il glossario nell'allegato II) per un massimo di EUR 500 000 a investimento.
Per quanto riguarda i beneficiari dell'investimento, si applicano le seguenti condizioni:
 i beneficiari dell'investimento selezionati devono essere imprese sociali ai sensi del regolamento EaSI (cfr. il glossario nell'allegato II per la definizione e l'allegato III per i requisiti dettagliati);
 le imprese sociali devono essere istituite / in fase di istituzione e attive in uno o più paesi partecipanti a EaSI (cfr. la sezione 6.1);
 le imprese sociali devono avere un fatturato annuo che non supera i 30 milioni di EUR, oppure un totale di bilancio annuo che non supera i 30 milioni di EUR e non devono essere a loro volta organismi di investimento collettivi.

Il sostegno ai costi di transazione richiesto non deve superare il 10 % del bilancio totale destinato agli investimenti in imprese sociali.

Per essere ammissibile, il richiedente (singolo o principale e partner) deve essere:
1. un fondo di investimento, un fondo di fondi, una società veicolo, in qualsiasi forma, istituiti o in fase di istituzione.
In tal caso, sono previste due opzioni:
 può presentare domanda il soggetto di diritto del fondo di investimento, del fondo di fondi o della società veicolo;
 oppure, può presentare domanda il (futuro) gestore del fondo di investimento, del fondo di fondi o della società veicolo (istituiti o in fase di istituzione).
Per evitare dubbi, il (futuro) gestore deve già essere un soggetto di diritto istituito e registrato al momento della presentazione della domanda;
2. un organismo di (co)investimento in qualsiasi forma (inclusi conti gestiti e altri tipi di accordi contrattuali) istituito o in fase di istituzione.
In tal caso, devono presentare domanda o il (futuro) gestore dell'organismo di (co)investimento / dei conti gestiti, oppure le parti (consorziate) dei (futuri) accordi contrattuali.
Il (futuro) gestore o le parti dei (futuri) accordi contrattuali devono già essere soggetti di diritto istituiti e registrati al momento della presentazione della domanda;
3. una fondazione.

Termine per la presentazione delle proposte
15/04/2018

Titolo - Programma per l'occupazione e l'innovazione sociale (2014-2020) – Programma EaSI
Sostegno ai costi di transazione per il finanziamento delle imprese sociali
INVITO A PRESENTARE PROPOSTE VP/2017/013

link al bando in originale
http://ec.europa.eu/social/main.jsp?catId=629&langId=en&callId=518&furtherCalls=yes
per info:
Lamoro scarl
Via Leopardi, 4 14100 Asti
info@lamoro.it
0141 532516
 
20/12/2017







blog comments powered by Disqus


“Analizzare questi 4 anni per guardare al futuro: dal rilancio del manifatturiero alla logistica”

Provincia | Non solo una analisi di questi ultimi anni di “difficoltà” del territorio provinciale ma anche le linee d'indirizzo per il futuro. Un tema come il “lavoro” e l'inclusione sono alla base del XV Congresso della Camera del Lavoro di Alessandria che si terrà il 23 e 24 ottobre a Novi Ligure. “Scelta come simbolo: dall'Ilva, al Terzo Valico, passando per l'Outlet”

Cesare Ponzano: il diario di un militante

Alessandria | Il volumetto sarà presentato nel corso di un incontro pubblico martedì 16 ottobre alla Camera del lavoro. il libro, steso sulla scorta degli appunti registrati anno per anno nelle agende di Cesare Ponzano, offre un interessante scorcio di storia sindacale dal punto di vista di uno dei tanti lavoratori e attivisti che l’hanno fatta e vissuta nel nostro territorio

"Tartufi, un monopolio di pochi dopo la creazione dei consorzi"

Novi Ligure | Secondo l'Associazione dei liberi tartufai, i consorzi riservano a poche persone la raccolta dei tartufi nelle zone più produttive. Lorenzo Tornato: "Chiediamo una moratoria per evitare che la ricerca dei tartufi diventi solo un business"

Ex Fabbricazioni Nucleari, lavoratori in sciopero per il rinnovo dei contratti

Bosco Marengo | Lavoratori in sciopero allo stabilimento Sogin di Bosco Marengo (le ex "Fabbricazioni Nucleari"). Per il 19 ottobre, infatti, Filctem, Flaei e Uiltec hanno indetto quattro ore di astensione dal lavoro. I sindacati lamentano la mancata stabilizzazione dei lavoratori interinali

Scuola, Serena Morando confermata alla guida di Flc-Cgil

Lavoro | Serena Morando è riconfermata segretario provinciale di Flc-Cgil, il sindacato di categoria della scuola, dell'università, della ricerca e della formazione professionale. E' stata eletta al termine del quarto congresso che si è svolto nei giorni scorsi a Spinetta