Lavoro

Il “caso” Kme discusso davanti al ministero dello Sviluppo Economico

Sindacati e azienda sono stati convocati il prossimo 22 giugno dal ministero dello Sviluppo Economico per esaminare il piano industriale sul futuro del gruppo industriale in Italia. I sindacati chiedono garanzie sugli ammortizzatori sociali

LAVORO – Il futuro di Kme Italia sarà all'esame del Mise, ministero dello Sviluppo Economico, il prossimo 22 giugno. Per quella data, infatti, i vertici dell'azienda e i sindacati sono chiamati a confrontarsi sul piano industriale già illustrato, a grandi linee,alle organizzazioni sindacali.
Tra gli altri temi all'ordine del giorno ci sono gli ammortizzatori sociali. Stanno infatti per scadere quelli attualmente in vigore e i sindacati chiedono che vengano”riconosciuti specifici ammortizzatori sociali per accompagnare la fase di rilancio, in modo che vengano garantiti i livelli occupazionali”.
“Crediamo sia importante poter discutere in sede ministeriale delle prospettive diKme e dell'integrità del gruppo in Italia”, dice il coordinamento di Fiom Cgil per Kme.

Il gruppo metalmeccanico che opera nel settore di rame e ottone “rientra tra gli importanti conglomerati industriali nazionali e deve risentire dell'attenzione anche da parte del governo al fine di garantire una prospettiva certa e le missioni produttive di tutti gli stabilimenti”.
Kme ha uno stabilimento a Serravalle Scrivia, dove sono presenti le lavorazioni di rame e ottone, sebbene i due settori produttivi facciano riferimento a due diverse società, facenti parte però dello stesso gruppo. Sono circa 600 i dipendenti. Lo stabilimento di Serravalle ha conosciuto diversi periodi storici, riposizionamenti e ristrutturazioni ma è sempre stato uno dei punti di riferimento del gruppo in Italia.
20/06/2018







blog comments powered by Disqus


Iperdì, manifestano i dipendenti. Intanto si apre un tavolo nazionale

Novi Ligure | Si preparano a manifestare i lavoratori dell'Iperdì di Novi Ligure rimasti senza stipendio. La crisi dell'azienda intanto è arrivata anche al Mise. Fabrizio Gallo (M5s): "Bene l'apertura del tavolo nazionale, c'era il rischio che la trattativa rimanesse confinata alla Lombardia"

Iperdì, chiusi tutti i punti vendita. E sullo stipendio non ci sono certezze

Novi Ligure | Chiusura di tutti i punti vendita: la decisione della società proprietaria dei supermercati Iperdì è stata comunicata ai dipendenti che ancora ieri, a Novi Ligure, stavano facendo l'inventario delle merci. Cgil: "Non c'è nemmeno la certezza di ricevere il salario"

Lavori ammessi per il Bonus verde

Provincia | Il Bonus verde, ovvero l’agevolazione riconosciuta per la “sistemazione a verde” di aree scoperte, prevede, per l’anno di imposta 2018, la possibilità di detrarre dall’imposta lorda Irpef un importo pari al 36% delle spese documentate, fino a un ammontare complessivo non superiore a 5.000,00 euro per unità immobiliare a uso abitativo

“Sul Terzo Valico silenzio surreale in Provincia”

Lavoro | La Cgil vuole riaprire il dibattito su infrastrutture e Terzo Valico. Il segretario nazionale di categoria domani sui cantieri con la segreteria nazionale. “Aziende appaltatrici in difficoltà? Si proceda con i subentri”. "Gli investimenti sulle infrastrutture non sono alternativi alle manutenzioni. Vanno fatti entrambi"

Avviso pubblico per la co-progettazione di 30 tirocini formativi per disoccupati

Alessandria | Un progetto per offrire a cittadini al momento senza lavoro, in particolare ai genitori appartenenti a nuclei monoparentali e giovani disoccupati, un’occasione di avvicinamento al mondo del lavoro, investendo sulle loro capacità e sulle loro potenzialità e propensione a (ri)mettersi in gioco. Domande entro il 1° ottobre