Ovada

Il comune ci riprova: in vendita l'ex fermata del tram

C'è tempo fino al 14 marzo per presentare un'offerta per lo stabile di piaza Castello. Si parte dalla cifra di 290 mila euro. L'assessore Pastorino: "Il mercato immobiliare che stenta può pesare"

 OVADA - Il valore di mercato (323 mila euro) inizialmente stimato dall’Agenzia delle Entrate non ha attirato potenziali acquirenti, come sperava Palazzo Delfino. E così, dallo scorso 21 dicembre, è tornata sul mercato, dopo che il primo bando è andato deserto, l’ex stazione tranviaria di piazza Castello a Ovada. La notizia, indirettamente, era già stata anticipata lo scorso ottobre, con l’approvazione di una modifica – al piano delle alienazioni, per abbassare la cifra del 10% – durante la seduta del consiglio comunale. Rispetto alla valutazione iniziale, il Comune di Ovada ha fissato in 290.700 euro la base d’asta per la nuova gara. Il bando resterà aperto – e pertanto sarà possibile presentare le offerte – fino alle ore 12.30 del 14 marzo dopodiché, il giorno seguente, alle ore 10.00, si apriranno le buste (segrete). Sarà lì che, confrontando gli importi con il prezzo a base d’asta, verrà assegnato  il maggiore rialzo. «Sappiamo che la situazione del mercato immobiliare è difficile e questo non ci ha aiutato nel corso del primo bando – spiega l’assessore al Bilancio, Giacomo Pastorino –. È chiaro che possa pesare anche sul secondo». Al momento nessuno si sbilancia su quante siano le reali possibilità di una vendita, particolarmente attesa proprio da Palazzo Delfino. E mentre le opposizioni restano decisamente scettiche su questo provvedimento («Se qualche anno fa – ha dichiarato il capogruppo di Patto per Ovada, Giorgio Bricola – si fosse ragionato su un nuovo regolamento sulle alienazioni, di sicuro adesso non ci sarebbero tutti questi problemi»), certe che il bando non andrà a buon fine, in Comune si ragiona sul da farsi nel caso in cui l’ex stazione dovesse passare in mani private. «Restiamo fermi nell’intenzione di alienare un edificio che, viste le condizioni, è problematico da gestire – dice Pastorino –. Quanto ricaveremo servirà a sistemare il resto del patrimonio: strade, marciapiedi e immobili».
5/01/2018







blog comments powered by Disqus


“Sul Terzo Valico silenzio surreale in Provincia”

Lavoro | La Cgil vuole riaprire il dibattito su infrastrutture e Terzo Valico. Il segretario nazionale di categoria domani sui cantieri con la segreteria nazionale. “Aziende appaltatrici in difficoltà? Si proceda con i subentri”. "Gli investimenti sulle infrastrutture non sono alternativi alle manutenzioni. Vanno fatti entrambi"

Avviso pubblico per la co-progettazione di 30 tirocini formativi per disoccupati

Alessandria | Un progetto per offrire a cittadini al momento senza lavoro, in particolare ai genitori appartenenti a nuclei monoparentali e giovani disoccupati, un’occasione di avvicinamento al mondo del lavoro, investendo sulle loro capacità e sulle loro potenzialità e propensione a (ri)mettersi in gioco. Domande entro il 1° ottobre

Serravalle, commercianti uniti per rilanciare il paese nel nome della moda

Serravalle Scrivia | Un gruppo di negozianti di Serravalle Scrivia ha organizzato una sfilata di moda: quasi una sfida impossibile, in un paese che convive con i 240 store dell'Outlet a pochi passi. A guidarli una ex commessa che ha lavorato per 16 anni nel centro commerciale e poi ha deciso di mettersi in proprio

Mense: da lunedì "tutti a tavola". E per i lavoratori (e i loro contratti)?

Alessandria | Il servizio di refezione scolastica parte lunedì 24 settembre: a fare il punto sulla questione "mense" che ha (sur)riscaldato i mesi estivi è l'assessore Straneo in occasione della presentazione del Documento unico di programmazione 2019-2021. A chiedere informazioni sulla possibilità di riduzione delle tariffe è il M5S. E sul fronte occupazionale? "Quasi tutti i contratti arrivati a buon fine, per alcuni con migliorie rispetto alle indicazioni iniziali"

Il rilancio dell'edilizia passa dai "vantaggi" ottenuti con il rinnovo del contratto

UILinforma | Ecco quali sono le novità e i vantaggi per i lavoratori del settore edile, apportati dal rinnovo del contratto nazionale di questa estate. A fare il punto della situazione durante il Consiglio regionale della Feneal Uil è stato il segretario nazionale, Vito Panzanella. Un quadro della situazione "drammatica" che sta vivendo la provincia è stato delineato invece dal segretario provinciale Paolo Tolu