Provincia

Impianto trattamento fanghi a Carentino: vince il “No”. L'Agribio ritira il progetto

La ditta Agribio ha accolto l'invito della Conferenza dei Servizi dello scorso 21 settembre a “ritirare il progetto” relativo all'impianto di trattamento fanghi che sarebbe dovuto sorgere a Carentino. “Pericolo” scampato almeno per il momento per i Comuni della zona, che hanno portato avanti in questi mesi una battaglia insieme al Comitato 3a

 PROVINCIA - La conferenza dei servizi che si era tenuta il 21 settembre scorso aveva già messo in evidenza molte perplessità sul progetto presentato da Agribio sull'impianto di trattamento fanghi che sarebbe dovuto sorgere a Carentino. Tanto da chiedere di “ritirare” il progetto così come era.

Molte le osservazioni arrivate anche dalle relazioni dei Vigili del Fuoco, che hanno segnalato tutta una serie di documentazione necessaria che non era “specificata” nel progetto della ditta e dall'Asl che ha parlato di “mancanza di uno studio approfondito relativo alla dispersione e ricaduta delle emissioni, che data la natura dell'attività, potrebbero determinare diffusione di odori sgradevoli, specie in caso di malfunzionamento del biofiltro”.

Osservazioni e mancanze, oltre ai secchi “NO” dei Comuni che per mesi hanno dato battaglia insieme al Comitato 3a (che su queste novità ha organizzato una serata di confronto a Carentino per questa sera giovedì 11 ottobre) e a diversi altri gruppi di cittadini e abitanti di quei territori. Una “buona notizia” per chi ha da sempre osteggiato questo impianto, confermata dal dirigente della Provincia, Claudio Coffano, che parla di “ritiro da parte dell'azienda seguendo l'invito arrivato durante la Conferenza dei Servizi”.

Una battaglia vinta, anche se la guerra non si può dire ancora finita, vista la possibilità e probabilità che Agribio possa ripresentarne uno nuovo di progetto, questa volta in conformità alle osservazioni sollevate.
11/10/2018







blog comments powered by Disqus


Concorso infermieri: "tutti possono partecipare. E' un diritto inalienabile"

Lavoro | E' la Cisl Funzione Pubblica Alessandria e Asti a mettere i "puntini sulle i" dopo aver ricevuto diverse segnalazioni di infermieri, quasi tutti già impiegati nel settore privato-socioassistenziale-cooperative, per sapere se è corretto che il proprio datore di lavoro ostacoli la partecipazione al concorso pubblico indetto a Casale Monferrato il 2 marzo. " la partecipazione a un concorso è un diritto inalienabile di cui nessuno può privarli"

Inaugurata la filiale Ubi Banca di Tortona

Tortona | "Digitalizzazione e consulenza innovativa a servizio della clientela". Nell’ambito del piano di riorganizzazione del modello distributivo dell’istituto di credito, è stata presentata la nuova filiale, già aperta al pubblico. La Banca punta sull’integrazione tra canale fisico tradizionale e sistemi digitali avanzati.

Nuove speranze per chi cerca lavoro: a Serravalle apre il Santachiara

Serravalle Scrivia | C'è una nuova speranza per chi è in cerca di un lavoro. Ma anche per chi, al contrario, il lavoro lo offre ma non riesce a trovare il dipendente giusto o i fondi necessari per assumere. E' l'istituto Santachiara che ha aperto una sede anche a Serravalle Scrivia

Requisiti per Quota 100 e Opzione donna

Lavoro | Per ottenere la pensione anticipata con i requisiti di "Quota 100" sono necessari, sia per gli uomini che per le donne, 62 anni di età e aver maturato 38 anni di contributi, solo così è possibile raggiungere quota 100. Per quanto riguarda "Opzione donna", tutte le donne possono accedere alla pensione interamente calcolata con il sistema contributivo se in possesso dI determinati requisiti

Nuovi contributi ai comuni per la rimozione dell’amianto

Economia | L'assessore regionale all'Ambiente Valmaggia: “a breve potremo pubblicare il bando per finanziare interventi per oltre 2 milioni di euro”