Ovada

Lavoro e impresa: il grande gelo nell'Ovadese

Nel settore delle costruzioni, siamo passati da 447 imprese registrate per un totale di 838 posti di lavoro, a una situazione con 417 realtà produttive e 585 addetti. Calano anche gli altri settori, secondi i dati forniti dalla Camera di Commercio di Alessandria

OVADA - I dati per il 2017 in fase di elaborazione alla Camera di Commercio di Alessandria testimoniano di un quadro generale meno crudo rispetto a quello degli anni precedenti. Lo scenario del lavoro, riparametrato sulla realtà dell’Ovadese, mostra però quanto l’intera economia abbia sofferto negli ultimi anni. In sintesi, dalle 2.568 imprese registrate nel 2010, coi dati più recenti a disposizione, siamo passati a 2.388. Questo fenomeno ha portato alla perdita di più di 2 mila posti di lavoro. Il solo settore più sviluppato in termini di numeri, quello della manifattura in genere, ha fatto registrare calo di 27 aziende con la conseguente perdita di poco meno di 500 addetti. “Ciò che emerge, in sintesi – si legge nella relazione che accompagna lo studio effettuato dalla Camera di Commercio di Alessandria - è un calo generalizzato delle imprese dell’Ovadese, che trova corrispondenza nel calo delle imprese a livello provinciale; la differenza principale fra Ovadese e provincia di Alessandria si ha nel dato artigiano: l’Ovadese registra una minore flessione del dato rispetto alla provincia (-6,8% contro -11,5%), e il settore più rilevante per dimensioni, le costruzioni, registra parimenti una minore flessione nell’Ovadese: -6,9% contro il -15,5% della provincia”.

Come detto, nel settore delle costruzioni, siamo passati da 447 imprese registrate per un totale di 838 posti di lavoro, a una situazione con 417 realtà produttive e 585 addetti. Più difficile fare un’analisi puntuale delle cause, scindere cioè dall’influenza delle condizioni macroeconomiche che hanno influenzato tutto il Paese nel recente periodo, e verificare quali siano le criticità locali che hanno avuto un peso sull’andamento degli ultimi anni. Un altro esempio: il comparto del commercio all’ingrosso e al dettaglio accompagnato dalla riparazione di auto e motocicli ha visto sparire 26 imprese (da 571 a 555) per un totale di 135 posti di lavoro. Com’è facile verificare dalle proporzioni parliamo di piccoli, a volte minuscoli insediamenti produttivi, quelli che per caratteristiche faticano maggiormente a riprogrammarsi in base ai cambiamenti del mondo del lavoro. Una luce in fondo al tunnel però sembra esserci. Se il mondo artigiano negli ultimi anni è stato tra i più colpiti dalla crisi, sono tante le opportunità che innovazione e rivoluzione digitale stanno portando anche nel settore della meccanica e della meccatronica, tradizionalmente forti in termini di aziende e di addetti anche nell’ovadese. Confartigianato fa rilevare che tra le professioni più richieste e con maggiore difficoltà di reperimento vi sono gli addetti all’installazione di macchine utensili e gli addetti alla gestione di macchinari a controllo numerico. Problemi anche a reperire operai nelle attività metalmeccaniche ed elettromeccaniche. 

 

 

 

28/02/2018







blog comments powered by Disqus


La progettualità “AgriYoung”: i giovani nel settore agricolo

Alessandria | Organizzato da UeCoop Piemonte giovedì 27 settembre al Centro Sportivo “Il Borsalino” un workshop per presentare le idee per la stagione autunno-inverno 2018-2019

"Toninelli tiene fermi i finanziamenti del Terzo Valico? da ottobre lavori fermi"

Economia | Il presidente della Regione Piemonte esprime preoccupazione per il futuro del Terzo Valico dei Giovi: "sembra che il ministro Toninelli stia tenendo fermi i finanziamenti già decisi, deliberati e pubblicati in Gazzetta Ufficiale per il 5° lotto dei lavori del Terzo Valico. Se questi fondi non verranno sbloccati, dall’inizio di ottobre i lavori purtroppo si fermeranno"

Poste, rebus sulle assunzioni e stabilizzazioni

Provincia | In provincia di Alessandria mancano almeno trenta porta lettere, ma l'azienda, dicono i sindacati, non ha intenzione di procedere con nuove assunzioni o di stabilizzare i precari. Cgil, Cisl e Uil chiedono come Poste Italiane intenda garantire gli standard qualitativi del servizio

La nebbia blocca i ladri, Ascom 'spinge' sul sistema antintrusione

Alessandria | Ascom offre convenzione per i propri associati in fatto di sicurezza e vigilanza. Tra i dispositivi più efficaci, il nebbiogeno, particolarmente adatto per i commercianti

Il Monferrato doc Nebbiolo è realtà

Provincia | Sono 600 gli ettari potenzialmente destinabili a Monferrato doc Nebbiolo e oltre 500 le aziende interessate da questa possibilità legislativa