Finanziamenti regionali

Bando per i salariati agricoli stagionali

Il bando prevede la possibilità di richiedere l’erogazione di contributi da parte dei Comuni, delle Unioni di Comuni e dei Consorzi di Comuni del Piemonte che realizzano nell’anno 2017 interventi per la sistemazione temporanea di salariati agricoli avventizi

FINANZIAMENTI REGIONALI - Il bando, in applicazione della LR 12 del 13.06.2016 e della D.G.R. n. 17-5288 del 03.07.2017, prevede la possibilità di richiedere l’erogazione di contributi da parte dei Comuni, delle Unioni di Comuni e dei Consorzi di Comuni del Piemonte che realizzano nell’anno 2017 interventi per la sistemazione temporanea di salariati agricoli avventizi.

La Regione Piemonte ha intrapreso un'azione di supporto all'attività lavorativa stagionale in agricoltura, al fine di prevenire lo sfruttamento ed il fenomeno del caporalato, con l'obiettivo di incidere concretamente sul tessuto sociale e culturale piemontese creando condizioni di legalità diffuse sul territorio e tali da innescare processi virtuosi di emersione del lavoro non regolare. Il presente intervento si prefigge di intervenire sulla problematica della accoglienza dei lavoratori agricoli migranti. Il finanziamento previsto, infatti, intende sostenere gli Enti Locali e le Associazioni ad essi convenzionate al fine di provvedere alla sistemazione abitativa dei lavoratori agricoli migranti stagionali, con l’esclusione dei salariati fissi, che soggiornano e prestano la loro opera nella Regione Piemonte nei periodi di raccolta della frutta e di attività correlate alla coltivazione. Si intende ottenere il raggiungimento di tale fine mediante il finanziamento di lavori di adeguamento igienico-sanitario in strutture esistenti – non residenziali e che siano di proprietà pubblica o nella disponibilità effettiva, in base a donazione, usufrutto o altro diritto reale di godimento, degli Enti Locali richiedenti - e di allestimento di moduli abitativi temporanei per quei lavoratori che, a causa di eventuali picchi di affluenza in coincidenza con la raccolta della frutta, non sarà possibile alloggiare presso le aziende agricole interessate alle loro prestazioni.

RISORSE FINANZIARIE
Stanziamento del bando: 100.000,00 euro.
Importo massimo del singolo progetto: 25.000,00 euro.
Percentuale del contributo sulla spesa fatturata rendicontata e riconosciuta ammissibile dal Settore Strutture delle imprese agricole ed agroindustriali ed energia rinnovabile (IVA esclusa): 100%

BENEFICIARI
Singoli Comuni, Unioni di Comuni e Consorzi di Comuni - già costituiti ai sensi del Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267 "Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli Enti Locali" e s.m.i. - (in seguito Enti Richiedenti), della Regione Piemonte iscritti all’anagrafe agricola unica del Piemonte, ai sensi della Deliberazione della Giunta Regionale 1 agosto 2005, n. 46-639, .con un elevato tasso di presenze straniere, durante il periodo estivo-autunnale, dovuto alla domanda di manodopera nel comparto agricolo e che prestano servizi finalizzati alla loro accoglienza.
Interventi ammessi (che devono essere realizzati nell’arco dell’anno 2017):
1. acquisto, locazione ed installazione di strutture prefabbricate ad uso stagionale ai fini dell’accoglienza della manodopera agricola stagionale, non fissa (intendendo per “strutture prefabbricate”: prefabbricati di tipo abitativo; moduli abitativi prefabbricati anche tipo container, servizi igienici tipo cantiere e bagni chimici, tensostrutture autostabili modulari con superficie di almeno 25 m2 con copertura in materiale flessibile in grado di garantire protezione anche in caso di condizioni meteorologiche avverse), per un periodo di utilizzo non superiore a centottanta giorni all’anno; gli interventi realizzati non devono superare il limite di superficie di duemila metri quadrati ed essere eseguite in conformità alle norme igienico-sanitarie e regolamentari previste;
2. adeguamento igienico-sanitario finalizzato all’utilizzo abitativo di strutture esistenti non residenziali che siano di proprietà pubblica o nella disponibilità effettiva, in base a donazione, usufrutto o altro diritto reale di godimento, degli Enti Richiedenti. Detti interventi di adeguamento dovranno essere realizzati in conformità alle vigenti norme e disposizioni in materia igienico-sanitaria ed urbanistico-edilizia (salvo per le deroghe previste dalla L.R.12 del 13.06.2016) relative all’utilizzo abitativo.
E’ responsabilità dell’Ente Richiedente la gestione delle strutture, la logistica e la tutela della sicurezza per quanto attiene l’accoglienza ed i servizi alla persona nonchè il rispetto di tutte le normative pertinenti nella realizzazione dell’intervento e nella effettuazione delle spese relative.
Qualora, per cause di emergenza abitativa, l’Ente Richiedente avesse già proceduto alla realizzazione dell’allestimento dei siti finalizzati alla sistemazione temporanea di salariati agricoli stagionali, esclusivamente nell’ambito degli interventi ammessi, potrà presentare, insieme con la domanda di sostegno, la rendicontazione finale al fine di ottenere, dopo le previste verifiche, la eventuale liquidazione del finanziamento.

Al fine di indirizzare i contributi regionali nei Comuni, Unioni di Comuni e Consorzi di Comuni in cui la problematica si presenta con maggiore gravità, sarà data priorità alle richieste pervenute sulla base del numero di salariati agricoli stagionali da ospitare in strutture pubbliche (media tra il numero di salariati ospitati nel 2016 e nel 2017 – per quanto riguarda l’anno 2017 l’Ente Richiedente potrà indicare il numero effettivamente accertato, qualora i salariati stagionali siano già presenti, oppure il numero previsto, qualora i salariati stagionali non siano ancora presenti).

link al bando in originale con modulistica e allegati:
http://www.regione.piemonte.it/cgi-bin/agri/leggi/pub/bando.cgi?id=375&montagna=
per info:
Lamoro scarl
Via Leopardi, 4 14100 Asti
0141 532516 info@lamoro.it
12/09/2017







blog comments powered by Disqus


Lavoro, "su Ilva e Outlet non abbassiamo la guardia"

Novi Ligure | Su Ilva e Outlet non bisogna abbassare la guardia. E' il messaggio che un po' tutti i leader sindacali, così come il sindaco Rocchino Muliere, hanno trasmesso al ministro del Lavoro Giuliano Poletti intervenuto a Novi Ligure per un convegno

Rilanciare il centro storico: un dibattito con docenti, politici e imprenditori

Novi Ligure | Un incontro per discutere del futuro del centro storico di Novi Ligure e di quanto le attuali dinamiche stanno modificando profondamente non solo il tessuto urbano ma anche il modo di vivere la città. Lo organizza l'associazione culturale Novinterzapagina

Settimo (UilTucs): "le parole che ci rappresentano sono democrazia, lavoro, competenza e diritti"

UILinforma | Dopo quattro anno si è tenuto il Congresso della UilTucs. "Nessuno slogan, ma parole che hanno rappresentato le nostre battaglie di questi anni e che dovranno essere alla base anche per quelle del futuro" come ha ricordato Maura Settimo segretario territoriale UilTucs Alessandria che è stata rieletta all'unanimità

Mediazione civile e commerciale: accordo tra la Camera di Commercio e le Associazioni

Economia e Lavoro | La convenzione impegna le Associazioni dei Consumatori a promuovere tra i loro associati e/o utilizzatori dei loro servizi il ricorso al servizio di mediazione della Camera di Commercio di Alessandria

Cessione del quinto e pignoramento stipendio

Provincia | "Se un lavoratore ha la necessità di affrontare una spesa imprevista o programmata e non ha liquidità può chiedere al proprio datore di lavoro che un quinto della propria retribuzione venga pagata al creditore, come ad esempio per saldare un debito con una finanziaria..."