Finanziamenti Europei

Dall'Europa un sostegno ai festival cinematografici

Nell’ambito del Sottoprogramma MEDIA di Europa Creativa è stato pubblicato il bando EACEA/17/2017 per il sostegno a festival cinematografici

FINANZIAMENTI EUROPEI - Nell’ambito del Sottoprogramma MEDIA di Europa Creativa è stato pubblicato il bando EACEA/17/2017 per il sostegno a festival cinematografici.
Con questo bando la Commissione europea mette in campo 3,2 milioni di euro per finanziare progetti riguardanti la realizzazione di festival nei Paesi ammissibili a MEDIA. I festival devono prevedere una programmazione di almeno il 70% di opere (fiction, documentari, animazione) provenienti da tali Paesi, oppure di almeno 100 lungometraggi o 400 cortometraggi, se trattasi di festival a questi dedicati. Nell'ambito della programmazione il 50% dei film deve essere non nazionale e devono essere rappresentati almeno 15 Paesi ammissibili.
Inoltre, sono incoraggiati festival che:
- dimostrano una forte capacità nello sviluppo del pubblico (specialmente il pubblico giovane), realizzando attività prima, durante o dopo la manifestazione, tra cui attività in tutto il corso dell’anno e/o decentramento in altre città (con partner minori del festival) e/o attività di sensibilizzazione rivolte al pubblico di festival secondari;
- dimostrano l’impegno a realizzare azioni innovative soprattutto per quanto riguarda la sensibilizzazione e lo sviluppo del pubblico, utilizzando le più recenti tecnologie e supporti digitali, tra cui i social media;
- organizzano, in collaborazione con istituti scolastici e altri organismi, iniziative di alfabetizzazione cinematografica;
- danno grande rilievo a film europei, in particolare a quelli provenienti da Paesi con scarsa capacità di produzione audiovisiva (tutti i Paesi MEDIA esclusi Italia, Francia, Germania, Spagna, Regno Unito);
- danno grande rilievo alla programmazione di opere europee non nazionali e alla diversità geografica di questa programmazione;
- dimostrano interesse ad avviare o sviluppare ulteriormente collaborazioni e partnership con altri festival cinematografici europei.

I progetti devono avere una durata massima di 12 mesi (il periodo di ammissibilità dei costi inizia 8 mesi prima della data di inizio del festival e termina 4 mesi dopo tale data).

Il contributo UE per i progetti selezionati consisterà in una somma forfettaria di importo compreso fra 19.000 e 75.000 euro, a seconda del numero di film europei nella programmazione.
La Commissione Ue prevede di finanziare 75 progetti.

Candidati ammissibili
I candidati devono essere organismi europei (imprese private, organizzazioni senza scopo di lucro, associazioni, organizzazioni di volontariato, fondazioni, comuni/consigli comunali, ecc.) aventi sede in uno dei paesi partecipanti al sottoprogramma MEDIA e appartenere direttamente o tramite partecipazione maggioritaria a cittadini di tali paesi.
Le domande di soggetti giuridici stabiliti in uno dei seguenti paesi sono ammissibili purché siano soddisfatte tutte le condizioni di cui all'articolo 8 del regolamento che istituisce il programma Europa creativa e la Commissione abbia avviato negoziati con il paese:
− gli Stati membri dell’Unione europea e i paesi e territori d’oltremare ammessi a partecipare al programma ai sensi dell’articolo 58 della decisione 2001/822/CE del Consiglio;
− paesi aderenti e paesi candidati effettivi e potenziali che beneficiano di una strategia di preadesione, conformemente ai principi generali e alle condizioni generali per la partecipazione di tali paesi ai programmi dell'Unione istituiti a norma dei rispettivi accordi quadro, decisioni dei consigli di associazione o accordi analoghi;
− paesi EFTA membri del SEE, a norma delle disposizioni dell'accordo SEE;
− la Confederazione svizzera, in forza di un accordo bilaterale da concludere con tale paese;
− paesi dello spazio europeo di vicinato, secondo le procedure definite con tali paesi in base agli accordi quadro che prevedono la loro partecipazione ai programmi dell'Unione europea;
Il programma è inoltre aperto ad azioni di cooperazione bilaterale o multilaterale mirate a paesi o regioni selezionati sulla base di stanziamenti supplementari versati da tali paesi o regioni e di disposizioni specifiche da concordare con gli stessi.
Il programma consente la cooperazione e azioni comuni con paesi che non partecipano al programma e con le organizzazioni internazionali attive nei settori culturali e creativi quali l’UNESCO, il Consiglio d’Europa, l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo o l’Organizzazione mondiale della proprietà intellettuale sulla base di contributi comuni finalizzati alla realizzazione degli obiettivi del programma.
Le proposte dei candidati di paesi non appartenenti all'UE possono essere selezionate a condizione che, alla data della decisione di concessione del contributo, siano stati firmati accordi che fissano le modalità per la partecipazione di tali paesi al programma stabilito dal regolamento di cui sopra.
L’Agenzia può selezionare proposte di candidati di paesi non UE purché, alla data della decisione di aggiudicazione, siano stati sottoscritti accordi che definiscano le modalità di partecipazione di tali paesi al programma istituito dal suddetto regolamento.
Un elenco aggiornato dei paesi che soddisfano le condizioni di cui all'articolo 8 del regolamento e con cui la Commissione ha avviato negoziati è reperibile al seguente link:
http://eacea.ec.europa.eu/creative-europe/library/eligibility-organisations-non-eu-countries_en
Le persone fisiche non possono presentare domanda di sovvenzione.

I termini per la presentazione delle proposte sono i seguenti:
- 26 aprile 2018, ore 12.00 (ora di Bruxelles) per festival aventi inizio fra il 1° novembre 2018 e il 30 aprile 2019.

Europa Creativa (2014-2020) Sottoprogramma MEDIA - Invito a presentare proposte EACEA/17/2017: sostegno ai festival cinematografici
per info:
Lamoro scarl
Via Leopardi, 4 14100 Asti
info@lamoro.it
0141 532516
28/12/2017







blog comments powered by Disqus


"Maestre senza laurea": nessuna applicazione della sentenza prima di marzo

Scuola | Nell'incontro tra sindacati e Miur di martedì 16 gennaio è stato comunicato l'avvio da parte del Ministero di un monitoraggio di dati e casi che riguardano quegli insegnanti "senza laurea" dopo la sentenza del Consiglio di Stato. Il MIUR ne trasmetterà gli esiti, per avere opportune indicazioni operative, all’Avvocatura dello Stato, che difficilmente si pronuncerà prima della metà di marzo. Fino ad allora, quindi, non è ipotizzata alcuna iniziativa volta a dare applicazione alla sentenza"

Solidità dell'economia industriale: valori positivi e in crescita con l'export a fare da padrone

Economia  | Indagine Congiunturale Trimestrale di Confindustria Alessandria con previsioni gennaio-marzo 2018: "gli imprenditori esprimono attese tutte positive, dall’occupazione alla produzione, dagli ordini totali ed export alla propensione ad investire, dall’utilizzo degli impianti alla redditività, riaffermando la tendenza in atto nel 2017". Buzzi: "“Accompagnamo le imprese nel nuovo percorso di crescita”

''Comuni Riuniti'': sei nuovi soci per il servizio idrico di Belforte

Belforte Monferrato  | Franco Ravera, primo cittadino del paese, ha rimarcato il risultato ottenuto dall'omonima “Comuni Riuniti Belforte Monferrato srl”, la società in house a capitale interamente pubblico che si occupa della gestione del servizio idrico. Nell’ultimo anno sono entrati a farne parte di questo “gruppo” anche alcuni Comuni della Val Lemme, fino al territorio tortonese

Centrale del Latte di Alessandria e Asti: si rinnovano le cariche sociali

Economia  | L’azienda chiude un esercizio in chiaroscuro e guarda avanti con nuove cascine conferenti, investimenti e prodotti innovativi. Il nuovo CdA si riunirà nei prossimi giorni per la designazione delle nuove deleghe, a partire dal presidente

Gomma Plastica: la Federazione risponde "attaccando". Sindacati: "Pronti per nuovo sciopero"

Economia e Lavoro | Manifestazione a Milano partecipata dalla provincia alessandrina. Ma allo sciopero la Federazione ribatte: "contrariamente a quanto dichiarato dalle organizzazioni sindacali, l’art.70 del CCNL Gomma Plastica non prevede alcuna verifica sugli scostamenti inflattivi. E se fosse stato al contrario, a favore dei lavoratori?". Dai sindacati: "noi vogliamo solo l'esame congiunto, un confronto". E si prepara un nuovo sciopero