Lavoro

“Sul Terzo Valico silenzio surreale in Provincia”

La Cgil vuole riaprire il dibattito su infrastrutture e Terzo Valico. Il segretario nazionale di categoria domani sui cantieri con la segreteria nazionale. "Aziende appaltatrici in difficoltà? Si proceda con i subentri". "Gli investimenti sulle infrastrutture non sono alternativi alle manutenzioni. Vanno fatti entrambi"

LAVORO -  Vuole riaccendere i riflettori sul Terzo Valico dei Giovi, maxi opera da 6 miliardi di euro, il sindacato Cgil che domani, con il segretario nazionale Fillea Alessandro Genovesi e il membro della segreteria generale Vincenzo Colla, oggi sarà in visita ai cantieri del novese e in assemblea con i lavoratori a Castagnola. “C'è un silenzio surreale, in questa Provincia, sulle grandi opere, non c'è dibattito. Abbiamo un problema drammatico di sviluppo, eppure non si parla di come sfruttare per il territorio un'opera come il Terzo Valico”, dice Franco Armosino, segretario confederale per la provincia.
Si è parlato di sviluppo e grandi opere in generale nell'incontro organizzato nella sede della Camera del Lavoro di Alessandria, prima tappa del tour di Genovesi e Colla, che domani saranno nei cantieri, in parte fermi, dell'Alta velocità. Il sindacato chiede “chiarezza” prima di tutto al governo sul tema delle grandi opere. “Avevamo siglato nel febbraio scorso (governo Renzi) il programma Connettere l'Italia che, dopo lungo tempo, superava la visione delle singole opere per una complessiva di sviluppo. Da quell'accordo, ora, si deve ripartire”, spiega Genovesi.
Il settore edile ha perso negli ultimi anni 600 mila posti di lavoro. “Se non si riparte, se ne perderanno altri”, è il timore.

“Il dibattito, dopo il crollo del ponte Morandi a Genova, ha spostato l'attenzione dalle nuove opere alla manutenzione. Non sono alternative, bisogna fare entrambe”.
Rispolvera il motto, “sempre attuale” “Fare e fare bene”, il segretario provinciale Fillea Massimo Cogliandro che ha seguito dall'inizio le tematiche connesse al Terzo Valico.
E il motto deve essere applicato anche alla ricostruzione del ponte di Genova, che con il tema dei trasporti, sviluppo e logistica, anche sul territorio alessandrino, ha a che fare. “Va ricostruito, non parteggiamo per Autostrade o Fincantieri. Lo faccia chi ha le competenze ed è più veloce”, dice ancora Genovesi.
Lo sviluppo, dice ancora il sindacato, non può prescindere dalla logistica e dal trasporto su rotaia, dal potenziamento del porto di Genova e da un'opera di investimenti pubblici.
Alessandria centra eccome, secondo Cgil, il questo sviluppo. “Ve bene il turismo, ma questa è una zona a vocazione manifatturiera, e non dobbiamo dimenticarlo”, rimarca Armosino. Dove fare la logistica? “C'è spazio per tutti, per Novi, Alessandria, anche per Cuneo e Novara”.

Il governo parla di shuttle su gomma verso le aree di Rivalta, Castelnuovo e Ovada? “Mi pare imbarazzante, se la soluzione individuata dal ministro Toninelli è quella”, dice Armosino.
Quel che non faranno le aziende italiane, sul fronte dei trasporti e della logistica, lo faranno quelle degli altri paesi. E "Non ce lo possiamo permettere". 
Intanto domani il sindacato sarà sui cantieri del Terzo Valico. Due sono chiusi, per le difficoltà delle ditte appaltatrici. “Ci sono gli strumenti per superale – sostiene Genovese – Intanto il subentro di nuove società, che garantiscano la clausola sociale a favore dei dipendenti. E' quello su cui puntiamo. Ma di tutto ciò vorremo parlarne con il ministro. Abbiamo chiesto un incontro e ancora non abbiamo avuto risposta”.
21/09/2018







blog comments powered by Disqus


Uniti si è più forti: artisti in scena per i lavoratori di Pernigotti e Iperdì

Novi Ligure | Una grande serata di musica, teatro, danza e cabaret: sono tantissimi gli artisti che si esibiranno a Novi Ligure a sostegno dei lavoratori di Pernigotti e Iperdì. Tra di loro anche ospiti d'eccezione come il comico Claudio Lauretta, gli X1m (la band di Giorgio "Fico" Piazza, storico bassista della Pfm) e i The Docks

Saamo: è nuova emergenza stipendi

Ovada | I dipendenti hanno ricevuto solo metà del dovuto per dicembre. I sindacati inviano una richiesta d'incontro al Prefetto dopo il vertice con i sindaci e l'amministrazione dell'azienda

"L'advisor? Sconosciuto": senza nome chi deve rilanciare la Pernigotti

Novi Ligure | L'advisor incaricato di trovare imprenditori disposti a produrre nello stabilimento Pernigotti di Novi Ligure? Ammesso che ci sia, non se ne conosce neanche il nominativo

Sicurezza nei cantieri del Terzo Valico, i sindacati chiedono più controlli

Lavoro | I lavoratori dei cantieri del Terzo Valico si sono fermati per una giornata di sciopero per chiedere più sicurezza nei cantieri, dopo la morte dell'operaio caduto dall'impalcatura a Voltaggio. Le proposte presentate al Prefetto, per garantire maggiori controlli

Pernigotti, presidio a Dolci Terre: "Occhio agli acquisti, non fate favori ai turchi"

Novi Ligure | In questi giorni, i dipendenti della fabbrica dolciaria, insieme ai commessi dell’Iperdì (il supermercato di via Oneto che ha chiuso lasciando una ventina di persone senza stipendio da quasi cinque mesi), hanno portato parte del presidio a Dolci Terre, la rassegna enogastronomica novese