Alessandria

Terra Madre: salvare le biodiversità per salvare noi stessi

Terra Madre Salone del Gusto: da Alessandria a Torino grazie all'impegno di Slow Food per ribadire la centralità della biodiversità.

ALESSANDRIA - Si è svolta giovedì 21 giugno nella prestigiosa sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, a Palatium Vetus, la pesentazione alessandrina di Terra Madre Salone del Gusto 2018, evento organizzato da Slow Food, Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte e La Stampa che ripetono la positiva esperienza degli anni passati. 

A parlare di biodiversità è stata invitata Francesca Baldereschi, responsabile del progetto Prèsidi di Slow Food, che ha approfondito uno dei temi portanti dell’evento che si terrà a Torino dal 20 al 24 settembre, quello relativo alla centralità della biodiversità. Infatti, tra le numerose novità di questa edizione dell’evento organizzato da Slow Food, ci sono le grandi aree tematiche in cui si svolgeranno incontri, Laboratori del Gusto, forum per approfondire la conoscenza dei diversi argomenti mettendo alla prova sensi e conoscenze.

Secondo la Fao il 75% delle varietà vegetali è perso, irrimediabilmente. Negli Stati Uniti si arriva al 95%. Oggi il 60% dell’alimentazione mondiale si basa su 3 cereali: grano, riso e mais. Non sulle migliaia di varietà di riso selezionate dagli agricoltori che un tempo si coltivavano in India e Cina. O sulle migliaia di varietà di mais che si coltivavano in Messico. Ma su pochissimi ibridi selezionati e venduti agli agricoltori da una manciata di multinazionali. Se scompare la biodiversità, insieme alle piante e agli animali selvatici, scompaiono le piante domesticate dall’uomo, le razze da latte e da carne selezionate dall’uomo.

Questi sono solo alcuni dati approfonditi da Francesca Baldereschi che permettono di inquadrare la questione. Alessandria è il terzo di otto appuntamenti che si tengono nei mesi di giugno e luglio (quasi tutti
ospitati nelle sedi delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte) per presentare Terra Madre Salone del Gusto e approfondire gli argomenti delle aree tematiche: le altre città protagoniste del tour sono Vercelli, Asti, Biella, Cuneo, Novara, Torino e Savona.

"L’Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte sostiene Terra Madre Salone del Gusto 2018 attraverso un tour nelle province piemontesi che anticipa i temi e le sfide della manifestazione legata al cibo buono, pulito, giusto e sano – spiega il Presidente dell’Associazione delle 12 FOB del Piemonte Giovanni Quaglia -. Le otto tappe promuovono, in linea con la mission di Slow Food e dell'Associazione delle Fondazioni piemontesi, la tutela dell’agricoltura etica e sostenibile e dei suoi prodotti, l’attenzione alle comunità del cibo, il rispetto della terra quale patrimonio unico e insostituibile anche per il nostro territorio, ricco di eccellenze enogastronomiche e paesaggistiche". 

"Per il secondo anno consecutivo, il "broletto" della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria - sottolinea il presidente Pier Angelo Taverna - ospita la presentazione di Terra Madre Salone del Gusto. Un importante abbinamento tra la tutela e la conservazione del nostro patrimonio storico-artistico, da un lato, e il rispetto e la valorizzazione dell’economia della Natura, dall’altro. Il nostro impegno, come Fondazione in sinergia con gli altri partner del territorio, si basa sulla consapevolezza che rafforzare l'economia locale, l'agricoltura locale e le produzioni tipiche rappresenti la giusta pratica per un corretto sviluppo eco-sostenibile; la partecipazione stessa dell'Associazione delle Fondazioni Piemontesi all'evento dimostra l'attenzione e la sensibilità che i nostri Enti rivolgono a questa problematica. Un augurio di buon lavoro e di grande successo agli organizzatori del Salone e al suo deus ex machina, Carlin Petrini".
 
Le otto province sono coinvolte nell’evento in diversi modi: innanzitutto attraverso i contadini, allevatori e artigiani che presentano i loro prodotti nello spazio espositivo di Lingotto Fiere; in secondo luogo, ospitando i delegati di Terra Madre provenienti da tutto il mondo, nelle famiglie dei numerosi comuni che fanno parte della rete delle Città di Terra Madre; infine, novità di questa edizione, accogliendo i visitatori in 15 TourDiVini, itinerari piemontesi pensati assieme alle Condotte locali di Slow Food (l'alessandrino vanta 4 condotte e 6 presidi slow food) per offrire l’opportunità di conoscere le bellezze artistiche e paesaggistiche del Piemonte e gustare i prodotti più significativi nei luoghi in cui nascono.

Tra i temi degli altri appuntamenti ci sono le campagne Slow Meat e Slow Fish, il rapporto tra cibo e salute, il ruolo di api e insetti. Oltre ad approfondimenti sul nuovo progetto di università diffusa e sul ruolo di migranti e indigeni nella discussione sul futuro del cibo.

Ecco le prossime tappe del tour:
26 giugno, ore 18 - Asti: Fondazione Cassa di Risparmio di Asti
28 giugno, ore 18 - Cuneo: Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo
3 luglio, ore 18 - Novara: Circolo dei Lettori di Novara

Sempre nel mese di luglio sono previste altre due tappe a Torino e a Savona. 

Alessandria porterà nell'ideale "arca" delle specie da salvare, composta a Torino, il Salamino di Mandrogne e il Cavolo di San Giovanni, una semenza estiva coltivata da alcuni agricoltori di Casalcermelli, come ricordato da Dalia Ghisu, fiduciaria della condotta alessandrina. 

22/06/2018







blog comments powered by Disqus


Lercaro: vertice sindaci - sindacati

Ovada | Come assicurare continuità alla Casa di riposo. La Cisl prosegue con la proposta di farne punto di riferimento per la non autosufficienza in attesa di dettagliare meglio

Politica e protezionismo spaventano gli industriali: "Che farà il Governo?"

Alessandria | Luci ed ombre sulle previsioni delle industrie piemontesi. In provincia la situazione, per certi versi, non è così negativa. Ma tutti temono i dazi e le conseguenti ripercussioni sull'export - unica grande speranza delle produzioni -, in attesa che il Governo palesi la linea che vorrà seguire

Nuove autostrade per aiutare la logistica, il piano di Confindustria

Alessandria | La logistica pare essere l'unica carta vincente per la provincia di Alessandria. Confindustria ha incontrato i consiglieri regionali e i parlamentari (non tutti) per parlare del polo della Valle Scrivia, di nuove uscite autostradali, della cassa integrazione in scadenza. E pure dell'alluvione del '94

Pensioni: mese di luglio e la quattordicesima

Provincia | Per i pensionati italiani la rata della pensione di luglio è più ricca delle altre mensilità perché, da circa dieci anni, in questo mese l’Inps, oltre alla cifra ordinaria, riconosce anche la somma aggiuntiva, meglio conosciuta come “quattordicesima” mensilità dei pensionati

Unica offerta per la Borsalino: dieci milioni da Philippe Camperio

Alessandria | Un solo interessato, lo svizzero Camperio che fin dall'inizio gli aveva messo gli occhi addosso, affittando il marchio. Il fallimento si conclude sette mesi dopo: fatti salvi improbabili colpi di scena il cappellificio passerà completamente (brand e stabilimento) alla Haeres Equita