Editoriale

Cultura sportiva è cultura di vita

Negli ultimi anni è cresciuto, soprattutto da parte dei più giovani, l’interesse agli sport cosiddetti “minori”. Coloro che praticano sport, soprattutto di squadra, sono più abituati a fare gruppo anche in altri contesti (scuola, lavoro, volontariato), essere meno invidiosi ed egoisti, spendersi per un progetto comune...

EDITORIALE - “Non c’è solo il calcio”. Lo dicono in tanti, sempre di più, e lo diciamo anche noi. Anche se la metà del settimanale è fatta di quello, dai Grigi ai pulcini delle squadre di paese. Negli ultimi anni è cresciuto, soprattutto da parte dei più giovani, l’interesse agli sport cosiddetti “minori”. L’offerta di palestre e società sportive non si è fatta attendere. E’ bello e sano per un territorio veder ampliare il numero di discipline che le persone possono praticare nel loro tempo libero oppure come attività agonistica. Si, perché la cultura sportiva significa allenarsi alla tolleranza, all’accoglienza, a regole condivise e rispettate. Significa stare con gli altri e respirare aria pura di divertimento, significa impegno, disciplina, a volte dedizione a qualcosa che va oltre l’individuo.

Coloro che praticano sport, soprattutto di squadra, sono più abituati a fare gruppo anche in altri contesti (scuola, lavoro, volontariato), essere meno invidiosi ed egoisti, spendersi per un progetto comune. Per fortuna esistono anche gli sport “maggiori” come il calcio e il basket, con le loro eccellenze provinciali; sfruttarne l’onda dei successi può avvicinare alla cultura dello sport, di tutti gli sport, molti ragazzi. Questa fortuna deve essere accompagnata da politiche pubbliche di un certo respiro: investimenti in strutture, nuove o recuperate, che diano la giusta casa al volley, alle arti marziali, all’atletica, alla bicicletta o anche solo a chi vuole farsi qualche camminata veloce un paio di volte alla settimana, ascoltando musica o chiacchierando con gli amici. Auguriamoci, per questo 2017, qualche sudata in più.

[Vai in edicola e chiedi “AlessandriaNews e Sport”; in questo numero scopriamo l’universo dei cosiddetti sport “minori”, indaghiamo un po’ il futuro della Cittadella di Alessandria, intervistiamo due miti alessandrini come Maurilio Guasco ed Emma Camagna e raccogliamo gli eventi che si svolgeranno nella settimana. Sono tanti gli altri argomenti di approfondimento alessandrino e provinciale, oltre che tutti gli aggiornamenti del calcio del fine settimana. Clicca qui per scoprirli

9/01/2017
Alessio Del Sarto - direttore@alessandrianews.it







blog comments powered by Disqus


Assessori con delega al "copia/incolla"

Editoriale | 1) Si studia la nostra realtà territoriale con strumenti nuovi. 2) Se ne individuano i problemi e la opportunità prioritari. 3) Si attiva un poderoso momento di ricerca delle piccole e grandi iniziative che altrove hanno dato risultati positivi in termini di sviluppo economico o, meglio ancora, di qualità della vita. 4) Le si seleziona in base alla fattibilità (e ad una linea politica) e le si mette in pratica con piccoli interventi, prima sperimentali e poi strutturali. Questo è il metodo dell'assessorato al "copia/incolla" che ipotizziamo in questo articolo.

"Ciccaglioni si dimetta immediatamente": indignazioni per la frase razzista [COMMENTO]

Alessandria | Fanno discutere le affermazioni del neo nominato assessore della Lega Nord, al centro delle polemiche per aver utilizzato l'espressione "abbronzati" riferendosi ad alcuni questuanti e parcheggiatori abusivi, con un chiaro riferimento al colore della pelle. Abbiamo provato anche noi a interrogarci sull'accaduto...

Immigrata prostituta rapina anziana italiana e poi maltratta il suo cucciolo

Editoriale | Incredibile e repentina azione di violenza su una povera pensionata di Alessandria. Ma non bastava: immediatamente dopo, a titolo di sfregio, prende a calci il suo piccolo cucciolo meticcio che da pochi giorni l’anziana signora aveva salvato dal canile

Piccoli settimanali crescono: grazie!

Alessandria | Il primo anno dell’esperienza cartacea è concluso. E’ stata una bella palestra. Potevamo fare meglio? Certo che sì. Siamo già al lavoro per capire come farlo e questo ultimo numero l’abbiamo dedicato a quello. Tante novità dal piglio diverso, dopo un anno di gavetta. A voi lettori, che ci seguite da vicino, supportandoci e bacchettandoci, grazie!

Fondata sul ... ricominciamo da capo

Editoriale | Il lavoro che non c’è, quello che non è più come una volta, quello che non ti permette di vivere fino a fine mese, quello che non si integra con il sistema dell’istruzione… Ma anche quello che può ripartire, insieme ad un nuovo sviluppo, con i ragazzi.