Editoriale

Dono e sharing. Esigenza e piacere

Le raccolte fondi, la condivisione di quello che si ha e di quello che si sa. Succede solo perché mancano i soldi? Ormai non più. Si è capito che questo ‘sharing’ genera relazioni tra persone e che le relazioni sono belle, spesso più del motivo per cui si creano

EDITORIALE - In tempi in cui anche i 10 euro fanno fatica ad uscire dal portafoglio, la società trova i suoi anticorpi. Due di questi, forse i più umani, certamente i più belli da raccontare, sono il dono e la condivisione. Le persone regalano tempo e denaro. Le persone dividono gli oggetti, le competenze e gli spazi. Facciamo qualche esempio. C’è chi rimane sul classico e dona soldi: le raccolte fondi ormai hanno svariate nature (cene, banchetti di roba vecchia, il cestino delle offerte…) ma anche svariate dimensioni. C’è poi chi condivide quello che ha: la casa, per esempio. Il couchsurfing è ormai un servizio a cui tantissimi fanno riferimento. Vuoi scoprire il mondo e non sai come pagare l’albergo? Iscriviti alla piattaforma e sfrutta il divano di qualcuno. Un giorno altri verranno a fare lo stesso a casa tua. Poi c’è chi mette a disposizione quello che sa fare. I coworking sono realtà ovunque: professionisti che non condividono solo una scrivania ma mettono insieme quello che sanno, per crescere. Belli anche i progetti di banca del tempo: tu sai insegnare l’inglese e lo offri alla comunità. In cambio, un giorno, potresti avere qualche lezione di cucina o una babysitter. Ma è solo crisi? Succede solo perché mancano i soldi? Ormai non più. Si è capito che questo ‘sharing’ genera relazioni tra persone e che le relazioni sono belle, spesso più del motivo per cui si creano. Siamo arrivati ad una svolta, magari bruscamente, del concetto di economia e benessere. Magari un giorno, nel paniere ISTAT non ci sarà più la proprietà della bici ma il piacere di una pedalata con gli altri.

[Vai in edicola e chiedi “AlessandriaNews e Sport”; in questo numero parliamo di dono e condivisione, pilastri importanti per la nostra sopravvivenza, di trasporti locali, di movimenti politici pre elettorali. Sono tanti gli altri argomenti di approfondimento alessandrino e provinciale, oltre che tutti gli aggiornamenti del calcio del fine settimana. Clicca qui per scoprirli]

20/03/2017
Alessio Del Sarto - direttore@alessandrianews.it







blog comments powered by Disqus


Assessori con delega al "copia/incolla"

Editoriale | 1) Si studia la nostra realtà territoriale con strumenti nuovi. 2) Se ne individuano i problemi e la opportunità prioritari. 3) Si attiva un poderoso momento di ricerca delle piccole e grandi iniziative che altrove hanno dato risultati positivi in termini di sviluppo economico o, meglio ancora, di qualità della vita. 4) Le si seleziona in base alla fattibilità (e ad una linea politica) e le si mette in pratica con piccoli interventi, prima sperimentali e poi strutturali. Questo è il metodo dell'assessorato al "copia/incolla" che ipotizziamo in questo articolo.

"Ciccaglioni si dimetta immediatamente": indignazioni per la frase razzista [COMMENTO]

Alessandria | Fanno discutere le affermazioni del neo nominato assessore della Lega Nord, al centro delle polemiche per aver utilizzato l'espressione "abbronzati" riferendosi ad alcuni questuanti e parcheggiatori abusivi, con un chiaro riferimento al colore della pelle. Abbiamo provato anche noi a interrogarci sull'accaduto...

Immigrata prostituta rapina anziana italiana e poi maltratta il suo cucciolo

Editoriale | Incredibile e repentina azione di violenza su una povera pensionata di Alessandria. Ma non bastava: immediatamente dopo, a titolo di sfregio, prende a calci il suo piccolo cucciolo meticcio che da pochi giorni l’anziana signora aveva salvato dal canile

Piccoli settimanali crescono: grazie!

Alessandria | Il primo anno dell’esperienza cartacea è concluso. E’ stata una bella palestra. Potevamo fare meglio? Certo che sì. Siamo già al lavoro per capire come farlo e questo ultimo numero l’abbiamo dedicato a quello. Tante novità dal piglio diverso, dopo un anno di gavetta. A voi lettori, che ci seguite da vicino, supportandoci e bacchettandoci, grazie!

Fondata sul ... ricominciamo da capo

Editoriale | Il lavoro che non c’è, quello che non è più come una volta, quello che non ti permette di vivere fino a fine mese, quello che non si integra con il sistema dell’istruzione… Ma anche quello che può ripartire, insieme ad un nuovo sviluppo, con i ragazzi.