Editoriale

Se progetti sui miei spazi, dimmelo

Di casi come quello del Teatro di Alessandria ce ne sono stati molti altri in Provincia e alcuni all’orizzonte (la Cittadella?!) ma i processi che caratterizzano queste situazioni sono confusi e spesso chiusi. Serve innovazione concreta per rispondere in modo moderno alle sfide della cultura

EDITORIALE - Il Teatro di Alessandria è uno dei più grandi spazi in Provincia che necessitano di una riqualificazione, di un progetto creativo e sostenibile per ripartire. Sono i mesi della verità, quelli in cui pare possa arrivare un sostegno della Regione, si spera accompagnato da un’idea forte o, meglio ancora, da un processo aperto di progettazione. E’ qui che le amministrazioni dovrebbero fare un passo in avanti. Infatti, di casi come quello del Teatro di Alessandria ce ne sono stati molti altri in Provincia - piccoli o grandi - e alcuni all’orizzonte (la Cittadella?!) ma i processi che caratterizzano queste situazioni sono lenti, confusi e soprattutto chiusi all’interno dei Palazzi tanto che spesso si risolvono in nulla. Da fuori, molti soggetti ansiosi di vedere soluzioni belle e veloci, si domandano sempre le stesse cose: perché non esiste una bacheca (internet e spazio fisico) dove prendere visione dei materiali che potrebbero stimolare nuove idee? Perché non esiste un tavolo aperto, pubblico e periodico sul tema? Quali sono i contatti dei tecnici e dei politici coinvolti? Questo darebbe agli attori pubblici e privati, locali o internazionali, modo di seguire l’iter amministrativo (fondamentale), comprendere responsabilità e competenze, capire di quali metrature e impianti si può disporre, per immaginare soluzioni, arredi e strumentazioni di cui ci sarebbe bisogno. Servono strumenti per dare sfogo alla creatività e, magari copiando buone pratiche internazionali, portare qui un po’ di quell’innovazione sociale ed economica di cui ci si riempie la bocca ma sulla quale facciamo un po’ fatica a concretizzare.

[Vai in edicola e chiedi “AlessandriaNews e Sport”; questa settimana parliamo di Teatro e di futuro della cultura, continuiamo il nostro percorso sulla politica locale e proponiamo tanti altri contenuti di approfondimento alessandrino e provinciale

 
31/10/2016
Alessio Del Sarto - direttore@alessandrianews.it







blog comments powered by Disqus


Assessori con delega al "copia/incolla"

Editoriale | 1) Si studia la nostra realtà territoriale con strumenti nuovi. 2) Se ne individuano i problemi e la opportunità prioritari. 3) Si attiva un poderoso momento di ricerca delle piccole e grandi iniziative che altrove hanno dato risultati positivi in termini di sviluppo economico o, meglio ancora, di qualità della vita. 4) Le si seleziona in base alla fattibilità (e ad una linea politica) e le si mette in pratica con piccoli interventi, prima sperimentali e poi strutturali. Questo è il metodo dell'assessorato al "copia/incolla" che ipotizziamo in questo articolo.

"Ciccaglioni si dimetta immediatamente": indignazioni per la frase razzista [COMMENTO]

Alessandria | Fanno discutere le affermazioni del neo nominato assessore della Lega Nord, al centro delle polemiche per aver utilizzato l'espressione "abbronzati" riferendosi ad alcuni questuanti e parcheggiatori abusivi, con un chiaro riferimento al colore della pelle. Abbiamo provato anche noi a interrogarci sull'accaduto...

Immigrata prostituta rapina anziana italiana e poi maltratta il suo cucciolo

Editoriale | Incredibile e repentina azione di violenza su una povera pensionata di Alessandria. Ma non bastava: immediatamente dopo, a titolo di sfregio, prende a calci il suo piccolo cucciolo meticcio che da pochi giorni l’anziana signora aveva salvato dal canile

Piccoli settimanali crescono: grazie!

Alessandria | Il primo anno dell’esperienza cartacea è concluso. E’ stata una bella palestra. Potevamo fare meglio? Certo che sì. Siamo già al lavoro per capire come farlo e questo ultimo numero l’abbiamo dedicato a quello. Tante novità dal piglio diverso, dopo un anno di gavetta. A voi lettori, che ci seguite da vicino, supportandoci e bacchettandoci, grazie!

Fondata sul ... ricominciamo da capo

Editoriale | Il lavoro che non c’è, quello che non è più come una volta, quello che non ti permette di vivere fino a fine mese, quello che non si integra con il sistema dell’istruzione… Ma anche quello che può ripartire, insieme ad un nuovo sviluppo, con i ragazzi.