Editoriale

Una storia di ordinaria accoglienza

…poi incontri un barcone, l’ennesimo salto nel buio che compi. Attraversi e sei in Europa. Non è il paradiso che ti aspettavi ma c’è qualche briciola di calda umanità che sembra possa darti una mano. Un futuro ora lo vedi…

EDITORIALE - Vivi in un Paese dove la tua dignità e la tua intimità vengono sfregiati ogni giorno. Con coraggio decidi di intraprendere il viaggio più lungo e duro della tua vita. Senza denaro lasci la tua casa, i tuoi amori e tutti i colori e i profumi che ti hanno cresciuto, con il sogno di poterli portare da te, un giorno. Cominci a passare di città in città, di Paese in Paese. Lavori per pochi spiccioli, subisci violenze fisiche e psicologiche che somigliano molto a quelle da cui stai scappando ma non ti arrendi. Il mondo ti fa sventolare come una bandiera al vento, non controlli più il tuo futuro…poi incontri un barcone, l’ennesimo salto nel buio che compi perché “come può essere peggio di quello che sto vivendo ora?”. Attraversi e sei in Europa. L’hai sognata da sempre, alcune cose le conoscevi per sentito dire. Ora la vivi in diretta. Non è il paradiso che ti aspettavi ma c’è qualche briciola di calda umanità che sembra possa darti una mano. Dopo qualche tempo ti vengono date delle possibilità. Niente potrebbe fartele sfuggire di mano perché ricordi ancora gli occhi di tua moglie e dei tuoi bimbi, per loro vuoi costruire e li vuoi tanto riabbracciare.
Impari l’italiano, impari le regole del nuovo posto, segui con passione tutto quello che ti accade intorno, impari un mestiere, metti qualche soldo da parte e lo mandi “giù”. Sei ora in attesa di capire dove immaginare il tuo futuro e il futuro dei tuoi cari. Però ora un futuro lo vedi.


[Vai in edicola e chiedi “AlessandriaNews e Sport”; in questo numero parliamo dell’accoglienza ai richiedenti asilo in Provincia, analizziamo il sistema degli asili pubblici e privati, entriamo nelle dinamiche del sistema carcerario e raccontiamo gli eventi che si svolgeranno nella settimana. Sono tanti gli altri argomenti di approfondimento alessandrino e provinciale, oltre che tutti gli aggiornamenti del calcio del fine settimana. Clicca qui per scoprirli


16/01/2017
Alessio Del Sarto - direttore@alessandrianews.it







blog comments powered by Disqus


Assessori con delega al "copia/incolla"

Editoriale | 1) Si studia la nostra realtà territoriale con strumenti nuovi. 2) Se ne individuano i problemi e la opportunità prioritari. 3) Si attiva un poderoso momento di ricerca delle piccole e grandi iniziative che altrove hanno dato risultati positivi in termini di sviluppo economico o, meglio ancora, di qualità della vita. 4) Le si seleziona in base alla fattibilità (e ad una linea politica) e le si mette in pratica con piccoli interventi, prima sperimentali e poi strutturali. Questo è il metodo dell'assessorato al "copia/incolla" che ipotizziamo in questo articolo.

"Ciccaglioni si dimetta immediatamente": indignazioni per la frase razzista [COMMENTO]

Alessandria | Fanno discutere le affermazioni del neo nominato assessore della Lega Nord, al centro delle polemiche per aver utilizzato l'espressione "abbronzati" riferendosi ad alcuni questuanti e parcheggiatori abusivi, con un chiaro riferimento al colore della pelle. Abbiamo provato anche noi a interrogarci sull'accaduto...

Immigrata prostituta rapina anziana italiana e poi maltratta il suo cucciolo

Editoriale | Incredibile e repentina azione di violenza su una povera pensionata di Alessandria. Ma non bastava: immediatamente dopo, a titolo di sfregio, prende a calci il suo piccolo cucciolo meticcio che da pochi giorni l’anziana signora aveva salvato dal canile

Piccoli settimanali crescono: grazie!

Alessandria | Il primo anno dell’esperienza cartacea è concluso. E’ stata una bella palestra. Potevamo fare meglio? Certo che sì. Siamo già al lavoro per capire come farlo e questo ultimo numero l’abbiamo dedicato a quello. Tante novità dal piglio diverso, dopo un anno di gavetta. A voi lettori, che ci seguite da vicino, supportandoci e bacchettandoci, grazie!

Fondata sul ... ricominciamo da capo

Editoriale | Il lavoro che non c’è, quello che non è più come una volta, quello che non ti permette di vivere fino a fine mese, quello che non si integra con il sistema dell’istruzione… Ma anche quello che può ripartire, insieme ad un nuovo sviluppo, con i ragazzi.