Ovada

''L’Ovada che vorrei'': dai social al comitato

Da alcuni giorni "L'Ovada che vorrei", noto gruppo di Facebook creato tra il 2013 e il 2014 da Angelo Priolo, è uscito dal world wide web per diventare un ente a tutti gli effetti. “Ci interessa affiancare chiacchiere on line e una presenza reale e tangibile” spiega il promotore, referente cittadino per Fratelli d'Italia.

OVADA - Clic, post, aggiornamenti degli utenti. E da adesso anche discussioni "reali" tra membri dell'ominimo comitato. Perché da alcuni giorni "L'Ovada che vorrei", noto gruppo di Facebook creato tra il 2013 e il 2014 da Angelo Priolo, è uscito dal world wide web per diventare un ente a tutti gli effetti. L’incontro costitutivo è andato in scena nella saletta del Caffè Trieste. “Ho pensato fosse venuto il momento di fare questo passo – spiega il promotore, che è anche referente cittadino per Fratelli d’Italia – Da un gruppo virtuale possono nascere proposte concrete. Non è scontato: spesso è più facile scrivere su Facebook e poi non fare niente”. Dei 1861 profili aderenti sul social network, il comitato ha raccolto - solo per il "caso" dell'installazione di telecamere in città - 553 firme in pochi giorni. E' stata quella la spinta decisiva per il completamento del passo successivo.

Lo stesso Priolo afferma che già una dozzina di persone ha segnalato l’intenzione di collaborare con la nuova associazione. Al tempo stesso assicura che la scadenza amministrativa fissata nel 2019 e la campagna elettorale che precederà la consultazione non hanno nulla a che fare con questa iniziativa. La nascita del comitato però non comporterebbe la chiusura della pagina social che allo stato attuale può contare su 1861 membri. “Anzi, ci interessa affiancare chiacchiere on line e una presenza reale e tangibile”. Oggi gli argomenti di confronto più frequenti sono le buche sui marciapiedi e gli asfalti bisognosi di un ammodernamento in più punti, la sporcizia nelle aree gioco, la presenza dei richiedenti asilo, e la sosta selvaggia. Segno inequivocabile che web e vita reale procedono di pari passo. 

21/02/2018







blog comments powered by Disqus


Cassano, il giorno dopo le elezioni mano tesa di Busseti alle minoranze

Cassano Spinola | Alessandro Busseti è il primo sindaco di Cassano Spinola eletto dopo la fusione con Gavazzana. Già definita la composizione del nuovo consiglio: alla lista del primo cittadino uscente Marco Traverso un solo seggio

Amministrative 2018, tutti i sindaci eletti nei sette comuni provinciali

Politica | Dal sindaco pioniere della fusione, all'onorevole, in tutti i paesi chiamati al rinnovo dei municipi si è raggiunto un verdetto senza particolari clamori e problemi. Il quorum è stato raggiunto anche nei comuni più piccoli

Prima volta alle urne per il "nuovo" Cassano: programmi a confronto

Cassano Spinola | Tornata elettorale delicata quella che si svolgerà domenica a Cassano Spinola e Gavazzana: i due Comuni dal 1° gennaio scorso sono fusi in un'unica realtà amministrativa e i rispettivi sindaci sono decaduti. Tre gli sfidanti: liste e programmi a confronto

Elezioni comunali, chiuse le liste a Cassano-Gavazzana e Francavilla

Politica | La prima partita, in vista delle elezioni comunali del prossimo 10 giugno, si è chiusa: ieri a mezzogiorno infatti è scaduto il termine per la presentazione delle liste. E qualche sorpresa c'è stata sia a Cassano Spinola che a Francavilla Bisio, i due Comuni del novese chiamati alle urne

Montaldo: ufficializzate liste e candidati

Montaldo | Il sindaco uscente Barbara Ravera guida "Progetto per Montaldo". L'avversario è Giacomo Ravera con "Uniti per Unire". Tutti i candidati in vista del voto del 10 giugno