Basaluzzo

“L’usignolo e occhi di cielo”. L’amore al tempo della guerra

Una nuova avventura letteraria è iniziata per Stefania Chiappalupi, scrittrice di Basaluzzo originaria di Roma che, dopo “Un’occasione unica”, dà alle stampe “L’usignolo e occhi di cielo”, sempre con MR Editori

BASALUZZO - Una nuova avventura letteraria è iniziata per Stefania Chiappalupi, scrittrice di Basaluzzo originaria di Roma che, dopo “Un’occasione unica”, dà alle stampe “L’usignolo e occhi di cielo”, sempre con MR Editori.

La passione per la scrittura accompagna Chiappalupi da molto tempo: "a 12 anni ho iniziato con le poesie. La mia prima si intitola “Uomo” e l’ho scritta dopo un concerto di Renato Zero, è dedicata a lui. Durante il liceo, ho scritto il mio primo romanzo che è rimasto inedito per mia volontà, ero molto giovane, non avevo interesse di espormi al pubblico. Per “Un’occasione unica”, invece, ho voluto fortemente la pubblicazione. Dopo anni di rifiuti e ricerche, nel maggio 2014 è andato alle stampe, con grande soddisfazione.".

“L’usignolo e occhi di cielo” parla di una particolare storia d’amore nata durante la Seconda guerra mondiale. Il titolo del romanzo fa riferimento ai nomignoli che i due innamorati si danno a vicenda: Caterina ha una voce bella e acuta come quella di un usignolo; Alessandro ha due occhi meravigliosi, color del cielo.

"La relazione è inventata – spiega Chiappalupi – ma parlo anche di avvenimenti realmente accaduti, raccontatimi da mia madre: è un modo per donare al lettore pagine di storia nuove, inedite. Questo libro è un omaggio a tutte le vittime della Seconda guerra mondiale. Mia mamma è orfana di guerra e dalla sua esperienza ho tratto informazioni e ispirazione.".

Una narrazione inusuale, con una scrittura efficace, a tratti discreta e delicata e a tratti intensa, con un finale a sorpresa, ambientata in un periodo storico che, da una parte, è ancora molto vicino a noi ma, dall’altra, viene percepito come lontano, soprattutto per le consuetudini di una società ormai perduta: "all’inizio, ho trovato difficoltà nello scrivere la storia d’amore, soprattutto la fase del fidanzamento: i tempi sono cambiati, non si può fare riferimento ai rapporti odierni, all’epoca le relazioni erano molto diverse, i valori erano differenti. Questo spero susciti curiosità, soprattutto nei più giovani, nello scoprire come potevano vivere i rapporti personali i nostri nonni o bisnonni.".

Un romanzo tra l’amore e una storia che continua ad affascinare e suscitare interesse: "ancora molte persone della nostra società hanno vissuto la Seconda guerra mondiale e ancora oggi ne portano i segni e i cambiamenti suscitati nella vita, le conseguenze nel corpo e soprattutto nell’anima.".

Anche “L’usignolo e occhi di cielo” è un romance, il genere preferito da Chiappalupi: "è il tipo di storie che mi è più congeniale, che mi piace raccontare. Già le mie prime poesie erano dedicate all’amore, ho una passione per il romance, non mi vedo scrittrice in altro genere.".
 
17/10/2016
Benedetta Acri - b.acri@ilnovese.info







blog comments powered by Disqus


Buzzi: "attenzione ai ritardi di pagamento al Cissaca". E sulla Sinistra: "dov'è finita?"

Alessandria | L'ex presidente del Cissaca racconta l'opera di risanamento svolta, compreso il rammarico per non aver potuto proseguire il lavoro iniziato. Intanto riflette su quanto avviene a livello politico in ambito nazionale e locale: "il mio appello per un evento in città contro la barbarie di Salvini è andato deserto, ci si indigna solo a parole"

Alessandria, un territorio compatto sull'accoglienza migranti. Orgoglio riemerso

Provincia | Accoglienza diffusa, tavoli di confronto e la ricerca della coesione istituzionale e sociale: il Prefetto Romilda Tafuri, che a breve lascerà la Provincia, fa un bilancio dei sei anni di permanenza a palazzo Ghilini in questa intervista esclusiva

5 Stelle alessandrini e Lega: "stare con Salvini? Come giocare a Risiko con un bambino di 2 anni"

Alessandria | Com'è governare insieme l'Italia ma trovarsi all'opposizione ad Alessandria? Lo abbiamo chiesto a Michelangelo Serra, portavoce del M5S, pressato da tanti militanti che chiedono di prendere le distanze da posizioni di governo che non piacciono, specialmente in tema di (non) rispetto dei diritti fondamentali delle persone

Verifica del programma di mandato: a che punto siamo su Commercio e Turismo?

Alessandria | Ecco la prima parte dell'intervista all'assessore al Commercio e Turismo Mattia Roggero, da poco più di un mese al lavoro per sostituire il collega di partito Riccardo Molinari, diventato deputato. Dalla no tax area alla ztl, dalle agevolazioni sui parcheggi al problema dei negozi sfitti, verifichiamo qual è il punto della situazione in città

Rossa: "la scuola è il primo amore. Delusa dalla politica al ribasso di Cuttica"

Alessandria | Dal ritorno all'insegnamento al ruolo all'opposizione, dalla possibilità di future ricandidature fino al giudizio sui primi mesi della giunta Cuttica, ecco le riflessioni di Rita Rossa