Basaluzzo

Si diploma da Marchesi la 21enne novese che non ama i programmi di cucina

21enne di Basaluzzo si diploma nella scuola di Gualtiero Marchesi. Ha trasformato una passione di famiglia in una professione. "Cucinare è star bene in compagnia"

BASALUZZO - Agli chef in tv preferisce quelli che "lavorano veramente in cucina". E vorrebbe girare prima l'Italia, poi andare andare oltre confine. Martina Adali, 21 anni, è una giovane cuoca che si è diplomata alla scuola internazionale di cucina italiana ALMA di Parma, di cui è "rettore" Gualtiero Marchesi.

"La cucina è gioia, stare insieme in famiglia, star bene in allegria", ci dice ricordando il suo diploma al liceo linguistico di Novi ("non c'entrava proprio niente") e le mattine alla facoltà di comunicazione interculturale a Torino. "Mi svegliavo con un peso, sentivo che la mia vita non era quella". Così molla tutto e segue l'istinto, la voglia di cucinare in famiglia tramandata dalla nonna.

Ora è già al lavoro a Bagno di Romagna nel ristorante Paolo Teverini, a far gavetta tra gli antipasti. Con umiltà e voglia di imparare confessa che di strada da fare per diventare una brava cuoca ce n'è ancora. E sui programmi in tv ha le idee chiare: "La vita di cucina non è quella che descrivono i contest. Ci vuole concentrazione, silenzio, e una grande organizzazione prima di preparare i piatti. La pressione c'è, ma nulla è improvvisato". 

Fino a settembre il lavoro è là, nella provincia di Forlì e Cesena, a peparare piatti della cucna romagnola e toscana "rivisitata". Martina pensa già oltre: "Vorrei girare l'Italia per fare esperienza. E poi andare all'estero, scoprire altri gusti e culture gasronomiche".  
18/05/2016







blog comments powered by Disqus


Registrare terremoti e fotografare fulmini dal Monferrato per divulgare la scienza

Intervista | Matteo Danova, appassionato di geofisica e meteorologia, ha costruito un sismografo amatoriale e cura assieme ad altri tre ragazzi la pagina Facebook "Osservatorio Geofisico del Monferrato" per la divulgazione di temi scientifici

Sei mesi con Emergency a Kabul. L'esperienza di un'infermiera alessandrina

Intervista | In un paese di 10.000 abitanti dove si contano 2 medici, 5 tra infermieri e ostetriche la presenza di Emergency sul territorio è fondamentale perché nessun servizio è a pagamento. “Ho fatto il mio lavoro con soddisfazione e in un contesto dove è fondamentale e necessario perché gli ospedali non ci sono ma le vittime della guerra, purtroppo, non mancano mai”

Alex Torchio, l'operaio della musica, record di date con gli Explosion

Alessandria | 170 concerti in un anno, una 'vita da zingaro', molto stancante ma gratificante, in cui ha trovato anche l'amore. Il cantante alessandrino torna a casa per una notte, giusto il tempo di uno show e di un brindisi per il Capodanno. Nel futuro: tanti concerti e chissà, canzoni tutte sue.

Barosini: "I lavori alle cooperative? Da rivedere, qualcosa non funziona"

Alessandria | Dal Ponte Tiziano alla piscina comunale, passando per i cimiteri e il verde pubblico. Parla Giovanni Barosini, neo assessore che vuole rivedere alcuni meccanismi di assegnazione dei lavori, per migliorare l'efficienza e risparmiare sulle già magre casse comunali.

Marta Menditto, 'mandrogna di ferro' sul tetto d'Europa... con la media dell'8

Sport | Ha 18 anni e vive al quartiere Orti la nuova campionessa europea juniores di Cross Duathlon (argento nella gara di triathlon). Si chiama Marta Menditto e mercoledì 23 sarà al via dei Mondiali di Penticton in Canada. Sogna le Olimpiadi e, nonostante si alleni ogni giorno, a scuola è una vera 'secchiona'