Basaluzzo

Si diploma da Marchesi la 21enne novese che non ama i programmi di cucina

21enne di Basaluzzo si diploma nella scuola di Gualtiero Marchesi. Ha trasformato una passione di famiglia in una professione. "Cucinare è star bene in compagnia"

BASALUZZO - Agli chef in tv preferisce quelli che "lavorano veramente in cucina". E vorrebbe girare prima l'Italia, poi andare andare oltre confine. Martina Adali, 21 anni, è una giovane cuoca che si è diplomata alla scuola internazionale di cucina italiana ALMA di Parma, di cui è "rettore" Gualtiero Marchesi.

"La cucina è gioia, stare insieme in famiglia, star bene in allegria", ci dice ricordando il suo diploma al liceo linguistico di Novi ("non c'entrava proprio niente") e le mattine alla facoltà di comunicazione interculturale a Torino. "Mi svegliavo con un peso, sentivo che la mia vita non era quella". Così molla tutto e segue l'istinto, la voglia di cucinare in famiglia tramandata dalla nonna.

Ora è già al lavoro a Bagno di Romagna nel ristorante Paolo Teverini, a far gavetta tra gli antipasti. Con umiltà e voglia di imparare confessa che di strada da fare per diventare una brava cuoca ce n'è ancora. E sui programmi in tv ha le idee chiare: "La vita di cucina non è quella che descrivono i contest. Ci vuole concentrazione, silenzio, e una grande organizzazione prima di preparare i piatti. La pressione c'è, ma nulla è improvvisato". 

Fino a settembre il lavoro è là, nella provincia di Forlì e Cesena, a peparare piatti della cucna romagnola e toscana "rivisitata". Martina pensa già oltre: "Vorrei girare l'Italia per fare esperienza. E poi andare all'estero, scoprire altri gusti e culture gasronomiche".  
18/05/2016







blog comments powered by Disqus


Valentina progetta come vivere su Marte

Intervista | La trentatreenne alessandrina è ricercatrice al Mit di Boston e nel 2017 ha vinto una borsa di studio per realizzare un’impresa ai limiti della fantascienza: portare la vita sul Pianeta Rosso

Spike Lee. Orgoglio e pregiudizio nella società americana

Intervista | La sua ultima fatica, "BlacKkKlansman", è stata osannata da pubblico e critica, ricevendo il Gran Prix Speciale della Giuria a Cannes 2018 e il Premio del Pubblico al Festival di Locarno 2018. Abbiamo chiesto a Lapo Gresleri, critico e storico del cinema, una panoramica su temi, stile, carriera e prospettive artistiche di questo stra-ordinario autore

Tra carta e digitale

Intervista | Intervista a Alessandro Massano, amministratore delegato del gruppo Soged: "Credo fortemente in questo progetto. Io sono convinto del fatto che si sia imboccata la strada giusta, sia in termini economici, strategici che strutturali. È il momento giusto per crescere"

Natale nel segno del cinema giallo-thriller italiano

Cinema | Intervista a Claudio Bartolini, critico cinematografico e autore de “Il cinema giallo-thriller italiano”, il primo tentativo di catalogazione del genere che affonda le proprie radici nel feuilleton sociale spesso ispirato da autentici casi di cronaca nera

Il senso di Faletti per il noir nel corto 'La ricetta della mamma'

Cinema | Intervista a Roberta Bellesini Faletti, moglie di Giorgio. Libro e cortometraggio per un inedito thriller dalle sfumature ironiche: "Tutto calato nell’atmosfera della vita di provincia abituata a guardare dal buco della serratura"