Alessandria

40 anni di UFO in provincia. L'ultimo, nei cieli di Casale

Proprio qualche giorno fa è stato segnalato un altro oggetto volante misterioso, sui cieli del Monferrato. Un altro caso di studio per Paolo Toselli, ufologo, che inaugura l'evento sui 40 anni del primo UFO su Alessandria

ALESSANDRIA - Non più tardi di qualche giorno fa il Centro Italiano Studi Ufologici ha ricevuto la segnalazione di un oggetto volante non identificato sui cieli di Casale Monferrato. “Una coppia stava guardando il cielo, nella notte del primo settembre”; racconta Paolo Toselli, l’acquese che da oltre 40 anni – ha iniziato giovanissimo – si occupa di UFO, “ha poi visto una luce rossa lampeggiante, ferma”. Non era un aereo, né una stella: “Secondo il racconto dei due, la luce ha incominciato a muoversi molto velocemente in avanti e indietro, per poi sparire”.

Questa luce rossa potrebbe trattarsi del 483esimo caso di avvistamenti in provincia di Alessandria, negli ultimi 70 anni: “Solo 30 casi sono rimasti catalogati come non identificati, gli altri sono stati ridimensionati a fenomeni naturali o tecnologici. I testimoni in maggioranza sono sinceri in quello che vedono, ma possono interpretare male, così fenomeni naturali, effetti della luce o tecnologie che ignoriamo possono farci pensare a presenze aliene”.

In attesa di scoprire come verrà classificato questo caso, Toselli ‘celebra’ i 40 anni dal primo avvistamento di un disco volante ad Alessandria. Era appunto il 1978, in piena ‘psicosi da UFO’: anche Alessandria fu interessata da sorvoli misteriosi e rinvenimenti di tracce al suolo. Film e cartoni animati alimentavano i misteri degli omini verdi (o grigi) visti in tutti i luoghi: “è da molto tempo che non si segnalano i cosiddetti incontri ravvicinati”; ricorda Toselli, “Negli anni ‘80 era molto frequente. C’era gente che diceva di aver mangiato anche insieme a degli alieni”.

Così il Centro Italiano Studi Ufologici (CISU) propone presso il Museo Etnografico “C’era una volta”, la mostra tematica: La famosa invasione dei dischi volanti su Bassavilla (dal 7 al 30 settembre). L’invito per l’inaugurazione è alle ore 18 di venerdì 7 settembre. Bassavilla è la nostra città, dall’idea dell’indagatore del mistero Danilo Arona. La mostra raccoglie numerosi esempi ed espressioni della cultura popolare che, probabilmente, dicono più cose su di noi che su ipotetiche creature provenienti da altri mondi. Ingresso libero tutti i giorni dalle 9 alle 12 e dalle 15.30 alle 19, esclusa la domenica mattina.

E per i più curiosi, l’appuntamento prosegue domenica 23 settembre, alle 17, sempre presso il Museo Etnografico  per la conferenza: “Alessandria e gli UFO: 45 anni di indagini” con Danilo Arona e Paolo Toselli.
 
5/09/2018







blog comments powered by Disqus


Mountain bike e prelibatezze, accoppiata vincente

Mornese | Con partenza da Mornese ci sarà l'escursione in mountain bike con degustazione enogastronomica organizzata dall'ente di gestione delle Aree Protette dell'Appennino piemontese. Ad accompagnare sarà la guida mtb Deepbike David Pastore Di Marzo

Premio Grappa Barile: applausi per Carlin Petrini. Tanta curiosità per la nuova ''Under 40''

Silvano d'Orba | Come ogni anno la distilleria di Gino Barile, vulcanico 86enne che è riuscito a portare i suoi prodotti su importanti tavoli, ha aperto le sue porte a curiosi, ospiti e amici per presentare la sua "nuova" creatura: la grappa "Under 40"

Barbato risponde alle critiche con una sfida: "Bettarini, a calcio ti batto"

Ovada | Il cabarettista-cantante ovadese ha sfidato pubblicamente Stefano Bettarini a pallone, dopo che l'ex calciatore aveva 'bocciato' la sua partecipazione all'Isola dei Famosi. "Gli darò filo da torcere". Tornato dall'Isola affamato, dice di aver imparato ad apprezzare la vita

Stefano Venneri da speaker del Torino a 'voce' degli alessandrini

Alessandria | Il dj, già pluripremiato per il giunness radiofonico, è tornato in radio dopo qualche mese di pausa. Racconterà gli eventi e i personaggi alessandrini in mezzo a loro, anche con dirette sui social network. E poi c'è il Capodanno...

Le migliori osterie secondo Slow Food, tre Chiocciole in provincia

Slow Food | Sono prevalentemente sulle colline del Monferrato e sugli Appennini i migliori locali 'rustici' segnalati dalla guida del mangiare lento, alla riscoperta delle tradizioni. Ecco quelli della provincia di Alessandria divisi per categorie (vino, formaggi, olio)