Alessandria

Il Carnevale alessandrino alla prova sicurezza: carri il 18 febbraio

Alcuni Comuni in Piemonte hanno annullato le sfilate allegoriche perché non potevano rispettare la 'circolare Gabrielli' su come gestire le folle. Il 18 febbraio, invece ad Alessandria la festa ci sarà

ALESSANDRIA - Il Carnevale di Alessandria è salvo. Per tutti quelli che fossero stati in pensiero, fino ad oggi, e si fossero chiesti quando tirar fuori il vestito da Arlecchino, stiano tranquilli: c'è la data, domenica 18 febbraio. Che è anche quella del derby Torino-Juventus, anticipo delle 12,30. I due eventi sono collegati da una voce, lo speaker Stefano Venneri che sarà regolarmente a Torino per presentare le formazioni, per poi correre in piazza Garibaldi a presentare il suo quindicesimo Carnevale.

Il dubbio sulla sfilata dei carri mandrogni si è insinuato alla luce dei forfait di altre città piemontesi dai Carnevali molto più imponenti: la circolare Gabrielli che specifica nuove norme di sicurezza sulle manifestazioni che prevedono un grande afflusso di persone ha indotto un po' di organizzatori a gettare la spugna.
Troppo alti i costi per la sicurezza. Certe piazze si sono scoperte inadatte a far defluire le folle, in situazioni di emergenza, e a far arrivare i soccorsi in modo agevole. O semplicemente non vogliono pagare migliaia di euro per il servizio d'ordine.

Il capo della polizia Franco Gabrielli aveva specificato come gestire i grandi assembramenti dopo i fatti di Torino in cui morì una ragazza e rimasero feriti migliaia di spettatori in piazza San Carlo.
Il documento fa in particolare distinzione tra le responsabilità di 'safety' (in capo a Comune, Vigili del Fuoco, Polizia Locale, Prefettura, organizzatori) e 'security' (ordine e sicurezza), distinguendo 'chi fa cosa'.
Dopo la circolare, o gli eventi rispettano le misure prescritte o non si possono fare. Le regole sono già state duramente contestate, perché troppo restrittive e impossibili da seguire per i piccoli Comuni con poche disponibilità economiche.

A parte un cambio di percorso della sfilata – niente via Dante – la festa in maschera con i carri allegorici e i gruppi festaioli è ancora confermata. Evidentemente la sfilata ha tutti i varchi presidiati, aree di ingresso e deflusso delle persone, piani di emergenza, vie di fuga segnalate (nella foto, la folla del Carnevale 2017).
Al punto 4 della circolare 'salva eventi' si legge “suddivisione in settori dell'area di affollamento, in relazione all'estensione della stessa, con previsione di corridoi centrali e perimetrali all'interno, per le eventuali emergenze e interventi di soccorso”.

Se il Carnevale è in agenda, vuol dire che siamo a posto, dunque, Alessandria è sicura.
23/01/2018







blog comments powered by Disqus


L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Valenza domenica 17 giugno

Valenza | In piazza Gramsci evento-mercato di qualità con tutto il meglio del Made in Italy artigianale. I famosi ambulanti toscani tornano nell’Alessandrinoper riportare anche qui le magiche atmosfere del Mercato del Forte, sinonimo di genuinità e qualità artigianale garantita

Conferenza sul lupo, superagnolotto e trattori d'epoca: proposte per il weekend

Life | Un fine settimana all'insegna del caldo, delle specialità gastronomiche, della musica e di molto altro. Le iniziative a Francavilla Bisio, Basaluzzo, Arquata, Cabella, Bosio, Tassarolo e Carrosio

#Nondiamoglielavinta: Alessandria diventa la capitale della lotta al cancro

Alessandria |  Il Festival della prevenzione e innovazione in oncologia organizzato dall’Aiom fa tappa in città da sabato 16 a lunedì 18 giugno. In piazza della Libertà sarà allestito il motorhome dove i medici forniranno informazioni su prevenzione, innovazione terapeutica e ricerca

Il magico mondo delle piante selvatiche

Novi Ligure | Nell'ambito del progetto Ben Essere organizzato dall'assessorato alla Cultura del Comune di Novi Ligure, l'associazione Gea Animal's land onlus organizza un evento dedicato alla raccolta delle piante selvatiche

Il Novese di domani in edicola, argomenti in anteprima

Novi Ligure | Morire di lavoro, oggi. Dall’inizio del 2018 nella nostra provincia un morto sul lavoro ogni mese. I funerali di Davide Olivieri: aveva solo 22 anni e da sette mesi lavorava alla Sli di Vignole Borbera