Alessandria

Brumotti in città: visita a sorpresa presto l'Ospedale Infantile

Il viaggio per l’Italia di Brumotti ha fatto tappa anche all’Ospedale Infantile di Alessandria. Un po’ a sorpresa, il noto biker televisivo, che ha legato il suo progetto ad una iniziativa di raccolta fondi per l’Associazione Famiglie SMA, ha salutato operatori e i ricoverati del Cesare Arrigo

ALESSANDRIA - Il viaggio per l’Italia di Brumotti ha fatto tappa anche all’Ospedale Infantile di Alessandria.

Un po’ a sorpresa, il noto biker televisivo, che ha legato il suo progetto ad una iniziativa di raccolta fondi per l’Associazione Famiglie SMA, ha salutato operatori e i ricoverati del Cesare Arrigo. 

Ad accoglierlo in prima fila insieme alle direzioni generali di Azienda Ospedaliera e ASL AL, le referenti locali dell’Associazione Francesca Penna e Stefania Piantato, nel direttivo nazionale, che operano a stretto contatto con la struttura ospedaliera alessandrina, insieme ad altre associazioni che operano all’Infantile.


I bambini hanno salutato “Abbombazza” Brumotti, scattando insieme selfie o semplicemente raccontando la loro storia che Vittorio ha ascoltato, con grande umanità e disponibilità.
L’inviato di Striscia è stato accompagnato in ospedale dai medici dell’Infantile che hanno illustrato le eccellenze, ma anche il lavoro quotidiano del presidio, svolto a favore dei bambini, in questo piccolo evento organizzato grazie al Gruppo Fai di Pieve di Cento.

“Ringraziamo Brumotti e il suo staff - dichiara Giacomo Centini, direttore generale dell’Azienda Ospedaliera di Alessandria, presente all’iniziativa insieme ad Antonio Brambilla, DG dell’ASL AL e a Roberta Volpini, Direttore Amministrativo - per aver scelto di fermarsi presso il nostro Cesare Arrigo, uno dei tredici ospedali pediatrici italiani. Abbiamo reso felici alcuni bambini e acceso un faro sulle attività del nostro ospedale, sempre utile per valorizzare le nostre professionalità”.



 



 
21/06/2018







blog comments powered by Disqus


Psicoterapia Aperta arriva anche sul nostro territorio: ecco il sostegno psicologico a prezzi calmierati

Alessandria | Il servizio consente a chi ha necessità di supporto psicologico o di terapia di mettersi in contatto con professionisti disposti a offrire il servizio a prezzi ridotti, per consentire a tutti l'accesso a un intervento fondamentale per il benessere delle persone: ecco come funziona e quali sono le regole per partecipare

Per la Virtus Alessandria Pallavolo due sponsor dal cuore grande: "Avis e Aido"

Alessandria | La Virtus Alessandria Pallavolo a partire dalla stagione sportiva 2018/2019 porterà sulle maglie (a titolo gratuito) i loghi di Avis e Aido, per promuovere la donazione. "Il nostro obiettivo non è solo quello di promuovere lo sport, ma di dare spazio ad eventi ed iniziative a carattere sociale, e le nostre 100 tesserate saranno felici di aiutare"

"Non azzardatevi!": dalla Cisl una nuova indagine, preoccupante, sulla ludopatia

Alessandria | Secondo i dati della ricerca, sarebbero almeno 3450 le persone già dipendenti dal gioco in provincia, ma i numeri salgono a 14 mila se si conteggiano anche i giocatori a rischio. Ad Alessandria le giocate procapite calcolate per il 2017 contano la spaventosa cifra di 1554 euro, per un totale di oltre 145 milioni di euro giocati. Ecco tutti i dati

Inaugurato il progetto "Lara": gli amici a 4 zampe entrano in Ospedale

Alessandria | Iniziativa di umanizzazione resa possibile grazie alla Fondazione Uspidalet Onlus, che ha visto la risistemazione del giardino interno dell'Ospedale, ora ricco di verde, con un dehor e box in cui incontrare i propri amici animali, oltre a un piccolo spazio in cui poter coltivare piante e fiori

Le persone al primo posto: Cambalache a Ginevra per il suo impegno con i rifugiati

Alessandria | Si è aperto l'incontro mondiale dedicato alle ong partner dell'UNHCR - Agenzia ONU, dal titolo: “Putting People First”. Alessandria è rappresentata da Cambalache e dal suo progetto Bee My Job, finanziato dalla fondazione SociAL e finalizzato all'inserimento lavorativo dei migranti nel settore dell'apicoltura