Alessandria

Dal carcere a imprenditore: storia di una rinascita

Quella che vi raccontiamo oggi è una di quelle storie con cui saremmo felici di riempire il giornale. Parla di un uomo che, partendo dalla Casa di Reclusione di San Michele, inizia il proprio cammino attraverso una borsa lavoro e dopo un percorso di riabilitazione e crescita personale diventa imprenditore...

ALESSANDRIA - Ci sono storie che siamo felici di raccontare, anzi, in questo caso, di far raccontare direttamente ai protagonisti, attraverso le loro parole, gli sguardi, il coraggio di chi sceglie di "metterci la faccia" e lo fa con orgoglio.

Era circa un anno fa quando lanciavamo il trailer della serie web legata al progetto "il Pane e le Rose", a cura degli Istituti penitenziari “San Michele” e “Cantiello e Gaeta”, U.E.P.E. di Alessandria, Cooperativa Sociale “Coompany &”, Associazione “San Benedetto al Porto” di Alessandria, Comune di Alessandria e AMAG, , Cultura & Sviluppo, AlessandriaNews.it e realizzato grazie al contributo della Compagnia San Paolo. 

L'obiettivo del progetto, seguito in questi mesi con una serie di videointerviste che sotto vi riproponiamo in sequenza, è stato quello di promuovere il reinserimento sociale valorizzando il ruolo rieducativo del carcere e aiutare, nel contempo, la città a migliorare la manutenzione di alcune aree verdi

Oggi abbiamo incontrato nuovamente Salvatore, il protagonista del nostro primo video, per fare con lui un bilancio dell'esperienza, e celebrare il suo successo personale: da allora, grazie al sostegno dei diversi soggetti coinvolti ma soprattutto alla sua tenacia e voglia di riscatto, è diventato un vero imprenditore, non solamente in grado di gestire un'attività in proprio ma anche di dare lavoro ad altre persone. 

Qui sotto la nuova intervista con Salvatore. 



E qui le precedenti interviste realizzate legate al progetto "Il Pane e le Rose"
 













4/08/2015







blog comments powered by Disqus


Quando arriverà da noi il cocktail più buono del mondo?

Alessandria | Si chiama Angelot, è un cocktail che non esiste, ma in altri Paesi una ragazza può essere ordinato al bancone di un bar o in discoteca se si trova in difficoltà, sta ricevendo molestie e vuole sottrarsi da una brutta situazione. Medea: "felici di sostenere il progetto, ma non dimentichiamo che il pericolo maggiore è in ambito domestico"

Brumotti in città: visita a sorpresa presto l'Ospedale Infantile

Alessandria | Il viaggio per l’Italia di Brumotti ha fatto tappa anche all’Ospedale Infantile di Alessandria. Un po’ a sorpresa, il noto biker televisivo, che ha legato il suo progetto ad una iniziativa di raccolta fondi per l’Associazione Famiglie SMA, ha salutato operatori e i ricoverati del Cesare Arrigo

In città arriva 'Super Brumotti', Abbombazza per sostenere la lotta alla SMA

Alessandria | Mercoledì 20 giugno alle 17 Vittorio Brunotti, campione di bike trial oggi e di solidarietà, farà tappa in città, presso la Cittadella, durante il suo tour a sostengo delle Famiglie Sma

Al via stage lavorativi per richiedenti asilo e rifugiati: il futuro è fare il saldatore

Alessandria | Cambalache dà il via a un nuovo progetto di formazione e inserimento lavorativo per richiedenti asilo sul modello virtuoso di Bee My Job, ma questa volta nell’ambito saldatura

Se il carcere diventa una nave diretta in America...

Alessandria | Domenica si è tenuto presso la cappella-teatro della casa circondariale Catiello-Gaeta lo spettacolo conclusivo del laboratorio teatrale "Arte espressione del Sé", organizzato dall'associazione "La Brezza Onlus" di Torino e ispirato al monologo "900" di Baricco: il risultato è stato un lavoro emozionante, ricco di buone storie da raccontare