Alessandria

Il Natale speciale in carcere: che festa quando entrano i bambini

Concerto in carcere per i detenuti di San Michele, grazie agli artisti del conservatorio Vivaldi di Alessandria, ma l'emozione più grande è stata l'esibizione dei bambini di una classe 5 dell'istituto comprensivo Galilei. "Iniziative come queste creano ponti fondamentali con l'esterno. La musica è libertà"

ALESSANDRIA - Il Natale si avvicina per tutti, anche per chi ha sbagliato e sta espiando la propria pena, in attesa di avere una seconda chance.  

Mercoledì 16 dicembre è stata però una giornata speciale per i detenuti della Casa di Reclusione di San Michele, abituati alla routine rigida imposta dalla detenzione: raccolti nel teatro interno alla struttura hanno potuto assistere al concerto di Natale, organizzato da Piero Sacchi e dai volontari che operano all'interno della struttura, insieme al personale del carcere e agli educatori.

Ad entrare per una mattina fra le mura del carcere sono stati alcuni artisti del Conservatorio Vivaldi di Alessandria (Alessandria Soro - voce, Brian Be Ioni - chitarra, Marcello Turcato - sax, Marcello Testa - contrabbasso, Luigi Scuri - batteria), che hanno offerto ai detenuti un concerto con un repertorio costruito su più generi, fra Jazz, Soul, Samba e Funk.

Tanti gli applausi ricevuti, ma le ovazioni più grandi sono andate ai bambini della classe quinta dell'Istituto Comprensivo Galilei, che hanno recitato alcuni racconti e intonato alcune melodie di Natale. "E' stato il regalo più grande - hanno commentato dalla Casa di Reclusione - perché in questo periodo di Festa la presenza dei bambini emoziona particolarmente i detenuti, che spesso hanno figli di pari età che possono vedere molto raramente. Portare la gioia del Natale, e un legame così forte con l'esterno, è importantissimo per tutti noi". 

Durante la mattina di festa, coronata con un buffet realizzato dal team di cuochi nato all'interno alla Casa di Reclusione, è stato presentato un primo bilancio, molto positivo, dell'esperienza legata al laboratorio di incisione e stampa organizzato in carcere, grazie all'impegno di Piero Sacchi e Valentina Biletta e ai fondi messi a disposizione dalla Fondazione Social. 
 
17/12/2015







blog comments powered by Disqus


Quando arriverà da noi il cocktail più buono del mondo?

Alessandria | Si chiama Angelot, è un cocktail che non esiste, ma in altri Paesi una ragazza può essere ordinato al bancone di un bar o in discoteca se si trova in difficoltà, sta ricevendo molestie e vuole sottrarsi da una brutta situazione. Medea: "felici di sostenere il progetto, ma non dimentichiamo che il pericolo maggiore è in ambito domestico"

Brumotti in città: visita a sorpresa presto l'Ospedale Infantile

Alessandria | Il viaggio per l’Italia di Brumotti ha fatto tappa anche all’Ospedale Infantile di Alessandria. Un po’ a sorpresa, il noto biker televisivo, che ha legato il suo progetto ad una iniziativa di raccolta fondi per l’Associazione Famiglie SMA, ha salutato operatori e i ricoverati del Cesare Arrigo

In città arriva 'Super Brumotti', Abbombazza per sostenere la lotta alla SMA

Alessandria | Mercoledì 20 giugno alle 17 Vittorio Brunotti, campione di bike trial oggi e di solidarietà, farà tappa in città, presso la Cittadella, durante il suo tour a sostengo delle Famiglie Sma

Al via stage lavorativi per richiedenti asilo e rifugiati: il futuro è fare il saldatore

Alessandria | Cambalache dà il via a un nuovo progetto di formazione e inserimento lavorativo per richiedenti asilo sul modello virtuoso di Bee My Job, ma questa volta nell’ambito saldatura

Se il carcere diventa una nave diretta in America...

Alessandria | Domenica si è tenuto presso la cappella-teatro della casa circondariale Catiello-Gaeta lo spettacolo conclusivo del laboratorio teatrale "Arte espressione del Sé", organizzato dall'associazione "La Brezza Onlus" di Torino e ispirato al monologo "900" di Baricco: il risultato è stato un lavoro emozionante, ricco di buone storie da raccontare