Alessandria

L'8 marzo delle ragazze sulla strada: "una mimosa anche per loro"

Un caffè caldo e una mimosa, questo è stato il piccolo dono portato con il servizio notturno dalla Comunità San Benedetto al Porto alle ragazze che in città si prostituiscono la notte in strada, un gesto semplice per sottolineare che anche loro sono donne da rispettare. "Molto conoscevano il significato della ricorrenza"

ALESSANDRIA - Per San Benedetto al Porto, una delle realtà più attive in ambito sociale in città, il servizio notturno, svolto durante tutto l'anno e particolarmente apprezzato nei mesi più freddi, non è certo una novità. Con regolarità un "team" esce la notte con il furgone carico di beni di conforto, come caffè caldo o te in thermos e compie un giro della città e dei sobborghi, offrendo un po' di sostegno e di ascolto a chi si trova in strada, perché senza tetto o per prostituirsi. 

Lo hanno fatto anche l'8 marzo, una giornata speciale per tutte le donne, che hanno voluto celebrare al fianco di chi certo non l'ha passata festeggiando: "abbiamo offerto loro un caffé in tazzina e un pacchettino regalo, con tanto di mimosa, per la festa della donna" - raccontano gli operatori. "Abbiamo incontrato 21 ragazze in totale, meno del solito perché c'era stato poco prima un passaggio delle forze dell'ordine che aveva allontanato diverse ragazze nigeriane".






"Tutte le ragazza, e le trans, incontrate sono state felicissime del regalo. Per loro è stata una notte particolarmente movimentata perché ancor più mariti del solito, forse approfittando del fatto che loro mogli fossero a festeggiare, si sono messi in macchina per cercare un incontro". 

"Siete gli unici che ci hanno fatto gli auguri" hanno commentato diverse ragazze. "Quasi tutte conoscevano il significato di questa celebrazione, almeno in generale" - raccontano da San Benedetto. 








































 
9/03/2018







blog comments powered by Disqus


Psicoterapia Aperta arriva anche sul nostro territorio: ecco il sostegno psicologico a prezzi calmierati

Alessandria | Il servizio consente a chi ha necessità di supporto psicologico o di terapia di mettersi in contatto con professionisti disposti a offrire il servizio a prezzi ridotti, per consentire a tutti l'accesso a un intervento fondamentale per il benessere delle persone: ecco come funziona e quali sono le regole per partecipare

Per la Virtus Alessandria Pallavolo due sponsor dal cuore grande: "Avis e Aido"

Alessandria | La Virtus Alessandria Pallavolo a partire dalla stagione sportiva 2018/2019 porterà sulle maglie (a titolo gratuito) i loghi di Avis e Aido, per promuovere la donazione. "Il nostro obiettivo non è solo quello di promuovere lo sport, ma di dare spazio ad eventi ed iniziative a carattere sociale, e le nostre 100 tesserate saranno felici di aiutare"

"Non azzardatevi!": dalla Cisl una nuova indagine, preoccupante, sulla ludopatia

Alessandria | Secondo i dati della ricerca, sarebbero almeno 3450 le persone già dipendenti dal gioco in provincia, ma i numeri salgono a 14 mila se si conteggiano anche i giocatori a rischio. Ad Alessandria le giocate procapite calcolate per il 2017 contano la spaventosa cifra di 1554 euro, per un totale di oltre 145 milioni di euro giocati. Ecco tutti i dati

Inaugurato il progetto "Lara": gli amici a 4 zampe entrano in Ospedale

Alessandria | Iniziativa di umanizzazione resa possibile grazie alla Fondazione Uspidalet Onlus, che ha visto la risistemazione del giardino interno dell'Ospedale, ora ricco di verde, con un dehor e box in cui incontrare i propri amici animali, oltre a un piccolo spazio in cui poter coltivare piante e fiori

Le persone al primo posto: Cambalache a Ginevra per il suo impegno con i rifugiati

Alessandria | Si è aperto l'incontro mondiale dedicato alle ong partner dell'UNHCR - Agenzia ONU, dal titolo: “Putting People First”. Alessandria è rappresentata da Cambalache e dal suo progetto Bee My Job, finanziato dalla fondazione SociAL e finalizzato all'inserimento lavorativo dei migranti nel settore dell'apicoltura