Alessandria

“Minori e comunità: Mind The Gapp”: ecco i progetti di sostegno

Nasce il progetto “Minori e comunità: Mind The Gapp”, avendo colto l’importanza di una presa in carico specialistica dei disagi di giovani e famiglie con difficoltà socio-economiche

ALESSANDRIA - Dal 2012, grazie ai co-finanziamenti della Fondazione SociAL e alle partnership di Associazioni e Istituzioni del territorio, l’Associazione GAPP ha promosso progetti volti a rispondere al disagio di minori e famiglie che si trovano in situazioni di svantaggio socio-economico, considerando la scelta della cura un diritto fondamentale. Sulla base dei dati epidemiologici (Save The Children, 2017), dell’esperienza acquisita e dell’impatto sociale riscontrato nei diversi anni di attività progettuale, sono state pensate e attivate diverse edizioni di “Mind The Gapp” che oggi prosegue, con i suoi interventi multidisciplinari, grazie al contributo della Fondazione CRAL di Alessandria.

Cogliendo l’importanza di una presa in carico specialistica, integrata e multidisciplinare nasce il progetto “Minori e comunità: Mind The Gapp” (2018), che offre un percorso terapeutico individualizzato ad orientamento psicodinamico a minori e giovani adulti (età 19-25) e a famiglie in difficoltà socio-economica, minori ospiti di comunità educative o in carico ai Servizi Sociali, utenti con disturbo del comportamento alimentare (DCA) e/o con difficoltà psicologiche, relazionali, scolastiche o di ritiro sociale. Il progetto intende prevenire le diverse forme di sofferenza adolescenziale contemporanea (disturbi alimentari, ansioso-depressivi, psicosomatici, di dipendenza o di ritiro sociale) con colloqui di ascolto, consultazioni e interventi terapeutici “su misura” dell’utente; promuovere il benessere individuale e sociale grazie a laboratori espressivo-creativi, volti a stimolare la circolarità delle emozioni, la condivisione dei propri vissuti e la socializzazione in piccolo gruppo; supportare e migliorare il processo di apprendimento e la comunicazione degli studenti con gli adulti di riferimento attraverso laboratori di sostegno scolastico; ridurre e prevenire le ospedalizzazioni per pazienti con DCA grazie a un percorso di cura multidisciplinare, suddiviso in moduli trimestrali, con sedute di psicoterapia individuale ad orientamento psicodinamico integrate con spazi strutturati di pasto condiviso.

Alla base dei diversi interventi terapeutici è imprescindibile un lavoro di rete con le Istituzioni e Associazioni del territorio, tra cui il reparto di Neuropsichiatria dell’Ospedale Infantile “C. Arrigo”, la Cooperativa Sociale “Coompany &”, lo Spazio Adolescenti (Asl AL), i Servizi Sociali (Cissaca), il Consultorio (Ucipem) e alcune comunità educative, che inviano genitori e minori con disturbi del comportamento alimentare (DCA) e problematiche relazionali, familiari, scolastiche. Così, grazie al contributo della Fondazione CRAL, al lavoro dei professionisti della rete e alla partecipazione del privato sociale a sostegno del sistema pubblico, l’Associazione GAPP ha la possibilità di offrire ancora oggi un servizio integrato e multiprofessionale rivolto ad adolescenti e famiglie che hanno difficoltà ad accedere ai dispositivi terapeutici di cura e sostegno psicologico privati.




Per informazioni: 

Centro GAPP - FIDA Alessandria
Piazza Garibaldi, 21 - 15121 Alessandria
Tel. 0131 32.53.69
Mail. associazionegapp@gmail.com
Sito Web. www.fidadisturbialimentari.com


 

8/09/2018







blog comments powered by Disqus


Verso il primo Pride alessandrino, Cuttica: "favorevole al patrocinio del Comune"

Alessandria | L'associazione Tessere le Identità pronta a organizzare in estate un'iniziativa contro ogni forma di discriminazione, coinvolgendo tante realtà del territorio. Dal sindaco apertura per sostenere l'iniziativa: "giusto farlo, spero venga portato vanti senza urtare la sensibilità di altri soggetti ed evitando gli aspetti più folcloristici"

"Il gusto della solidarietà": giovedì 6 dicembre la cena per sostenere un progetto musicale in carcere

Alessandria | A preparare la cena di beneficienza, dal menù gourmet, saranno gli stessi ospiti degli Istituti Penitenziari alessandrini, con lo scopo di raccogliere fondi per finanziare un interessante progetto dedicato alla musica in carcere, realizzato con il sostegno del Conservatorio Vivaldi e di Franco Mussida

"Muoversi senza barriere": il Cissaca punta su sport e integrazione, insieme a tante realtà del territorio

Alessandria | Il 10 dicembre si terrà un incontro al Punto D del Cristo per presentare i primi progetti sul territorio: l'obiettivo del Cissaca è fare rete per offrire numerose occasioni alle persone con disabilità sia motoria che intellettiva per fare sport e accedere ad attività inclusive, puntando sulla forza del team e del gioco di squadra

Firmato accordo tra Cia, Coompany e Istituto penitenziario: i detenuti a scuola di agricoltura

Alessandria | L'accordo consentirà ai detenuti più meritevoli di seguire corsi professionalizzanti svolti all'interno del carcere per acquisire competenze in ambito agricolo direttamente spendibili nel mondo del lavoro una volta scontata la pena

Artiviamoci: festival delle arti recluse per scoprire due quartieri "particolari" della città

Alessandria | Dal 7 al 16 dicembre la città ospiterà il la rassegna "Artiviamoci - Le mani e le arti" dedicata alle attività svolte all'interno delle due carceri alessandrine, da poco riunite formalmente sotto un unico istituto. Dalla pittura all'arte contemporanea, dalla fotografia al teatro, ecco il programma degli eventi pensati per osservare il carcere sotto una nuova luce