Alessandria

StrAlessandria 2018, vincono Seppi e Caviglia: grande partecipazione degli alessandrini

Nell'edizione dedicata alla Borsalino, le magliette vendute sono state più di 7 mila, per una manifestazione che è da anni autentico simbolo di comunità e solidarietà. Tanti i gruppi iscritti: il più numeroso è stato quello di Decathlon con ben 450 membri, mentre le scuole trionfa l'istituto Galilei con 436 partecipanti

ALESSANDRIA - A vincere fra gli agonisti sono stati Andrea Seppi nella categoria uomini (che ha preceduto Mamadou Abdullah Yally arrivato secondo e Carlo Pogliani, terzo al traguardo), mentre Giovanna Caviglia si è imposta in quella donne (davanti a Claudia Marchisa e Laura Costa), ma come sempre a vincere è stata in realtà tutta la città, che ha partecipanto numerosa, con più di 7 mila magliette vendute e migliaia di alessandrini pronti al via della "corsa" non competitiva, che per tanti, ieri più che mai, è stata più che altro un'occasione di festa e per una passaggiata in compagnia fra le vie del centro.

Quest'anno la corsa, oltre ai diversi progetti di solidarierà sostenuti, aveva come slogna #SiamoBorsalino, storico marchio cittadino che sta a cuore a tutta la città. Per la prima volta hanno preso parte alla manifestazione anche alcuni detenuti in articolo 21, un'occasione in più per celebrare la capacità della stracittadina di unire e superare le barriere. A garantire il corretto e tranquillo svolgimento della corsa, senza incidenti né intoppi, c'erano, oltre agli agenti della Polizia Municipale e a tanti volontari, anche un cospicuo gruppo di richiedenti asilo dall'Aps Social Domus di Alessandria, "schierati" a protezione delle troup e dei tecnici alla partenza, che è avvenuta sul ponte Meier, mentre per l'arrivo si è optato per piazza della Libertà. 








Sono stati oltre 50 i gruppi che hanno preso parte alla Stralessandria 2018, Il più numeroso è stato quello del main sposor, Decathlon, con ben 450 membri, seguito dall'’Istituto Comprensivo Galilei, capace di mobilitare 436 iscritti.

Fra i gruppi più festeggiati anche quello dell'ipab Soggiorno Borsalino, con tanti ospiti della casa di riposo presenti sotto il palco allestito di fronte a Palazzo Rosso. 

Questa la classifica dei gruppi scolastici più numerosi Istituto Comprensivo Galilei (436 iscritti), Istituto Comprensivo Straneo (224), Istituto Comprensivo Spinetta Marengo (188), Liceo Scientifico Galilei (161), Istituto Volta (150), Istituto Comprensivo De Amicis-Manzoni (146), Istituto Nervi Fermi (123), Istituto Comprensivo Felizzano (61), Scuola Angelo Custode (54), Istituto Vinci Migliara (50) e Istituto Bovio Cavour (41).

12/05/2018







blog comments powered by Disqus


Da Alessandria a un viaggio intorno al mondo: seguiamo Elisa e Luca!

Alessandria  | Elisa e Luca, 23 e 26 anni, sono in viaggio per realizzare un sogno, quello di percorrere tutto il Canada, scendere lungo la costa degli Stati Uniti e arrivare in Argentina senza mai prendere aerei. Ecco il loro racconto, che potremmo seguire passo dopo passo sul nostro giornale

Skill Me UP!: la musica per aiutare i migranti con disagio mentale

Alessandria | La musica veicolo di dialogo, per andare oltre la solitudine: è il progetto organizzato dall'associazione Cambalache, insieme al Conservatorio di Alessandria

Case vuote, persone senza casa: la città si prepara al grande sgombero

Alessandria | Quasi cento persone, fra cui una trentina di minori, saranno sgomberate entro marzo dagli alloggi in corso Acqui e via Brodolini che avevano occupato alcuni fa. Gli appartamenti, dopo anni di abbandono, sono stati nel frattempo sistemati dalle famiglie. Comune e operatori del sociale pronti a raddoppiare i locali di accoglienza nell'ex Ospedale Psichiatrico

Ri-Generazioni Urbane: si cercano nuovi progetti dai giovani per migliorare la città

Alessandria | Presentato il bando per la concessione di contributi alla progettualità dei giovani nel 2019

Gioco d'azzardo: spendiamo il doppio rispetto alla media nazionale

Alessandria | Il numero delle slot machines in Piemonte è calato del 44% grazie all'introduzione del discusso "distanziometro", inserito in una legge di fatto retroattiva che mira a rendere difficili l'installazione e il mantenimento di dispositivi di gioco presso bar e tabaccai. Ma la situazione è molto più complessa di quanto non possa sembrare