Alessandria

Tutto pronto per la StrAlessandria che "Unirà le sponde"

Il 13 maggio si correrà la 21esima StrAlessandria, con la storica novità della partenza dal ponte Meier e l'arrivo in Cittadella. Ecco i progetti sostenuti dall'iniziativa, le curiosità sulla corsa e dove acquistare le magliette

ALESSANDRIA - Ufficialmente la 21esima edizione della StrAlessandria, la storica corsa competitiva e non che coinvolge tutta la città, sarà presentata il 21 aprile, con la conferenza stampa insieme alla testimonial e madrina Valeria Straneo, ma sono già tantissime le novità che si possono raccontare sull'imperdibile appuntamento che a maggio coinvolgerà tutta la città. 

Ventun anni di solidarità, ma la prima volta per il Meier
Eccezionalmente la corsa quest'anno partirà dal nuovo Ponte, anche se difficilmente lo stesso sarà già stato ufficialmente inaugurato (si parla di giugno ndr). L'appuntamento con tutti i partecipanti sarà per il 13 maggio in via Pavia, punto di ritrovo dal quale la gara avrà inizio, con un percorso ad hoc, che spingerà i corridori (tanto della gara competitiva che di quella dedicata ad amatori e famiglie) lungo il ponte e in giro per la città, fino a riattraversare il Meier per raggiungere l'arrivo, previsto nel cortile della Cittadella, subito oltre il posto di guardia. In tutto saranno 6 chilometri da vivere insieme, prova atleticamente adatta a tutti, nessuno escluso, lungo le vie del centro storico alessandrino.
 
I progetti per "Unire le sponde"
Se la corsa unirà le due sponde del Tanaro, l'edizione 2016 della StrAlessandria si è data l'obiettivo metaforico di fare altrettanto con i progetti selezionati, che sarà finanziati grazie alla vendita delle magliette e alle varie raccolte fondi con gli sponsor. Con la corsa podistica solidale la comunità alessandrina da sempre intende infatti valorizzare la diversità come ricchezza. 
 
La manifestazione è organizzata da ICS Onlus e dalla Città di Alessandria. Fanno parte del gruppo organizzatore 2016: Fidal, Cissaca, Zonta International, Pgs, Atletica Alessandria, GP Solvay Uisp, Aias. Partner sono anche le realtà votate all'integrazione degli stranieri e sviluppo della rete di solidarietà cittadina, in particolare Cambalache, Casa di Quartiere, Coompany&, Ostello di Alessandria, Social Domus.


Ecco di seguito un preve riassunto dei progetti proposti quest'anno: 

Diamoci una mano!
Prosegue il progetto per i minori in difficoltà scolastica. Cissaca e ICS Onlus hanno mobilitato la doppia adesione delle famiglie richiedenti e dei giovani studenti delle scuole superiori e dell’università. Allievi e tutor, in rapporto uno a due. Sono 34 i tutor che si prendono cura - due volte alla settimana - di cento alunni della scuola dell’obbligo, nei quartieri e nelle scuole. Le risorse della StrAlessandria contribuiranno ad accogliere un numero ancora maggiore di richiedenti.

Integrazione e WIFIfree
E’ il progetto che coinvolge la rete comunale delle Associazioni attive nell’accoglienza degli immigrati richiedenti asilo. Sono previste azioni che favoriscano l’incontro, la comunicazione tra loro e i residenti. E’ importante l’accesso alla rete (WIFIfree) perché le persone che lasciano i paesi nella povertà e nella guerra hanno la necessità di mantenere i rapporti con i familiari in movimento e con i territori d’origine. La rete è un’opportunità condivisa, che l'Ics sosterrà in città, favorendo il costituirsi di un servizio di accesso gratuito pensato per tutti i cittadini, in collaborazione con il Comune di Alessandria. 
 
Les Etoiles de Sidi Moumen
E' previsto un sostegno concreto anche a un progetto internazinale, grazie al Centro culturale che opera nell’omonimo quartiere di Casablanca. Les Etoiles de Sidi Moumen è un libro e un film. E’ una filosofia sociale d’intervento che fronteggia la devianza con la cultura e l’arte. ICS Onlus ha attivato un programma di scambi e di eventi che porteranno in Alessandria alcuni prestigiosi artisti internazionali impegnati in prima persona in questa lotta contro il terrorismo. Un’occasione di verifica delle nostre strategie verso i quartieri e la popolazione giovanile a rischio.
 
Una StrAlessandria davvero per tutti
Le persone, gli atleti diversamente abili e le loro associazioni saranno presenti da protagonisti durante tutto l’arco della giornata della gara: al mattino nella Straragazzi, alla sera nella gara non competitiva, ma anche negli eventi di partecipazione. Presso la Cittadella, il 13 maggio, si terranno dimostrazioni di handbike, incontri di tennis e di ping-pong su carrozzella, accoglienza per avviare i giovani portatori di disabilità alla normale pratica sportiva.

La StrAlessandria si correrà anche in carcere
Con il successo nella scorsa edizione, si è avviata la consuetudine della gara podistica competitiva all’interno delle mura della Casa di Reclusione San Michele di Alessandria. Atleti delle società sportive entreranno per gareggiare con gli atleti detenuti. Il percorso si svolgerà sulla stessa lunghezza di quello esterno, 6 chilometri, regolarmente cronometrato e premiato. La gara si concluderà con una premiazione dei primi sei arrivati, atleti interni ed esterni, con coppe e 'baci di Gallina' offerti dalla storica pasticceria cittadina. 
 
Straragazzi 2016
La mattina del 13 maggio presso il Campo di atletica leggera si svolgeranno percorsi sportivi, attività motorie, giochi e animazione dedicati alle scuole primarie e dell'ultimo anno della scuola dell'infanzia
Affinché la partecipazione degli studenti alla StrAlessandria e/o alla StraRagazzi sia motivata e consapevole, ICS Onlus propone inoltre alle classi un incontro gratuito di due ore dal titolo "Uniamo le sponde", nel quale si presentano la manifestazione, i progetti di cooperazione ad essa collegati e un excursus dei progetti realizzati negli anni passati. I docenti interessati all'incontro devono inviare richiesta a ICS Onlus (in fondo all'articolo ci sono tutti i contatti). 
 
Come iscriversi alla corsa non competitiva
Il ritrovo sarà il 13 maggio in via Pavia, ai piedi del ponte Meier, con la partenza della corsa fissata per le ore 20.30. L'iscrizione costa 5 euro, comprensivi di maglietta. Per i gruppi che raggiungo le 50 iscrizioni sarà possibile richiedere la personalizzazione della tshirt (offerta da Decathlon, main sponsor della manifestazione) a 1 euro in più. Per chi volesse è possibile anche acquistare una o più "magliette sospese", consentendo così a chi ha difficoltà a pagare la propria di poterne ritirare già pagata, e quindi offerta. 

Punti di iscrizione:
• ICS Onlus, Via Verona 17 dal 4 aprile 2016 (da lunedì a venerdì ore 9/12 - 14.30/18.30, chiuso sabato e festivi)
• Comune di Alessandria, Segreteria Assessore Coesione Sociale
• DECATHLON Serravalle Scrivia Via Novi, 33 • AIAS via Galimberti 2/A
• le edicole della città e dintorni
• CDC-Sportrage, Via Filzi 30
• La Bici, Via Carlo Alberto 64
• Cantieri Sportivi Corso Monferrato 145
• Cartolibreria Gallo via Ferraio Spinetta M.
• Campo di atletica
• dal 9 al 12 maggio: sotto il Municipio ore 9/19 • Il 13 maggio 2016 Ponte Meier fino alla partenza della corsa
Iscrizione scuole e gruppi (minimo 20 persone)
• ICS Onlus, Via Verona 17 – Alessandria Entro martedì 10 maggio alle 12.

Personalizzazione magliette:
Le scuole e i gruppi che raggiungono un minimo di 50 iscrizioni possono portare le proprie magliette a Il Particolare Arti Grafiche (via Giraudi 204 loc Micarella, Castellazzo Bormida tel. 0131 223322) e farle personalizzare al costo aggiuntivo di € 1 al pezzo.

Per informazioni sulla StrAlessandria
www.stralessandria.it
https://it-it.facebook.com/Stralessandria
ICS Onlus
Via Verona, 17 - 15121 Alessandria
c.f. 96050140068 cell. 3420438000 icsonlus@gmail.com www.icsal-onlus.it

Come contribuire:
ICS ONLUS
c/c postale: 001002823175
IBAN: IT75M0200810410000103035318 Causale: “StrAlessandria 2016 ”
4/04/2016







blog comments powered by Disqus


Amag e Cissaca sperimentano nuove forme di welfare

Alessandria | Al via uno sportello per i dipendenti del Gruppo e percorsi di inclusione per i più fragili. "Si tratta di un accordo innovativo, unico nel suo genere sul nostro territorio".

Carcere e comunità: una "città nella città" su cui riflettere e specchiarsi

Alessandria | Giovedì si terrà un convegno per fare il punto sugli istituti penitenziari alessandrini, sul loro rapporto con la città e sulla attività di volontariato che consentono di cucire relazioni fra chi sconta un periodo temporaneo di detenzione e la realtà che troverà una volta tornato in libertà. Intanto il numero dei detenuti torna a crescere

Al via la Lotteria di Natale della Fondazione Uspidalet: ricchi premi, ma la gioia di aiutare è impagabile

Alessandria | L'obiettivo di quest'anno è l'acquisto di un eco-cardiografo del valore di 100 mila euro per l'ospedale infantile, capace di garantire anche in futuro gli standard di eccellenza per la struttura che è ormai un punto di riferimento in Italia per le cure pediatriche. I biglietti costano 3 euro e il primo premio è uno straordinario soggiorno a 5 stelle

Chiude Orti Sicuro, l'associazione nata dopo la tragica alluvione del 1994

Alessandria | Troppe poche le forze per continuare, anche alla luce delle innovazioni tecnologiche che consentono una migliore informazione in tempo reale e situazioni di maggiore sicurezza nel quartiere. Ma la gratitudine per quanto fatto non cesserà mai

Social wood: "i detenuti? Aiutateci a mandarli a lavorare"

Alessandria | Il progetto per l'apertura di una bottega all'interno del carcere in città è ormai maturo e ha lanciato una raccolta fondi per dare ancor più solidità al piano, arrivando a coinvolgere nel tempo un numero maggiore di detenuti. Invece di rimanere con le mani in mano verranno realizzati oggetti di arredo e di design