Alessandria

Uno slot mob per premiare chi rinuncia ai soldi "sporchi" di Slot Machines e Gratta e Vinci

E' stato un successo la prima iniziativa ad Alessandria inserita nella rete 'slot mob' nazionale, eventi nati con lo scopo di premiare i locali che rinunciano ad ospitare slot machine e gratta e vinci. Ad accogliere un "aperitivo di massa" è stato il bar di via dei Martiri 'Le Petit Café'. Da Libera la promessa: "è solo l'inizio!"

ALESSANDRIA - Stare insieme, prendere un aperitivo in compagnia, riscoprire giochi in scatola, il piacere di fare musica e ballare in strada, ma soprattutto scegliere di rinunciare a quelle scommesse che spesso rovinano la vita, legate al gioco d'azzardo e alla speculazione sistematica rivolta a chi è più fragile e si trova in difficoltà: sono questi alcuni dei valori che hanno spinto in tutta Italia più di 60 città a prendere parte a una giornata di 'Slot Mob', campagna nazionale che sta riscuotendo grande successo. 

Sabato 7 maggio presso Le Petit Café di via dei Martiri decine di persone si sono così ritrovate per un aperitivo di gruppo, capace di unire la gioia della convivialità a un gesto di gratitudine e solidarietà verso il locale, gestito da Evelin Serenelli, che da sempre ha scelto di rinunciare agli introiti provenienti da Slot Machine e Gratta e Vinci. 
A organizzare l'iniziativa, allietata dalle musiche sfrenate e dalle danze di alcuni richiedenti asilo ospitati dall'Associazione 'Social Domus', è stata Libera - associazioni, nomi e numeri contro le mafie - che per prima ha patrocinato l'evento.

A partecipare con entusiasmo sono stati anche tanti ragazzi del Progetto Giovani, il corso di formazione tenuto dall'Associazione Cultura e Sviluppo Alessandria, che quest'anno ha ospitato una conferenza incentrata proprio sulla promozione di una società più etica e responsabile, fondata sulla capacità di ciascun individuo di compiere scelte improntate a un maggior benessere proprio e della collettività.

"L'iniziativa è solo la prima di una lunga serie - promettono gli organizzatori - perché siamo felici di poter dimostrare la nostra gratitudine a tutti quegli esercizi commerciali che rinunciano al gioco d'azzardo per finanziarsi"

La Regione Piemonte ha da poco approvato una nuova legge che limiterà moltissimo la diffusione delle slot machines almeno nel centro città. 
8/05/2016







blog comments powered by Disqus


Torna lo spettacolo di Natale della Fondazione Uspidalet: grandi artisti e il 100% del ricavato alla Casa Amica

Alessandria | In collaborazione con Radio Rai, l'ormai tradizionale concerto di Natale, giunto all'ottava edizione, si terrà al teatro alessandrino venerdì 23 novembre. Di grande fascino gli artisti che parteciperanno, con l'obiettivo di unire più generazioni. Il ricavato servirà per migliorare il lavoro d'eccellenza finalizzato a percorsi di riabilitazione

Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)

Alessandria | Un reportage per osservare cosa si trova oltre il muro che circonda la Casa Circondariale "Catiello e Gaeta", ormai diventata sul piano amministrativo un'unica realtà con il carcere di San Michele. Il nostro capoluogo è uno degli ultimi in Italia ad avere una struttura detentiva in pieno centro. Ecco come funziona la vita all'interno

Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città

Alessandria | Un reportage per osservare cosa si trova oltre il muro che circonda la Casa Circondariale "Catiello e Gaeta", ormai diventata sul piano amministrativo un'unica realtà con il carcere di San Michele. Il nostro capoluogo è uno degli ultimi in Italia ad avere una struttura detentiva in pieno centro. Ecco come funziona la vita all'interno

DemA Alessandria si presenta alla città: in piazzetta della Lega per sostenere il sindaco di Riace

Alessandria | Alle 16 la manifestazione in solidarietà di Mimmo Lucano, occasioni per far conoscere il movimento politico che da alcuni mesi ha una sua rappresentanza anche in città e in provincia: "pronti per ricostruire un'alternativa di governo dal basso, insieme a chi si è sentito deluso dalle esperienze politiche precedenti"

"AlterEgo": combattere la violenza sulle donne lavorando con gli uomini che le aggrediscono

Alessandria | Abbiamo incontrato l'équipe che segue, grazie a un progetto d'avanguardia, i maschi autori di violenze contro le donne per offrire loro un percorso di consapevolezza e terapia con l'obiettivo di depotenziare il fenomeno, aiutando gli uomini aggressivi a trovare strade differenti per relazionarsi con l'altro sesso. Ecco come funziona