Alessandria

Uno slot mob per premiare chi rinuncia ai soldi "sporchi" di Slot Machines e Gratta e Vinci

E' stato un successo la prima iniziativa ad Alessandria inserita nella rete 'slot mob' nazionale, eventi nati con lo scopo di premiare i locali che rinunciano ad ospitare slot machine e gratta e vinci. Ad accogliere un "aperitivo di massa" è stato il bar di via dei Martiri 'Le Petit Café'. Da Libera la promessa: "è solo l'inizio!"

ALESSANDRIA - Stare insieme, prendere un aperitivo in compagnia, riscoprire giochi in scatola, il piacere di fare musica e ballare in strada, ma soprattutto scegliere di rinunciare a quelle scommesse che spesso rovinano la vita, legate al gioco d'azzardo e alla speculazione sistematica rivolta a chi è più fragile e si trova in difficoltà: sono questi alcuni dei valori che hanno spinto in tutta Italia più di 60 città a prendere parte a una giornata di 'Slot Mob', campagna nazionale che sta riscuotendo grande successo. 

Sabato 7 maggio presso Le Petit Café di via dei Martiri decine di persone si sono così ritrovate per un aperitivo di gruppo, capace di unire la gioia della convivialità a un gesto di gratitudine e solidarietà verso il locale, gestito da Evelin Serenelli, che da sempre ha scelto di rinunciare agli introiti provenienti da Slot Machine e Gratta e Vinci. 
A organizzare l'iniziativa, allietata dalle musiche sfrenate e dalle danze di alcuni richiedenti asilo ospitati dall'Associazione 'Social Domus', è stata Libera - associazioni, nomi e numeri contro le mafie - che per prima ha patrocinato l'evento.

A partecipare con entusiasmo sono stati anche tanti ragazzi del Progetto Giovani, il corso di formazione tenuto dall'Associazione Cultura e Sviluppo Alessandria, che quest'anno ha ospitato una conferenza incentrata proprio sulla promozione di una società più etica e responsabile, fondata sulla capacità di ciascun individuo di compiere scelte improntate a un maggior benessere proprio e della collettività.

"L'iniziativa è solo la prima di una lunga serie - promettono gli organizzatori - perché siamo felici di poter dimostrare la nostra gratitudine a tutti quegli esercizi commerciali che rinunciano al gioco d'azzardo per finanziarsi"

La Regione Piemonte ha da poco approvato una nuova legge che limiterà moltissimo la diffusione delle slot machines almeno nel centro città. 
8/05/2016







blog comments powered by Disqus


Chiusi i tirocini del progetto Saldatura per rifugiati e richiedenti asilo: per tanti si apre la via del lavoro

Alessandria | La maggior parte dei partecipanti al progetto di inserimento lavorativo e integrazione promosso da Cambalache insieme al Cnos-Fap di Alesandria ha visto i tirocini rinnovati in azienda

Verso il primo Pride alessandrino, Cuttica: "favorevole al patrocinio del Comune"

Alessandria | L'associazione Tessere le Identità pronta a organizzare in estate un'iniziativa contro ogni forma di discriminazione, coinvolgendo tante realtà del territorio. Dal sindaco apertura per sostenere l'iniziativa: "giusto farlo, spero venga portato vanti senza urtare la sensibilità di altri soggetti ed evitando gli aspetti più folcloristici"

"Il gusto della solidarietà": giovedì 6 dicembre la cena per sostenere un progetto musicale in carcere

Alessandria | A preparare la cena di beneficienza, dal menù gourmet, saranno gli stessi ospiti degli Istituti Penitenziari alessandrini, con lo scopo di raccogliere fondi per finanziare un interessante progetto dedicato alla musica in carcere, realizzato con il sostegno del Conservatorio Vivaldi e di Franco Mussida

"Muoversi senza barriere": il Cissaca punta su sport e integrazione, insieme a tante realtà del territorio

Alessandria | Il 10 dicembre si terrà un incontro al Punto D del Cristo per presentare i primi progetti sul territorio: l'obiettivo del Cissaca è fare rete per offrire numerose occasioni alle persone con disabilità sia motoria che intellettiva per fare sport e accedere ad attività inclusive, puntando sulla forza del team e del gioco di squadra

Firmato accordo tra Cia, Coompany e Istituto penitenziario: i detenuti a scuola di agricoltura

Alessandria | L'accordo consentirà ai detenuti più meritevoli di seguire corsi professionalizzanti svolti all'interno del carcere per acquisire competenze in ambito agricolo direttamente spendibili nel mondo del lavoro una volta scontata la pena