Serravalle Scrivia

Gestione cimiteri, poco personale e il Comune chiede una mano ai privati

Sistemazione dei vialetti e dei campi comuni, una gestione pił puntuale delle scadenze dei loculi, investimenti mirati per migliorare la gestione dei cimiteri comunali, in particolare di quello vecchio. Lo vuole l'amministrazione di Serravalle Scrivia, che ha ricevuto una proposta di partenariato pubblico privato

SERRAVALLE SCRIVIA -  Sistemazione dei vialetti e dei campi comuni, una gestione più puntuale delle scadenze dei loculi, investimenti mirati per migliorare la gestione dei cimiteri comunali, in particolare di quello vecchio. Lo vuole l'amministrazione di Serravalle Scrivia, che ha ricevuto una proposta di partenariato pubblico privato discussa durante l'ultimo consiglio comunale.

La proposta riguarda l’affidamento in concessione "dei servizi cimiteriali, dell’edilizia cimiteriale, dell’illuminazione votiva, della manutenzione e della cura del verde dei cimiteri cittadini" di Serravalle ed è stata presentata dalla ditta Altair di Bologna in qualità di proponente e mandataria della costituenda Ati (associazione temporanea di imprese) e della  Edilver di Villadossola in qualità di mandante. Si tratta di due delle tre aziende che hanno realizzato e stanno gestendo il tempio crematorio accanto al cimitero nuovo.

"La nostra intenzione è quella di migliorare in maniera significativa la gestione dei cimiteri, in particolare di quello vecchio - ha spiegato l'assessore ai Lavori Pubblici Antonino Bailo durante il consiglio comunale - Il progetto prevede una gestione maggiormente puntuale delle scadenze delle concessioni e miglioramenti da attuare nei cimiteri. Verrà fatta una gara e la gestione non sarà affidata al proponente, ma alla ditta che presenterà l'offerta economicamente più bassa".

"Ho parecchie perplessità dal punto di vista della tutela dell'interesse pubblico: il privato infatti fa questa operazione perché ha un interesse economico e se questa gestione non sarà economicamente vantaggiosa, il privato potrà peggiorare il servizio o aumentare le tariffe. Esiste questo rischio - ha fatto notare Anna Massone, capogruppo di Serravalle Futura - E' necessario che il Comune riesca a controllare tutte le fasi in maniera autorevole, il Comune deve essere nella posizione di chi detta le regole". E all'ulteriore richiesta di spiegazioni da parte del consigliere Vecchi, Bailo ha replicato che "il personale è esiguo e non riusciamo a gestire il servizio".

Ritornando alla proposta, essa riguarda i servizi cimiteriali, l'illuminazione votiva, l'edilizia cimiteriale, la
manutenzione ordinaria, la cura del verde, la guardiania, la gestione amministrativa, la tenuta dei registri cimiteriali, la riscossione delle tariffe e investimenti a favore del restyling del cimitero vecchio. Il quadro economico complessivo dell’investimento proposto ammonta a 538.954 euro.

La proposta è stata approvata con i voti della maggioranza; astenuti Massone, Zerbo, Vecchi e Scaiola.
10/10/2018
Lucia Camussi - l.camussi@ilnovese.info







blog comments powered by Disqus


"Ripartire dal lavoro", Epifani incontra i sindacati provinciali

Novi Ligure | L'ex numero uno della Cgil sarą a Novi Ligure per un convegno sul mondo del lavoro. Poi inaugurerą la nuova sede di Articolo 1 - Mdp. Con lui il capogruppo di Leu Federico Fornaro e il consigliere regionale Walter Ottria

La val Lemme va in televisione, in onda "Sereno Variabile"

Val Lemme | Programmata la puntata di "Sereno Variabile" dedicata alle bellezze della val Lemme e dell'alto Monferrato. Le riprese hanno interessato Bosio, Carrosio, Fraconalto, Voltaggio, Lerma, Casaleggio Boiro e Mornese

Amori e amicizie dei "Ragazzi della Pieve" raccontati da Sacco in un libro

Novi Ligure | "Fare un viaggio nel tempo. Ricordare, oltre che rivivere, gli anni della mia giovinezza con gli amici č stato come fare un bagno di salute. Mi ha fatto sentire pił giovane, e sentirsi pił giovani non guasta mai". Questa la risposta alla domanda sulle motivazioni che hanno spinto Salvatore Sacco, per tutti Moloc, a scrivere il volume "I ragazzi della Pieve" che verrą presentato a Novi

Attenzione alla nebbia

Meteo | Settimana di stampo autunnale, con tempo nuvoloso e nebbia a banchi

"Tartufi, un monopolio di pochi dopo la creazione dei consorzi"

Novi Ligure | Secondo l'Associazione dei liberi tartufai, i consorzi riservano a poche persone la raccolta dei tartufi nelle zone pił produttive. Lorenzo Tornato: "Chiediamo una moratoria per evitare che la ricerca dei tartufi diventi solo un business"