Economia e Lavoro

Con "Iniziativa Lavoro", opportunità di lavoro per persone disoccupate

L'avviso del consorzio "Idea Agenzia per il Lavoro" per la raccolta delle adesioni al progetto "Iniziativa lavoro" finanziato con il contributo della Fondazione CrT

ECONOMIA E LAVORO - Il progetto si inserisce all'interno del bando Iniziativa Lavoro 2017, promosso dalla Fondazione CRT, e nasce dalla necessità di rispondere al momento di crisi lavorativa presente sul territorio alessandrino.
L'obiettivo generale del progetto è quello di accrescere l'autostima e la dignità dei beneficiari, accompagnandoli in una dimensione di autonomia e autorealizzazione di sé attraverso un'esperienza professionale concreta.
Il progetto prevede l'attivazione di 8 tirocini della durata di 4 mesi (20 h/settimana), all'interno di aziende operanti sul territorio della provincia di Alessandria (4 aziende di Ovada, candidature riservate a disoccupati iscritti al CpI di Ovada-Acqui, 4 cooperative sociali di Alessandria, candidature riservate ad iscritti al Cpi di Alessandria). Per ogni partecipante sarà inoltre attivato un percorso di orientamento, tutoraggio e accompagnamento al lavoro.
I disoccupati selezionati parteciperà inoltre ad un percorso di servizi SAL, ad un percorso di formazione inerente alla sicurezza, all'organizzazione e alla qualità aziendale, alla relazione e alla comunicazione nell'ambito lavorativo, diritti e doveri del lavoratore e dell'impresa, legislazione del lavoro e contrattazione collettiva. Alla fine del percorso verrà rilasciato un attestato di frequenza e profitto.


I destinatari:

Requisiti.
- Essere disoccupati e/o inoccupato.
- Possedere un profilo di qualificazione medio o medio-basso

Priorità:
- Essere iscritti al Centro per l'Impiego;
- Essere residenti in uno dei comuni di competenza dei CpI di Acqui-Ovada o di Alessandria;
- Essere in situazione di marginalità socio- culturale e lavorativa;
- Persone con nucleo familiare critico (familiari con disabilità psichiche e/o fisiche gravi);
- Persone segnalate dal C.S.S. dell'Ovadese o dal Cissaca di Alessandria;
- Persone con bassa scolarità;
- Immigrati/stranieri con difficoltà di inserimento sociale.


Settori di interesse/aree di lavoro.
I tirocini saranno attivati nelle seguenti settori lavorativi:
n. Macro-ambiti
CPI ACQUI-OVADA
1 PRODUZIONE BIRRA - ADDETTO/A
2 LABORATORIO ODONTOTECNICO - ADDETTO/A
3 GRAFICA PUBBLICITARIA - ADDETTO/A
4 CENTRO DENTISTICO - ASSISTENTE ALLA POLTRONA
CPI ALESSANDRIA
1 RISTORAZIONE - AIUTO CUCINA
2 RISTORAZIONE - AIUTO SALA
3 PULIZIE - ADDETTO/A
4 MANUTENZIONE VERDE - AIUTO MANUTENTORE

Articolazione del progetto.
Il progetto si articola nelle seguenti fasi:
- Pubblicazione del bando e raccolta domande di partecipazione: dal 19/02/2018 al 02/03/2018
- Colloqui finalizzati alla selezione: dal 05/03/2018 al 16/03/2018
- Percorso formativo indirizzato a potenziare le competenze di base e professionali: dal 19/03/2018 al 23/03/2018
- Avvio tirocini: a partire da aprile 2018 (durata quattro mesi x 20h/settimana)

Contatti e modalità di presentazione della domanda di partecipazione.
A tutti i beneficiari selezionati sarà richiesto, prima dell'avvio di tutte le attività, di sottoscrivere un patto di servizio. Le posizioni di lavoro richieste dalle aziende aderenti al progetto non richiedono competenze tecnico professionali specifiche. Costituirà tuttavia elemento preferenziale avere maturato precedenti esperienze documentabili analoghe a quelle richieste dai profili.
L'abbinamento tra i beneficiari selezionati e le aziende che hanno offerto una posizione di tirocinio avverrà solo dopo i colloqui di orientamento. Per ciascun profilo verrà realizzato un elenco di preselezione di max 5 candidature, che saranno presentate alle aziende. Si precisa che l'abbinamento conclusivo sarà realizzato dalle aziende che mettono a disposizione il profilo..

La domanda di partecipazione, completa di tutti gli allegati, dovrà essere consegnata entro e non oltre il 02/03/2018
presso:
Per Area Ovadese: Filiale di Ovada di "Idea Agenzia per il Lavoro" via Novi 21, Ovada tel 335/1327967
mercoledì dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15 alle 19, venerdì dalle 15 alle 19
Per Area Alessandrino: C.S.F. Enaip Via Santa Maria di Castello, 9 tel. 0131/223563
dal lunedì al giovedì dalle 8 alle 17, venerdì dalle 8 alle 14
21/02/2018







blog comments powered by Disqus


"Toninelli tiene fermi i finanziamenti del Terzo Valico? da ottobre lavori fermi"

Economia | Il presidente della Regione Piemonte esprime preoccupazione per il futuro del Terzo Valico dei Giovi: "sembra che il ministro Toninelli stia tenendo fermi i finanziamenti già decisi, deliberati e pubblicati in Gazzetta Ufficiale per il 5° lotto dei lavori del Terzo Valico. Se questi fondi non verranno sbloccati, dall’inizio di ottobre i lavori purtroppo si fermeranno"

Auto contro un camion che trasportava pomodori, coinvolto Ezio Guerci

Alessandria | Scontro martedì mattina sulla provinciale tra Novi e Alessandria tra un'auto e un camion, che trasportava pomodori. Nell'incidente è rimasto coinvolto Ezio Guerci, politico alessandrino. E' ricoverato all'ospedale di Alessandria

Mezzo secolo di liceo Amaldi: un compleanno con gli ex alunni

Novi Ligure | Era il 1968 quando a Novi Ligure apriva il liceo scientifico, all'epoca con sole tre classi. Oggi conta 1.200 alunni e si prepara a festeggiare la ricorrenza con una serie di incontri a cui parteciperanno illustri ex alunni e personaggi del calibro di Moni Ovadia e Roberto Burioni

Fai, Novi diventa delegazione: "Un successo per tutto il territorio"

Novi Ligure | Tre anni di continua crescita e così il gruppo novese del Fai, il Fondo ambiente italiano, si è conquistato di diritto il passaggio al ruolo di Delegazione. Un successo sancito da oltre 300 iscritti e quasi 12 mila visitatori alle tre Giornate di primavera finora organizzate

Poste, rebus sulle assunzioni e stabilizzazioni

Provincia | In provincia di Alessandria mancano almeno trenta porta lettere, ma l'azienda, dicono i sindacati, non ha intenzione di procedere con nuove assunzioni o di stabilizzare i precari. Cgil, Cisl e Uil chiedono come Poste Italiane intenda garantire gli standard qualitativi del servizio