Serravalle Scrivia

Libarna con tutti i sensi: mappe tattili per i disabili visivi

Far conoscere le bellezze dell'antica cittÓ romana di Libarna anche a coloro cui il destino ha sottratto il bene della vista. Grazie a mappe tattili sperimentali anche ipovedenti e non vedenti potranno partecipare a una speciale visita guidata

SERRAVALLE SCRIVIA – Far conoscere le bellezze dell’antica città romana di Libarna anche a coloro cui il destino ha sottratto il bene della vista. Grazie alle mappe “tactil vision” che riproducono gli scavi di Libarna e che saranno messe a disposizione durante le “Giornate europee del patrimonio” (23-24 settembre), anche ipovedenti e non vedenti potranno partecipare a una speciale visita guidata.

L’idea è frutto della collaborazione tra Irena Mantello (vicepresidente regionale dell’Aiapp, l’associazione che riunisce gli architetti paesaggisti), il direttore dell’area archeologica Alessandro Quercia e Iudica Dameri e Antonio Santopietro dell’associazione Libarna Arteventi.
«Nelle grandi città le mappe tattili sono già una realtà, in quelle piccole un po’ meno – spiega l’architetto Mantello, alessandrina – A Libarna faremo un primo esperimento, che sarà poi ripetuto al forte di Gavi».
Concretamente, le mappe tattili consisteranno in cartoline in rilievo, in grado di far percepire ai non vedenti planimetrie e spazi. «Il passo successivo sarà allestire i principali spazi di Libarna con pannelli fissi in braille», dice Mantello.

Domenica 24 settembre saranno due le speciali visite guidate: alle 10.00 (fino alle 12.00) e alle 14.30 (fino alle 15.30). L’architetto Mantello introdurrà le caratteristiche del progetto e a seguire si terrà un esempio di utilizzo delle mappe tactil vision per la visita, grazie alla collaborazione dell’Unione italiana ciechi e ipovedenti di Alessandria.

Le giornate del patrimonio però prenderanno già il via sabato 23. Il tema scelto per l’edizione 2017 è “Cultura e natura”, un argomento che permette di approfondire il rapporto tra l’uomo e la natura (per il programma completo clicca qui).
Nell’ambito del progetto “Territori da vivere”, promosso dalla Fondazione Casa di Carità Arti e Mestieri di Ovada con il sostegno della Compagnia di San Paolo, alle 10.30 si parlerà di valorizzazione delle risorse culturali e paesaggistiche del territorio, con la presentazione di nuovi strumenti di fruizione dell’Area archeologica come l’applicazione multimediale, la ristampa della guida breve, la carta d’identità e i laboratori didattici.

Sabato ci sarà anche la partecipazione del Politecnico di Torino che alle 14.30 presenterà lo studio del corso in Pianificazione Territoriale sul paesaggio partendo da Libarna, con l’intento di creare anche un’occasione di scambio per future opportunità di sviluppo che coinvolgano amministratori locali, architetti, ingegneri e agronomi, operatori economici e turistici e non ultimo le associazioni culturali.

Domenica, sempre in collaborazione con l’Aiapp, in aggiunta alle speciali visite guidate sarà proposto anche un itinerario culturale e paesaggistico con un approccio alla percezione visiva attraverso la pittura “en plein air” all’interno dell’area archeologica.
Le giornate del patrimonio termineranno domenica pomeriggio alle 15.30 con un concerto a cura del Gruppo Caronte di Acqui Terme dal titolo “Back to Bach: quando il pop copia la classica” con Gianfranco Cerreto (voce) e Luigi Signori (pianoforte).
14/09/2017







blog comments powered by Disqus


All'Outlet di Serravalle un black friday lungo tre giorni

Serravalle Scrivia | Presso gli outlet targati McArthurGlen, come quello di Serravalle Scrivia, il Black Friday non si limiterÓ a venerdý 24 novembre ma proseguirÓ fino a domenica 26 novembre: tre giorni per approfittare di promozioni esclusive e ulteriori sconti su firme e marchi selezionati

Con Gianluigi Bailo il dialetto novese diventa un libro

Novi Ligure | Il progetto del notaio Gianluigi Bailo Ŕ diventato realtÓ: Ŕ pronto il libro "DialŔtu, dialŔtu, dialŔtu. E sa faismu duu parole". L'autore, noto professionista, da tempo lavora al recupero del dialetto novese, un mezzo attraverso il quale vuole rendere omaggio alla sua cittÓ, nella speranza di riscoprire la novesitÓ

Acciughe, aglio e fujot: scatta il Bagna Cauda Day. I locali in provincia

Provincia | Nato ad Asti, l'evento ha preso subito piede anche qui, grazie alla tradizione comune contadina. Molti i locali aderenti, che la servono come Dio comanda, eretica e atea (in base alla quantitÓ d'aglio)

L'appello dei commercianti: "Basta con le beghe, rimbocchiamoci le maniche"

Novi Ligure | "Per la prima volta l'amministrazione comunale fa una proposta importante e seria. Ora spetta a noi rimboccarci le maniche". Lucia Ferrando, vicepresidente del consorzio Cuore di Novi, si rivolge ai colleghi e dice: "Basta con le beghe, solamente se siamo uniti possiamo davvero far rivivere la cittÓ"

Il Medioevo come metafora della civiltÓ contemporanea nel libro PÓrtagas

Novi Ligure | Sabato 25 novembre, in Biblioteca Civica a Novi, lo scrittore Gianluca DĺAquino presenterÓ il romanzo "PÓrtagas", affrontando, con la partecipazione dellĺautrice Silvia Vigliotti, il tema centrale della guerra di religione, analizzando la pericolosa deriva del mondo occidentale