Cronaca

Morì nel cantiere a Serravalle, due assolti e due a giudizio

Assolti il coordinatore della sicurezza del cantiere e il progettista dei lavori per lo scavo fognario a Serravalle Scrivia, dove perse la vita un operaio di 53 anni, nel 2015. Andranno invece a processo l'amministratore della ditta e il responsabile del cantiere

CRONACA - Fu un attimo, una manciata di minuti. Tanto bastò perchè Giorgio Aurelio Cristallo, l'operaio di 53 anni di Pozzolo Formigaro perdesse la vita in un cantiere edile, durante degli scavi fognari, nel quartiere Ca' del Sole, a Serravalle Scrivia, nel giugno del 2015.
Ieri, davanti al tribunale di Alessandria, due dei quattro rinviati a giudizio per omicidio colposo sono stati assolti. Pietro Misurale, progettista e direttore lavori e Daniele Grosso, coordinatore della sicurezza del cantiere avevano scelto di essere giudicati con rito abbreviato e sono stati assolti. Erano difesi dagli avvocati Agostino Goglino, Rossella Monti e Antonio Rubino. Il pubblico ministero aveva chiesto la condanna a due anni e otto mesi di reclusione, ma il giudice li ha ritenuti innocenti.
Non erano però presenti in cantiere nel momento in cui la terra della trincea franò, investendo Cristallo, che era uscito dalla gabbia di protezione dell'escavatrice per liberare il passo, secondo quanto sarebbe emerso dalle indagini. 
Andranno invece a processo  Marco Boggeri, amministratore della ditta per la quale lavorava Cristallo ed Enrico Repetto, preposto del cantiere. Il primo è difeso dal'avvocato Vittorio Spallasso, il secondo da Claudio Simonelli. L'udienza è stata fissata il 7 febbraio 2019. 
Secondo la procura di Alessandria i dispositivi di sicurezza, seppure presenti nel cantiere, non erano stati utilizzati in modo corretto dall'operaio
Intanto, i famigliari della vittima, cinque fratelli, la madre, la moglie e il figlio hanno già ottenuto un risarcimento del danno, circa un milione di euro.
21/03/2018







blog comments powered by Disqus


Billy Martini, insegnante e olimpionico: una "fiamma" che non si spegne

Novi Ligure | La fiaccola che il maratoneta Renato Martini ha portato alle Olimpiadi di Torino del 2006 da oggi è custodita al liceo Amaldi di Novi Ligure. A consegnarla sono stati la vedova e il figlio del tedoforo novese

Amministratori comunali al voto per il rinnovo del consiglio provinciale

Politica | Sindaci e consiglieri dei 188 comuni della provincia sono chiamati alle urne per il rinnovo del consiglio provinciale. Due liste per dodici posti che dovranno rapportarsi alla giunta del presidente Baldi, che resta in carica

Le Allieve Gold della Forza e Virtù sul gradino più alto al 'Regionale'

Ginnastica artistica | Una prestazione importante per le giovani ginnaste novesi che però non è stata sufficiente per aggiudicarsi il titolo regionale andato alla Victoria Torino, assente in questa prova ma con un punteggio più alto ottenuto nella precedente

Ferrario nella 'top five' al Trofeo Oldrini di Somma Lombardo

Ciclismo | Luca Ferrario trova il varco giusto nella volata a ranghi compatti in leggera salita e si aggiudica un ottimo 5° posto

"Colmata" dei pifferi a Cosola, tradizione che si rinnova

Cabella Ligure | A Capanne di Cosola 19ª edizione della Curmà di Pinfri, il grande raduno dei suonatori tradizionali delle valli delle Quattro Province, che vede ogni anno riunirsi ballerini e cultori delle musiche di tradizione provenienti dalla val Borbera, dalle valli vicine e da località più distanti