Novi Ligure

Musicanovi, Parisi e Maiorca propongono i "Dialoghi cameristici"

Lorenzo Parisi al violino e Giuseppe Maiorca al pianoforte saranno i protagonisti del concerto "Dialoghi cameristici" in programma all'auditorium Casella di Novi Ligure

NOVI LIGURE – Lorenzo Parisi al violino e Giuseppe Maiorca al pianoforte saranno i protagonisti del concerto “Dialoghi cameristici” che si terrà venerdì 23 marzo a Novi Ligure. Alle 21.00, l’auditorium Casella di via Verdi (ex caserma Giorgi) ospiterà l’esecuzione della Romanza n. 1 in sol maggiore Op. 40 e della Sonata Op. 24 “Primavera” di Ludwig van Beethoven, e della Sonata n. 3 in do minore per violino e pianoforte Op. 45 di Edvard Grieg.

Pianista di formazione, Beethoven si dedicò al violino solo in circostanze particolari. La Romanza che sarà proposta venerdì – composta poco prima del 1802 – è considerata tra le pagine del compositore dove «la suggestione non è determinata dalla forza del dramma ma piuttosto dalla dolcezza toccante dell’espansione lirica e malinconica». La sonata “Primavera” è stata scritta nel 1800 e dedicata al conte Moritz von Fries, amico e mecenate di Beethoven.

Di quasi un secolo più tardi è invece l’opera di Edvard Grieg: la Terza sonata per violino e pianoforte op. 45 fu infatti scritta tra il 1886 e il 1887. A ragione l’op. 45 è la più celebre della terna di sonate per violino e pianoforte composta da Grieg: rispetto ai lavori precedenti, la finezza del linguaggio armonico e il riferimento alla musica popolare scandinava come fonte inesauribile di ispirazione sono punti di forza della scrittura del compositore.

Parlando dei musicisti che si esibiranno venerdì, Lorenzo Parisi si è diplomato in violino presso il conservatorio di Pesaro, proseguendo la propria formazione con Pavel Vernikov. Finora è stato impegnato in attività sinfoniche e da camera con diverse orchestre italiane e straniere. Fra tutte queste attività spicca quella svolta con Carme, formazione composta da solisti del teatro alla Scala. Dal 2014 è direttore artistico del teatro Rendano di Cosenza e della sua orchestra sinfonica. Suona un Antonio Sgarbi del 1909.

Giuseppe Maiorca ha iniziato a suonare il pianoforte fin dall’età di sei anni, si è diplomato al conservatorio di Cosenza ed ha conseguito un performing diploma al Royal College of Music di Londra. Tiene concerti in tutta Italia ed Europa da quasi quarant’anni e vanta collaborazioni cameristiche con strumentisti di fama internazionale.

Il concerto di Parisi e Maiorca fa parte della rassegna Musicanovi organizzata dall’associazione Casella in collaborazione con il Comune di Novi, la Fondazione Crt e Iniziativa Camt. Ingresso 10 euro. Info 338 9572665. Musicanovi proseguirà venerdì 13 aprile con “Suggestioni senza tempo”: Endrio Luti (fisarmonica), Giuseppe Laruccia (clarinetto) e Ilaria Laruccia (corno di bassetto) eseguiranno musiche della tradizione klezmer e balcanica.
20/03/2018







blog comments powered by Disqus


Il mio obiettivo? Far divertire la gente

Novi Ligure | Federico Montanari, che tra pochi giorni compirà 25 anni, è di Novi Ligure e fa di professione ciò che molti sognano di fare fra le mura della propria casa... il deejay! Alla base del suo successo gavetta, umiltà, passione e cultura musicale

Nuova luce su due preziose tele: presto torneranno alla Pinacoteca

Voltaggio | Alla Pinacoteca di Voltaggio presto torneranno a essere esposte due tele i cui restauri sono stati finanziati grazie alle iniziative organizzate dall'associazione L'Arcangelo e dal Comune. Dal 1° maggio la quadreria riapre regolarmente al pubblico con un fitto calendario di iniziative, con una anteprima il 25 aprile

I ragazzi del Ciampini-Boccardo sui luoghi della Resistenza

Novi Ligure | Due giornate interamente dedicate alla visita della Benedicta per tutte le classi quinte del Ciampini-Boccardo di Novi Ligure. Non solo storia ma anche studio dell'habitat del parco della Capanne di Marcarolo

Il vescovo ricorda don Aldo Tacchino: per lui una lapide in chiesa

Basaluzzo | Durante la visita pastorale, è stata scoperta la lapide collocata nella chiesa di Sant'Andrea a Basaluzzo, in memoria di don Aldo Tacchino, che per 44 anni fu parroco della comunità

Bosco Marengo, bonifica nucleare al via entro fine anno

Bosco Marengo | Sogin ha annunciato di dare avvio entro giugno lo smantellamento del reattore della centrale nucleare di Trino ed entro fine anno la liberazione e bonifica dei terreni a Bosco Marengo. Sarebbe il primo sito nucleare in Italia ad essere bonificato