Parodi Ligure

San Remigio, l'antica abbazia diventa palcoscenico del Macbeth

La compagnia Minima Teatro porterà sul palco il "Macbeth" di Shakespeare in una versione dinamica e ritmata, all'interno della navata principale dell'abbazia di San Remigio a Parodi Ligure, ponendo il pubblico al centro dell'azione scenica e rendendolo parte degli avvenimenti narrati

PARODI LIGURE – Un’esperienza teatrale interattiva e coinvolgente quella che sarà messa in scena domenica 17 settembre all’abbazia di San Remigio, a Parodi Ligure, dalla compagnia Minima Teatro.

La compagnia teatrale milanese porterà sul palco il “Macbeth” di Shakespeare in una versione dinamica e ritmata, all’interno della navata principale dell’abbazia di San Remigio, ponendo il pubblico al centro dell’azione scenica che si svilupperà davanti e intorno a esso, e rendendolo parte degli avvenimenti narrati.

«Un progetto teatrale pensato e realizzato appositamente per la location dello spettacolo – sottolinea Fabio Boverio, direttore artistico di Minima Teatro – che ha visto coinvolti oltre ad attori professionisti, anche gli allievi più meritevoli della nostra scuola, per creare uno spettacolo dalle tinte forti, con un’incisività fisica marcata e una grande ritmicità».

La compagnia ha lavorato fianco a fianco per tre giorni e tre notti all’interno degli ambienti dell’abbazia, con una scenografia stilizzata e molto evocativa, per dare vita a uno spettacolo unico e suggestivo in cui magia, occulto e fede si mescolano insieme in un racconto epico ed eroico.

La storia in breve è quella del valoroso generale Macbeth che, spinto dall’ambizione e da una profezia udita da tre streghe sulla via del ritorno a casa, decide di assassinare il re e prenderne il posto. Da quel momento le vicende si concentrano da un lato sulla tirannia che egli instaura grazie al continuo ricorso alle forze arcane rappresentate dalle Parche, e dall’altro sulla sorte di un manipolo di coraggiosi soldati che decidono di opporsi al potere del re e sfidare le forze oscure. Una storia che mescola battaglie, magia, passioni e coraggio; che fa riflettere sul concetto di giustizia e sulle possibilità e il desiderio di conoscere il proprio futuro per diventarne i padroni.

L’inizio dello spettacolo è previsto per le 20.30. Ingresso libero a offerta.
10/09/2017







blog comments powered by Disqus


Pizzeria chiusa per motivi di ordine pubblico. "Ma a Santa Caterina è un grave danno"

Novi Ligure | Dieci giorni di sospensione della licenza per il titolare di una pizzeria di Novi Ligure. L'ha deciso il questore su segnalazione dei carabinieri: nel locale era stata notata diverse volte la presenza di pregiudicati. "Ma alla vigilia della fiera di Santa Caterina rappresenta un grave danno"

Basso su Ics: "situazione sotto controllo, ma mancano le risorse"

Arquata Scrivia |  Mancano oltre 300 mila euro per la messa in sicurezza delle discariche Ics. Ma chi li deve “tirare fuori” quei soldi? Sta tutta in questa domanda la vicenda della bonifica del sito dell'ex Subalpina, ad Arquata Scrivia, tornata alla ribalta della cronaca dopo la pubblicazione delle intercettazioni della Procura della Repubblica di Reggio Calabria sui rifiuti interrati

Il Quintetto dell'Opera di Milano chiude "Note di gusto"

Novi Ligure | Sarà un ensemble davvero eccezionale a chiudere la rassegna concertistica "Note di gusto", alla Basilica della Maddalena di Novi Ligure. Si esibirà il Quintetto dell'Opera di Milano - Solisti del Teatro alla Scala, con la partecipazione del percussionista Gianni Arfacchia

Nel weekend pioggia e vento freddo

Meteo | Sabato il passaggio di una debole perturbazione atlantica porterà debole pioggia in esaurimento dalla tarda mattinata. Domenica la medesima perturbazione atlantica sarà seguita da aria fredda. Il tutto in attesa di una futura "dama bianca"....

Messa con il vescovo per festeggiare l'arrivo di don Costantino

Pozzolo Formigaro | Sabato di festeggiamenti a Pozzolo Formigaro: il paese si prepara ad accogliere don Costantino Marostegan, che torna nei luoghi della sua infanzia per amministrare le due parrocchie dopo i trasferimenti di don Fulvio Sironi e don Graziano Pepe