Novi Ligure

Addio al partigiano Pinocchio e al mago Oeffam: se n'è andato Pietro Maffeo

Per l'anagrafe era semplicemente Pietro Maffeo. Ma da giovane lo conoscevano con il suo nome di battaglia: Pinocchio. E più in là negli anni, con il suo nome d'arte: Mago Oeffam. Due pseudonimi che raccontano (almeno) due vite completamente differenti: la prima come partigiano e la seconda come "uomo da palcoscenico"

NOVI LIGURE – Per l’anagrafe era semplicemente Pietro Maffeo. Ma da giovane lo conoscevano con il suo nome di battaglia: Pinocchio. E più in là negli anni, con il suo nome d’arte: Mago Oeffam. Due pseudonimi che raccontano (almeno) due esistenze completamente differenti: la prima come partigiano e la seconda come “uomo da palcoscenico”.

Avrebbe compiuto 91 anni a giorni, ma purtroppo Pietro Maffeo è morto ieri nella casa di riposo Fiordaliso dove era ricoverato. Maffeo era uno degli ultimi protagonisti ancora in vita della guerra di Liberazione nel novese. Durante la Resistenza aveva fatto parte della Brigata Oreste della Divisione garibaldina Pinan Cichero. Si era guadagnato anche una medaglia di bronzo al valor militare combattendo nell’agosto 1944 a Cantalupo Ligure, in val Borbera: rimasto solo a difendere «una posizione di vitale importanza per l’esito del combattimento – si legge nella motivazione ufficiale – benché gravemente ferito fronteggiava il nemico fino al sopraggiungere dei rinforzi che rioccupavano la posizione».

Dopo la guerra, era stato anche un pugile e aveva partecipato a diversi campionati nazionali. Poi a Novi Ligure aveva aperto la nota agenzia di pratiche Consulauto. In tantissimi lo ricorderanno però anche per la sua passione per la magia e l’illusionismo: fino a non molti anni fa (l’ultima esibizione pubblica è stata al centro fieristico di Novi, nel 2011) il Mago Oeffam amava partecipare a spettacoli e feste di paese per far divertire soprattutto i più piccoli.
I funerali saranno celebrati lunedì 19 febbraio alle 10.30, presso la chiesa della Pieve. Lascia la figlia Nadia e la sorella Anita.

 
Il ricordo di Franco Barella, partigiano Lupo:

Ciao “Pinocchio” caro Pietro, amico mio caro, mi devi perdonar se ti saluto con il Tuo nome di battaglia, quello del tempo della rivolta all’invasore, ma mi è più caro, mi fa sentirti più vicino, più fratello, come allora.
So che leggerai di lassù queste righe e sentirai il mio rimpianto per non averti più incontrato da tempo; sentirai la nostalgia di persone care che ci lasciano, o meglio ci precedono, verso un cielo, che penso azzurro di felici incontri con quanti ci hanno preceduto. Ti prego salutami Scrivia, Morgan, Silla, Uragano e quanti altri dei nostri troverai lassù.
Credo che per noi tutti il buon Dio ci abbia riservato un angolo, se non proprio di paradiso, almeno di attesa purificatrice, ma, come ci ha protetto negli anni di fuoco, ci proteggerà ancora e ci terrà con lui, che abbiamo sempre amato. Arrivederci dunque, non addio, amico mio fraterno, compagno di giochi prima, di lotta poi, di ricordi cari come solo l’amicizia vera sa donare e incidere nell’animo. Arrivederci Pietro, o “Pinocchio” se preferisci
Ti abbraccio, Franco
17/02/2018







blog comments powered by Disqus


Centro di ascolto Caritas, in un anno sostegno a più di 400 famiglie

Novi Ligure | Sono stati 435 i nuclei familiari che nel corso del 2017 si sono recati al Centro di ascolto della Caritas a Novi Ligure. I problemi segnalati sono soprattutto di carattere economico. Quasi 40 le persone ospitate in un anno al dormitorio

Assassinio sull'Orient Express, in Corte Solferino un cast stellare

Novi Ligure | Nuovo appuntamento con il cinema all'aperto a Novi Ligure: stavolta tocca a un grande classico della letteratura gialla, trasportato sul grande schermo con un cast stellare a opera di uno dei più apprezzati registi del momento

Canzoni per film, nuova sezione al concorso Lavagnino

Gavi | Una nuova sezione, quella dedicata alla composizione di canzoni filmiche; una giuria composta da celebri nomi legati alla musica e al cinema; la serata di premiazione a Gavi, nel paese in cui il prolifico compositore di musica colta e per film morì nel 1987. Sono queste alcune delle novità che caratterizzeranno l'11ª edizione del concorso internazionale di composizione per immagini "Lavagnino 2018"

Una settimana di celebrazioni per la festa di Sant'Anna

Pasturana | A Pasturana torna il tradizionale appuntamento con la festa di Sant'Anna che, in occasione della sua trentesima edizione, si protrarrà per una settimana unendo concerti, sport, merenda sinoira, agnolottata e processione

Alessandria, un territorio compatto sull'accoglienza migranti. Orgoglio riemerso

Provincia | Accoglienza diffusa, tavoli di confronto e la ricerca della coesione istituzionale e sociale: il Prefetto Romilda Tafuri, che a breve lascerà la Provincia, fa un bilancio dei sei anni di permanenza a palazzo Ghilini in questa intervista esclusiva