Cronaca

Trent'anni di carcere alla donna che uccise il marito

E' stata condannata ad una pena di 30 anni di carcere la donna che uccise il marito in una villetta a Basaluzzo. La donna era stata fermata dai carabinieri sul vialetto di casa con il coltello in borsa. Aveva ammesso l'uccisione del marito

CRONACA – Aveva ammesso di avere ucciso il marito a coltellate la mattina all'alba del ferragosto 2017, dopo una lite. Aveva sferrato una decina di colpi con un coltello da cucina. Ana Fernando Nhare era stata fermata dai carabinieri sul vialetto di casa, a Basaluzzo, con il coltello in borsa e gli abiti insanguinati ancora addosso: “stavo venendo da voi”, aveva detto ai militari.
E' stata condannata ieri per l'omicidio di Walter Corradini ad una pena di 30 anni di carcere dal giudice del tribunale di Alessandria, Paolo Bargero, giudicata con rito abbreviato. Il pubblico ministero aveva chiesto la condanna a 16 anni, il giudice ha applicato invece la pena massima.
Alla donna, originaria del Mozambico, sono state riconosciute solo le attenuanti generiche. Il giudice, pur riconoscendo che la donna, in passato, era stata sottoposta ad episodi di violenza e vessazioni da parti del marito, non ha concesso ulteriori sconti. Ora la difesa attende di leggere le motivazioni per presentare un probabile appello.
Corradini era un tecnico del gruppo Eni, ormai in pensione. In uno dei viaggi all'estero per motivi di lavoro aveva conosciuto la donna. Si erano sposati ed avevano avuto un figlio, che oggi ha circa 24 anni. Negli ultimi anni i rapporti si erano però deteriorati. Per un certo periodo la donna era andata a vivere insieme al figlio, lasciando la casa di Basaluzzo. Ma tornava spesso nell'abitazione coniugale. Aveva confidato ad alcune amiche di stare attraversando un momento difficile. Dopo l'omicidio aveva ricordi confusi, tanto che la difesa chiese che fosse sottoposta a perizia psichiatrica.
Ieri, davanti al giudice del tribunale, è stato celebrato il processo con rito abbreviato dopo il quale è stata emessa sentenza: condanna alla massima pena.
16/10/2018







blog comments powered by Disqus


Di Maio: "Dobbiamo trovare un percorso per salvare Pernigotti"

Novi Ligure | "Dobbiamo trovare un percorso per salvare questo marchio storico". Lo ha detto il vicepremier Luigi Di Maio, rispondendo alla Camera al question time del capogruppo di LeU Federico Fornaro sulla Pernigotti di Novi Ligure

Pernigotti, la Regione valuta l'acquisizione di marchio e fabbrica

Novi Ligure | Sarà la Regione Piemonte a salvare la Pernigotti? Il consiglio regionale ha approvato un ordine del giorno che contempla "la possibilità di acquisire dalla Toksoz il marchio Pernigotti, i suoi brevetti e lo stabilimento di Novi Ligure"

Pernigotti, con tricolore e Costituzione l'appello degli operai a Mattarella

Novi Ligure | Gli operai della Pernigotti hanno manifestato in stazione a Novi Ligure, dove sorgono le 12 installazioni dedicate ai principi fondamentali della Costituzione, e hanno letto un appello al presidente Mattarella

Terzo Valico, Arquata destina i fondi alla sistemazione di vie e piazze

Arquata Scrivia | Via Chittandrino, ma anche via Serravalle, via Villini e via Libarna: la sistemazione di queste strade, insieme al rifacimento di piazza Caduti, rientra nelle opere che verranno realizzate nell'ambito del "progetto condiviso di sviluppo del territorio attraversato dal Terzo Valico". Lunedì il consiglio comunale ha votato accordo e convenzione con Rfi

Fattori di rischio e diagnosi: l'evoluzione del diabete nel volume di Paolo Maresca

Novi Ligure | Il 14 novembre è stata riconosciuta dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite come Giornata Mondiale del Diabete: la galleria Pagetto di Novi Ligure ospiterà la presentazione di un volume che tratta a fondo questa patologia, scritto da Paolo Maresca, responsabile di Diabetologia all'ospedale di Tortona