Novi Ligure

TrinitÓ, ritorna in chiesa l'organo in restauro da vent'anni

L'organo della TrinitÓ di Novi Ligure, datato 1777, dagli anni Novanta Ŕ custodito in un deposito del novarese: ora Ŕ pronto per tornare a casa. Intanto, grazie alla vendita della farmacia comunale e ai contributi di due fondazioni bancarie, saranno restaurate anche quattro tele settecentesche e la cassa processionale dell'oratorio

NOVI LIGURE – Uno spazio per le attività culturali, tra cui esposizioni e concerti. È il progetto dell’amministrazione comunale di Novi Ligure per l’oratorio della Santissima Trinità che – per quanto lontano dalla sua realizzazione concreta – ha ricevuto nuovo impulso grazie alla vendita della farmacia di via Verdi e ai contributi ricevuti da due fondazioni bancarie.

La priorità ora va al recupero dei beni provenienti dall’oratorio posto all’incrocio tra via Gramsci e via Cavanna. E così potrà anche tornare in città l’organo della chiesa, che dagli anni Novanta è custodito in un deposito del novarese. «La nostra intenzione è di ricollocarlo alla Trinità», spiega l’assessore alla Cultura Cecilia Bergaglio.
La Soprintendenza aveva finanziato il restauro (curato dall’esperto Mario Marzi di San Maurizio d’Opaglio), ma poi l’organo non era più tornato nella sua sede originale. Trasportare a Novi, installare e accordare il prezioso strumento musicale – è datato 1777 e l’autore è Tommaso Roccatagliata – costerà 7 mila euro, interamente finanziati con la vendita della farmacia comunale.

Circa 35 mila euro costerà invece il restauro della cassa processionale dell’Oratorio. La somma sarà coperta con un contributo di 20 mila euro da parte della Compagnia di San Paolo e con 15 mila euro sempre provenienti dalla cessione della farmacia. A occuparsi del restauro saranno Aurelia Costa, Emanuela Spera e Francesca Ventre del Laboratorio delle Scuole Pie di Genova.

L’intervento più importante però riguarderà le ultime quattro tele settecentesche provenienti dalla Trinità. Il restauro costerà 41.500 euro (21.500 euro arriveranno dalla Fondazione della Cassa di risparmio di Torino e il resto dall’alienazione della farmacia) e sarà affidato allo studio Gabbantichità di Tortona.
Le tele sono state realizzate dal maestro Giovanni Raffaele Badaracco (“Santa Chiara che scaccia i saraceni”, primo decennio del Settecento), Francesco Campora (“Mater Divinae Providentiae” e “San Carlo Borromeo”, entrambe del 1739/40) e Luigi Tassistro (“Deposizione dalla Croce”, 1789).
11/01/2018







blog comments powered by Disqus


Ghiglione, la Torre d'Oro all'alpinista che porta Novi sui tetti del mondo

Novi Ligure | AndrÓ a un grande sportivo novese la Torre d'Oro 2018: la 34esima edizione del prestigioso premio organizzato dal centro studi In Novitate sarÓ infatti consegnato a Gianni Ghiglione, accademico di alpinismo e istruttore nazionale del Cai

TrinitÓ, al via i restauri dell'antico oratorio

Novi Ligure | Al via il restauro delle opere di arte sacra che fanno parte della collezione civica del Comune di Novi Ligure. Si tratta di quattro dipinti e della cassa processionale "Il Padreterno", tutte opere provenienti dall'oratorio della TrinitÓ e dal monastero di Santa Chiara

Matematica, il liceo Amaldi si fa valere ai giochi regionali

Novi Ligure | Ventinove gli studenti del liceo Amaldi di Novi Ligure che hanno partecipato ai giochi regionali Math 2018. Due squadre si sono piazzate sul podio e una terza l'ha sfiorato

Maturandi ai blocchi di partenza, mercoledý al via le prove per 2.622 studenti

Scuola | Sono 2.622 i maturandi che mercoledý affronteranno la prima delle tre prove scritte dell'esame di maturitÓ. 964 sono gli studenti degli istituti tecnici, seguiti per numero dagli alunni dei licei scientifici

Falene nel parco Capanne di Marcarolo: nuova scoperta dei guardiaparco

Bosio | I guardiaparco dell'ente di gestione dell'Appennino Piemontese hanno di recente ritrovato nel territorio del parco Capanne di Marcarolo alcuni bruchi appartenenti alla categoria del Bˇmbice del prugnolo (Eriogaster catax). Si tratta di una falena inserita nell'allegato 2 della Direttiva Habitat, la norma europea per la conservazione degli habitat e delle specie selvatiche