Cronaca

Uccise la moglie in un bosco, a gennaio a processo

Albert Gunter Schleicher Lindmeier, 51 anni, che il 18 ottobre del 2016 ammazzò la moglie Heidi Catarina Lindmeier in un bosco nel parco Capanne di Marcarolo, andrà a processo con rito abbreviato, il prossimo 17 gennaio. “Avevano deciso insieme di togliersi la vita”

CRONACA - “Il suo più grande rammarico è quello di essere sopravvissuto alla moglie”. Albert Gunter Schleicher Lindmeier, 51 anni, che il 18 ottobre del 2016 ammazzò la moglie Heidi Catarina Lindmeier in un bosco nel parco Capanne di Marcarolo, andrà a processo con rito abbreviato, il prossimo 17 gennaio.
A chiedere il rito alternativo è stato l'avvocato di fiducia, Maurizio Chiarito. Proverà a dimostrare come si tratti di un caso di omicidio consenziente: i due coniugi, che si amavano profondamente, volevano porre fine alla loro vita, insieme. Il “piano”, messo in atto solo a metà, prevedeva che lui togliesse la vita alla moglie, strangolandola con un cavo e, con lo stesso strumento, si suicidasse. Ma il ramo dell'albero che Albert Gunter aveva scelto si spezzo. Lui vagò per tuttala notte, ferito e in stato di semi incoscienza, fino al mattino dopo.
Non negò mai di aver ucciso la moglie. Ha però detto che quello era il loro volere, concordato. Sulle motivazioni spetterà aigiudice fare chiarezza. Erano convinti di essere malati terminali? I riscontri delle cartelle mediche, acquisite dalla Germania, non confermano però la presenza di alcuna malattia grave.
L'uomo è ancora in carcere, anche perchè non ha un domicilio alternativo. E' lucido, ma segnato da una profonda tristezza, quella di non essere riuscito a raggiungere la moglie.
14/09/2017







blog comments powered by Disqus


All'Outlet di Serravalle un black friday lungo tre giorni

Serravalle Scrivia | Presso gli outlet targati McArthurGlen, come quello di Serravalle Scrivia, il Black Friday non si limiterà a venerdì 24 novembre ma proseguirà fino a domenica 26 novembre: tre giorni per approfittare di promozioni esclusive e ulteriori sconti su firme e marchi selezionati

Con Gianluigi Bailo il dialetto novese diventa un libro

Novi Ligure | Il progetto del notaio Gianluigi Bailo è diventato realtà: è pronto il libro "Dialètu, dialètu, dialètu. E sa faismu duu parole". L'autore, noto professionista, da tempo lavora al recupero del dialetto novese, un mezzo attraverso il quale vuole rendere omaggio alla sua città, nella speranza di riscoprire la novesità

Acciughe, aglio e fujot: scatta il Bagna Cauda Day. I locali in provincia

Provincia | Nato ad Asti, l'evento ha preso subito piede anche qui, grazie alla tradizione comune contadina. Molti i locali aderenti, che la servono come Dio comanda, eretica e atea (in base alla quantità d'aglio)

L'appello dei commercianti: "Basta con le beghe, rimbocchiamoci le maniche"

Novi Ligure | "Per la prima volta l'amministrazione comunale fa una proposta importante e seria. Ora spetta a noi rimboccarci le maniche". Lucia Ferrando, vicepresidente del consorzio Cuore di Novi, si rivolge ai colleghi e dice: "Basta con le beghe, solamente se siamo uniti possiamo davvero far rivivere la città"

Il Medioevo come metafora della civiltà contemporanea nel libro Pàrtagas

Novi Ligure | Sabato 25 novembre, in Biblioteca Civica a Novi, lo scrittore Gianluca D’Aquino presenterà il romanzo "Pàrtagas", affrontando, con la partecipazione dell’autrice Silvia Vigliotti, il tema centrale della guerra di religione, analizzando la pericolosa deriva del mondo occidentale