Pozzolo Formigaro

Valentina e Federico: "Servizio civile? Esperienza formativa"

A Pozzolo Formigaro, all'interno della pro loco, è avvenuto il passaggio di consegne fra i volontari del Servizio Civile Nazionale: Valentina Tomaghelli ha infatti passato il testimone a Federico Forte

POZZOLO FORMIGARO - Tre occasioni di assaggiare i tradizionali agnolotti fatti a mano di San Sebastiano e tre successi per la pro loco di Pozzolo Formigaro che ha organizzato l’evento. Nel corso dell’ultimo appuntamento, è avvenuto anche il passaggio di consegne fra i volontari del Servizio Civile Nazionale che prestano la loro opera all’interno dell’associazione.
Valentina Tomaghelli, che ha terminato a dicembre la sua esperienza, ha infatti passato il testimone a Federico Forte, che ha già preso servizio nei primi giorni dell’anno.

"Per me il servizio civile è stato un'esperienza nuova in tutti i sensi, in quanto avendo frequentato il liceo biologico a Novi non sapevo cosa comportasse la gestione di un ufficio, il contatto con il pubblico e lo svolgersi di tutte le mansioni - spiega Valentina, al termine del suo anno di formazione - Perché chi non frequenta una pro loco non immagina la mole di lavoro che bisogna sostenere. Il servizio civile mi è servito per formare il mio carattere, soprattutto a relazionarmi con i volontari della pro loco che mi hanno insegnato e aiutato in quest'anno. Alla fine di questo percorso sono stata in grado di sviluppare il mio progetto intitolato: "Piemonte del passato: energia della memoria - stralci di vita pozzolese" utilizzando sia fonti orali che scritte, anche esterne alla pro loco. Ho cercato l'origine delle "feste" laiche e religiose e analizzato le tradizioni e i loro cambiamenti avvenuti nel corso degli anni".

"Questo è stato un anno veramente utile e importante per me, infatti sono rimasta nel consiglio della pro loco e continuo a dare la mia disponibilità per le varie manifestazioni", conclude la 24enne.

Entusiasta anche Federico Forte, 26enne che vive a Pozzolo da quando è nato. "Ho deciso di intraprendere la strada del servizio civile perché ho sempre pensato che fosse un’esperienza di vita necessaria e formativa - racconta - Dopo le prime settimane di servizio, sono già entusiasta della mia scelta perché mi ha fatto capire l’importanza del lavoro di squadra. Ho avuto la possibilità di conoscere nuove persone che mi hanno aiutato fin da subito a capire cosa significa lavorare per un’associazione, senza trascurare nessun aspetto. Se il mio servizio civile dovesse terminare adesso, non avrei alcun dubbio a proseguire la mia opera di volontariato in pro loco, ma per fortuna è appena iniziato".

Operatore locale di progetto è Alessandra Acerbi, responsabile della biblioteca comunale, che si dice "molto contenta di seguire i ragazzi, di aiutarli a relazionarsi per la prima volta con il mondo del lavoro e a sviluppare progetti sulla storia locale e sul territorio".

Anche l’attuale presidente della pro loco Pamela Aguiari ha iniziato tramite l’esperienza del servizio civile. "Certamente entrare a far parte di una associazione non è mai del tutto semplice, specialmente se non conosci nessuno o comunque poche persone. Nel mio caso conoscevo solo un paio di persone ma col tempo abbiamo creato rapporti di amicizia che vanno anche al di fuori dell’associazione - rivela Pamela - Ecco questo è quello che io definisco “fare pro loco”. Fare perché al di là di essere parte di un gruppo di “lavoro” siamo tutti volontari e mettiamo a disposizione il nostro tempo libero, impegnandoci anche in ricorrenze come la Domenica delle Palme o l’8 dicembre in cui magari sarebbe anche bello stare con le proprie famiglie".
11/02/2018
Lucia Camussi - l.camussi@ilnovese.info







blog comments powered by Disqus


Il crollo del ponte Morandi a Genova, una tragedia per tutto il paese

Cronaca | Il crollo del ponte Morandi a Genova ha sconvolto tutto il Paese per la drammaticità delle immagini che arrivano dal capoluogo ligure. Dalla Provincia di Alessandria sono partiti alcune unità dei vigili del fuoco per la ricerca delle persone. L'appello della Protezione Civile: state lontani dal luogo della tragedia per consentire le operazioni di soccorso e ripristino. Fra le vittime anche Marta Danisi, infermiera dell'ospedale di Alessandria

Ferragosto tra castelli, musei e mostre

Cultura | Con Castelli Aperti visite ad Acqui Terme, Volpedo, Casale Monferrato, Bistagno, Trisobbio e Rocca Grimalda. Aperture straordinarie a Marengo, alla Gambarina di Alessandria, al Museo dei Campionissimi a Novi Ligure, al Forte di Gavi e alla Pinacoteca di Voltaggio. Ad Acqui Terme l'antologica su Lucio Fontana

Festa di Ferragosto

Bosio | Dopo la processione religiosa dedicata alla Madonna dell’Assunta che partirà dalla cappelletta di Capanne Superiori e attraverserà tutta la borgata; la cena con menù a base di prodotti locali e il concerto della Banda Brsica, musica, canti e balli della tradizione popolare del’Appennino con piffero e fisarmonica e non solo

La tragedia di Genova, anche la Provincia con il fiato sospeso

Cronaca | Intorno alle 11.50 di questa mattina il ponte Morandi sull'autrostrada A10 è improvvisamente crollato. Al momento sono 35 le vittime accertate, tra queste anche un bambino. Il numero, però, pare destinato a salire. Dal comando vigili del fuoco di Alessandria sono partite 9 unità per ricerca persone. Caos nei collegamenti ferroviari

Teatro, musica e poesia: Hortus Conclusus non si ferma nemmeno a Ferragosto

Novi Ligure | Teatro, musica e cinema: anche durante la settimana di Ferragosto Hortus Conclusus regalerà momenti di svago e di riflessione. La rassegna ideata dal regista Andrea Lanza, in corso nel centro storico di Novi Ligure, offrirà ben sei eventi differenti