Lo scaffale

“Pubblicità Publicité”: chi eravamo per meglio comprendere chi siamo diventati

Palazzo Robellini ad Acqui Terme diventa, con il Liceo Saracco, il fulcro di una sempre attuale opportunità di ammirazione per il bello. Protagonista quest’anno la pubblicità in Italia. Ne fa raccolta un interessante libro che, con le sue pagine colorate, ne è la sintesi perfetta

LO SCAFFALE - Pubblicità Publicité di Adriano Benzi e Rosalba Dolermo con testi di Elisabetta Cocito, Carlo Sburlati e Gianfranco Schialvino. Edizioni Smens – Vecchiantico 2018 - € 30,00

Acqui Terme, che dal 1970 sfoggia con rinnovata grazia e coerenza, la peculiarità di confermarsi punto di riferimento per l’Arte e le sue avanguardie con l’antologica del Liceo Saracco, quest’anno dedicata a Lucio Fontana e la sua terza dimensione, da qualche anno offre anche, e in contemporanea, l’occasione di ammirare mostre di alto profilo grazie alla sagacia di personaggi del calibro di Adriano Benzi e Rosalba Dolermo.

Palazzo Robellini diventa pertanto, con il Liceo Saracco, il fulcro di una sempre attuale opportunità di ammirazione per il bello. Protagonista quest’anno la pubblicità in Italia. Ne fa raccolta l’interessante libro dal titolo Pubblicità Publicité che, con le sue pagine colorate, ne è la sintesi perfetta. E che, come bene sottolinea nell’introduzione il sindaco della città di Acqui Terme, Lorenzo Lucchini, ci racconta, attraverso la storia della pubblicità “chi eravamo per meglio comprendere chi siamo diventati”.

L’osservazione del delegato di Alessandria dell’Accademia Italiana della Cucina, Luigi Bussolino, è invece di “stupore” per un’esposizione che riesce ad abbracciare un periodo tanto lungo: cent’anni. Per il presidente onorario Onav, Lorenzo Marinello, la “nobile arte” della pubblicità, messa in risalto dalla passione di Adriano e Rosalba, è glorificata nella fortunata coincidenza con l’Anno nazionale del cibo italiano mentre per la presidente Rotary club di Acqui Terme, Maria Vittoria Buffa, l’affermazione è che “se la réclame sparisse dal mondo vedremmo sparire con lei alcuni dei segni più vivi della nostra civiltà”, bene evidenziati nella parole della presidente Cento Amici del Libro, Laura Tirelli, che si sofferma sul fatto che “la storia non è solo quella dei grandi eventi ma anche la vita quotidiana, gli usi e i gusti della gente e pertanto le locandine e i manifesti (esposti e riprodotti magistralmente nel libro) ci riportano alla fantasia dei grafici, dei disegnatori e degli artisti che si sono sbizzarriti per illustrare generi di conforto come vini, liquori, cibi e prodotti alimentari”. E le voci di ammirazione non si fermano qui. Il folto pubblico presente al vernissage, che con curiosità ha subito consultato il bel libro dalla livrea raffinata, riconoscendo il legame indiscutibile che esiste fra Arte e pubblicità ha reso onore a quest’opera, certamente unica nel suo genere.

Adriano Benzi, imprenditore metalmeccanico di Acqui Terme, da sempre appassionato d’arte e collezionista di stampe storiche e contemporanee, è curatore di importanti mostre sia alla Biblioteca Braidense di Milano sia alla Biblioteca Queriniana di Brescia. Ideatore e realizzatore per più di un decennio delle mostre di Casa Felicia a Cavatore può vantare di avere avuto la collaborazione di artisti del calibro di Armando Donna, Giacomo Soffiantino, Mario Calendri, Francesco Tabusso, Enrico Paulucci, Fernando Eandri, Sergio Saroni, Piero Ruggeri, Francesco Casorati. Con Rosalba Dolermo, nel 2016, ha curato la mostra “I Menu raccontano – storie in tavola” e nel 2017 “Romano Levi – artista e poeta” a Palazzo Robellini di Acqui Terme.

Rosalba Dolermo curatrice del marchio “Vecchiantico AB Collezionismo” e dei siti www.vecchiantico.com e www.mostre–vecchiantico.com è stata coordinatrice delle mostre di Casa Felicia di Cavatore nonché delle immagini, delle schede e del libro/catalogo della mostra “Menu – Arte con Gusto” a Palazzo Robellini di Acqui Terme. Si diletta a eseguire raffinate e originali “Mail Art”.
2/08/2018







blog comments powered by Disqus


L’urbanistica della civiltà

Opinioni | L’organicità dell’attività di pianificazione è fondamentale nella misura in cui stabilire come si percorre la città presuppone a monte un’idea di città e di uso dei suoi spazi, senza farsi spaventare dai tempi di un’operazione inevitabilmente complessa. Parliamone

Paolo VI, oltre la “falange di Cristo Redentore”

Opinioni | Domani sarà canonizzato Paolo VI; l’occasione suggerisce un ritorno alla sua vicenda, dal punto di vista della storia della Chiesa e in considerazione della centralità di un personaggio troppo dimenticato dall’opinione pubblica anche cattolica

Ritratto di cena con artista, una mostra che racconta l'arte di rappresentare il cibo

Opinioni | A Valenza una mostra per raccontare l’arte di rappresentare il cibo. Tra le opere esposte una selezione di dipinti della collezione d’arte del Centro comunale di cultura cui si aggiungono lavori di artisti e designer contemporanei

Missione compiti!

Scuola | I bambini e i ragazzi tendono a far slittare il ‘tempo dei compiti’  preferendo altre attività come quelle ludiche o sportive. I genitori, spesso  le madri, si dividono tra chi vorrebbe seguire i figli in questa attività svolgendo al tempo stesso il ruolo di supervisore, tutor, consigliere e motivatore, e chi invece non vorrebbe proprio occuparsene, chiedendo ai figli un’autonomia di gestione e di organizzazione che non possono avere

Umberto Boccioni Arte - Vita

Lo scaffale | Un testo ricco di spunti e riferimenti storiografici che ristabilisce i corretti riferimenti della morte, avvenuta a Chievo all’età di 33 anni dovuta a una caduta da cavallo, dettaglia la distruzione dolosa di gran pare delle sue sculture, analizza gli aspetti della sua complessa personalità e i rapporti conflittuali con gli altri artisti, la madre e le amanti