Ovada

Capannoni: nell'Ovadese 120 mila metri rimasti inutilizzati

Secondi i dati, la cifra esatta si attesta sui 120 mila metri quadrati. Oltre al centro zona, anche gli edifici sfitti presenti nei Comuni di Tagliolo, Belforte, Capriata, Silvano e Castelletto completano una mappa in costante evoluzione

OVADA - Sfora la barriera dei 100 mila metri quadrati la statistica relativa alla superficie dei capannoni industriali rimasti inutilizzati in tutto l'Ovadese. Secondi i dati, la cifra esatta si attesta sui 120 mila metri quadrati. Oltre al centro zona, infatti, anche gli edifici sfitti presenti nei Comuni di Tagliolo e Belforte Monferrato, Capriata, Silvano e Castelletto d'Orba completano una mappa in costante evoluzione. “Al momento – spiega l’agente Mauro Ravera, in rappresentanza dell'omonimo studio immobiliare - in questo contesto, abbiamo disponibili circa 30 unità immobiliari in cerca di un affittuario, di cui la metà si trova a Ovada. Se parliamo di strutture in vendita, invece, il conto sale ad almeno 50, di varia metratura. Anche in questo caso, la parte del leone la fa il centro zona, che ne accoglie più di 20”.


“La zona ad aver sofferto di più è stata quella della Coinova, in via Molare a Ovada, «nata da un consorzio di imprese negli anni ‘80, come primo complesso artigianale moderno del territorio, su cui la crisi ha picchiato duro. Al momento gli spazi vuoti sono almeno 8 su una trentina - conclude Ravera -. Recuperare i due-tre anni di blocco non sarà facile abbiamo sul mercato una quantità di metri quadri doppia rispetto ai livelli pre crisi”. Rimane da capire quale ruolo possano giocare in questo processo le politiche di territorio. “Avere più di 120 mila metri quadrati di strutture libere – interviene Giacomo Pastorino, assessore alle Attività Produttive del Comune di Ovada - ci fa capire che è finito il tempo per pensare di costruire nuovi capannoni che sprechino altro suolo, tanto più in una zona che lavora per fare di paesaggio ed enogastronomia uno dei suoi punti forti. Bisogna mettere a frutto quello che c’è. Magari, guardando oltre Appennino, verso Genova, le cui aziende potrebbero trovare negli spazi disponibili una risposta alle loro necessità”. 

20/09/2018







blog comments powered by Disqus


Rebora Festival: omaggio a Giorgio Gaber alla Loggia

Ovada  | L'omaggio del cantautore ovadese all'eclettico artista milanese approda anche in città, dopo il successo riscosso nei teatri di mezza Italia

Libera: torna il campus di giornalismo per giovani studenti

Ovada  | Verrà riproposto nel weekend il Campus Giornalistico organizzato dal presidio ovadese dell’associazione Libera e dedicato alla memoria del fondatore di RaiNews, grande giornalista d’inchiesta, Roberto Morrione

Trasferta ad Alessandria per l'Ovadese Silvanese

Ovada  | La doppietta di Dentici ha riportato l'Ovadese Silvanese - attesa domenica dalla trasferta sul campo della Canottieri Quattordio - a ridosso dell'Asca capolista, distante ormai solo due punti

Castelletto: riapre l'asilo ristrutturato in estate

Castelletto d'Orba | Per i 40 alunni dell’asilo di Castelletto d’Orba, reduci da un breve trasferimento nella palestra delle scuole medie, è ora di tornare in classe, nella loro scuola rimodernata

Giorgio Fico Piazza, masterclass e concerto del bassista di Battisti e De André

Novi Ligure | Domenica 21 ottobre al teatro Giacometti di Novi Ligure, ci sarà la straordinaria opportunità di incontrare Giorgio Fico Piazza (bassista di Pfm, Mina, Battisti e De André): dal mattino si potrà partecipare alla masterclass mentre alla sera si terrà un grande concerto