Ovada

Firmato il patto di gemellaggio con Pont Saint Esprit

Nello scorso fine settimana la delegazione ovadese ha raggiunto gli omologhi della cittadina francese, per un incontro all'insegna della tradizione e delle affinità. Il sindaco Paolo Lantero, dopo aver percorso qualche chilometro in biciletta, si è intrattenuto con il primo cittadino Roger Castillon, per le firme ufficiali.

OVADA - Le firme sui documenti ufficiali sono arrivate al termine di una passerella su due ruote (completata interamente, dal Basso Piemonte alla Francia, da alcuni portacolori dell'Uà Cycling Team) nel centro storico di Pont Saint Esprit. Oltre agli aspetti formali e burocratici, il gemellaggio tra Ovada e la cittadina francese è stato sancito sotto il segno della tradizione. Lo scorso fine settimana una delegazione ovadese ha raggiunto il Comune sito nel dipartimento della Gard, per visitare la città - accompagnati dal primo cittadino transalpino, Roger Castillon - e prendere parte (insieme ai prodotti tipici dell’enogastronomia e dell’artigianato locali), alla “Fiera d’Autunno". L’Assessore Roberta Pareto, insieme ad altri consiglieri comunali, si è occupata della gestione dello stand espositivo della città. La cerimonia vera e propria si è svolta nella mattinata di domenica presso la sala consigliare del municipio cittadino, i due Sindaci hanno compiuto gli atti ufficiali relativi alle firme e alla stipula del patto di gemellaggio, il Sindaco Lantero nel suo discorso (in francese) ha espresso soddisfazione per questa nuova avventura della città di Ovada, il Sindaco Castillon (ha restituito la cortesia, usando la nostra lingua per una parte dell'intervento) ha ribadito la volontà di dar vita a manifestazioni e occasioni di stampo culturale, economico e anche sportivo. 

Nel pomeriggio, durante la fiera, le tipicità ovadesi sono state molto apprezzate: i prodotti da forno, il caffè e il vino Dolcetto di Ovada e Ovada DOCG; nonché le sculture in ferro degli artigiani di eccellenza. “E’ stato un week end che può segnare un arricchimento importante per la nostra città - dice il sindaco, Paolo Lantero -. L’idea che abbiamo voluto seguire per questo gemellaggio è quella di costruire ponti, sia tra di noi, che con i nostri fratelli europei, gli abitanti di Pont Saint Esprit hanno dimostrato una cultura europea che ci ha colpito, parlano con convinzione di cittadinanza europea e sono convinti che questa sia la via giusta per il rilancio anche della Francia; credo che da questo dovremo imparare, la cultura europea dev’essere un valore ne parleremo con le scuole. Una riflessione su questi temi potrebbe essere la prima tappa del percorso del gemellaggio”. L'Amministrazione Comunale, in una nota, desidera ringraziare tutti coloro che hanno collaborato con entusiasmo all'iniziativa e le aziende che hanno contribuito ad allestire lo stand, facendo conoscere un po' della nostra città e del nostro territorio.

13/09/2017







blog comments powered by Disqus


Max Oliva in bici fino a Capo Nord

Ovada | Il ciclista ovadese, specializzato nelle ultra distanze, da sabato prossimo sarà impegnato insieme ad altri 50 temerari nella "North Cape", gara che attraversa, l'Europa fino al punto più a nord

Fuoristrada: appuntamento europeo per il duo Toselli - Toselli

Ovada | Sabato e domenica prossima a Leon in Spagna la doppia prova per la coppia che nel nostro Paese è lanciata verso il bis nel campionato italiano

Via Molare: i controlli ci sono. Ma nulla è cambiato

Ovada | Bilancio a poco più di un anno dal terribile incidente in cui perse la vita Mario Bonaria: le rilevazioni messe in atto con i Velo Ok non scoraggiano gli automobilisti che superano (anche di tanto) i limiti di velocità

Ma la spesa nelle botteghe tira davvero?

Ovada | Il trend nazionale parla di numeri in crescita. La realtà dell'Ovadese si dibatte tra una massiccia presenza della grande distribuzione e diverse attività che hanno chiuso le serrande

Maturità da 100 e lode per i fratelli Michele e Pietro Sciutto

Silvano d'Orba  | Oltre al fatto di essere fratelli, Michele e Pietro Sciutto di Silvano d’Orba condividono anche l'esito della maturità. Pur avendo affrontato un percorso scolastico differente, entrambi hanno ottenuto il massimo dei voti.