Molare

Il racconto della Provincia nel giallo di Nico Priano

Il territorio come punto di partenza del nuovo libro dell'autore molarese. La città di Campazzo, protagonista de "La seconda Mano", offre diverse similitudini con il Basso Piemonte. “E’ un libro – spiega l’autore – molto legato non solo alla realtà molarese ma più in generale allo spicchio di terra in cui viviamo.

MOLARE - Una cittadina di confine tra Piemonte e Liguria dove estati e inverni si alternano tra afa e nebbia. La città di Campazzo, protagonista de "La sceonda Mano", il nuovo libro di Nico Priano, offre diverse similitudini con il nostro territorio. “Il giallo? E’ un espediente ideale per raccontare la provincia” spiega l'autore che sabato, a partire dalle 18.00, presenterà la sua seconda fatica letteraria alla biblioteca di Molare intitolata a Marcello Venturi nell’ambito del ciclo “Amori e delitti lungo la via dell’Orba”. Il maresciallo Priano, fresco di corso di aggiornamento sulle pratiche investigative, dovrà  fare i conti con due morti, una sospetta, l’altra un po’ meno.

“E’ un libro – spiega l’autore – molto legato non solo alla realtà molarese ma più in generale allo spicchio di terra in cui viviamo. L’ambientazione non corrisponde a un luogo fisico ben definito ma racchiude una serie di tratti di queste zone, tra atmosfere e nomi tipici. Campazzo ritorna in più luoghi diversi, seppur con sfumature diverse. Il giallo è un genere che mi appassiona anche come lettore”. Attualmente il libro è disponibile sulle principali piattaforme di vendita on line ma può anche essere ordinate presso le librerie. “La seconda mano” arriva dopo il fortunato “Come latte sul fuoco”, un’altra avventura investigativa con il maresciallo impegnato a dipanare la matassa di un duplice omicidio che ha coinvolto due professoresse in vacanza. Prevista anche una presentazione presso la libreria Mondadori di Acqui Terme.

22/02/2018







blog comments powered by Disqus


Posacenere e locandine: ''Ovada Pulita'' parte dal centro storico

Ovada  | E' iniziata ufficialmente qualche giorno fa, con l'installazione dei posacenere lungo le vie del centro storico, e proseguirà nella giornata si sabato "Ovada Pulita", la campagna di sensibilizzazione che punta a spingere i cittadini ad avere più cura della propria città

La scuola primaria Damilano in festa: porte aperte per i 90 anni

Ovada  | Compie novant’anni la Scuola Primaria Damilano e per celebrare questa ricorrenza, nella giornata di sabato 15 dicembre, aprirà le sue porte agli ovadesi per una grande festa con studenti, alunni e tutto il personale del plesso scolastico

Giovanili: tris di successi per i Boys, pareggio esterno per la Juniores dell'Ovadese

Ovada  | Quattro vittorie ed un pareggio costituiscono il ricco bottino del Boys Calcio e dell'Ovadese SIlvanese nell'ultimo turno dei rispettivi campionati giovanili

Che tristezza quando Comuni e biblioteche sponsorizzano le superstizioni

Opinioni | Recentemente una biblioteca comunale ha diffuso l'invito a una serata su "Pulizia pranica e riequilibrio dei chakra". E' grave che un ente pubblico sponsorizzi una pratica totalmente priva di fondamento scientifico

Centro storico: 50 mila euro per monitorare gli ingressi

Ovada | Lo stanziamento è inserito nella variazione di bilancio in discussione nel consiglio comunale di questa sera e arriva dopo le telecamere installate qualche mese fa nei punti strategici della città