Ovada

''L’Ovada che vorrei'': dai social al comitato

Da alcuni giorni "L'Ovada che vorrei", noto gruppo di Facebook creato tra il 2013 e il 2014 da Angelo Priolo, è uscito dal world wide web per diventare un ente a tutti gli effetti. “Ci interessa affiancare chiacchiere on line e una presenza reale e tangibile” spiega il promotore, referente cittadino per Fratelli d'Italia.

OVADA - Clic, post, aggiornamenti degli utenti. E da adesso anche discussioni "reali" tra membri dell'ominimo comitato. Perché da alcuni giorni "L'Ovada che vorrei", noto gruppo di Facebook creato tra il 2013 e il 2014 da Angelo Priolo, è uscito dal world wide web per diventare un ente a tutti gli effetti. L’incontro costitutivo è andato in scena nella saletta del Caffè Trieste. “Ho pensato fosse venuto il momento di fare questo passo – spiega il promotore, che è anche referente cittadino per Fratelli d’Italia – Da un gruppo virtuale possono nascere proposte concrete. Non è scontato: spesso è più facile scrivere su Facebook e poi non fare niente”. Dei 1861 profili aderenti sul social network, il comitato ha raccolto - solo per il "caso" dell'installazione di telecamere in città - 553 firme in pochi giorni. E' stata quella la spinta decisiva per il completamento del passo successivo.

Lo stesso Priolo afferma che già una dozzina di persone ha segnalato l’intenzione di collaborare con la nuova associazione. Al tempo stesso assicura che la scadenza amministrativa fissata nel 2019 e la campagna elettorale che precederà la consultazione non hanno nulla a che fare con questa iniziativa. La nascita del comitato però non comporterebbe la chiusura della pagina social che allo stato attuale può contare su 1861 membri. “Anzi, ci interessa affiancare chiacchiere on line e una presenza reale e tangibile”. Oggi gli argomenti di confronto più frequenti sono le buche sui marciapiedi e gli asfalti bisognosi di un ammodernamento in più punti, la sporcizia nelle aree gioco, la presenza dei richiedenti asilo, e la sosta selvaggia. Segno inequivocabile che web e vita reale procedono di pari passo. 

21/02/2018







blog comments powered by Disqus


Casa di Carità: al via il corso di operatore dell'accoglienza turistica

Ovada  | Partirà venerdì mattina il corso per operatore ai servizi di promozione ed accoglienza turistica promosso dalla Casa di Carità - Arti e Mestieri di Ovada. Tre anni rivolti a giovani tra i 14 e i 24 anni senza un diploma

Ovadese Silvanese: conferme e novità nello staff tecnico

Ovada | Le novità principali arrivano dalla collaborazione con Tagliolo e dalla costituzione di una squadra femminile, che non parteciperà a nessun campionato. Due vittorie e un pareggio nobilitano il bottino settimanale

La Comunità ovadese in festa per Don Benzi e Don Macciò

Ovada  | Tanti applausi per il nuovo parroco di Ovada ed il suo vice - provenienti rispettivamente da Masone e Bubbio -accolti domenica da una Parrocchia dell'Assunta gremita

Poste, rebus sulle assunzioni e stabilizzazioni

Provincia | In provincia di Alessandria mancano almeno trenta porta lettere, ma l'azienda, dicono i sindacati, non ha intenzione di procedere con nuove assunzioni o di stabilizzare i precari. Cgil, Cisl e Uil chiedono come Poste Italiane intenda garantire gli standard qualitativi del servizio

''12 Ore di Tamburello'': donati oltre 5 mila euro all'associazione Vela

Ovada  | Allo Sferisterio di via Lung’Orba si sono visti atleti di serie A e vecchie glorie, mentre sugli spalti ha prevalso la beneficenza. Difficile ipotizzare il futuro di un evento che potrebbe festeggiare il primo decennio di attività lontano da Ovada